Jump to content

Valgaran

Salusmaster User
  • Content Count

    68
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Valgaran last won the day on September 3 2016

Valgaran had the most liked content!

Recent Profile Visitors

189 profile views
  1. Arkantos se prendi una stock è inevitabile che devi tagliare e sagomare qualcosa: 1)quella che avevo preso aveva una forma molto strana oltre ad essere enorme 2) dare un movimento al front è indispensabile per non fare una riga ovale continua che con la v-loop è peggio che col lace, si vede chiaramente sotto tante luci e angoli 3) Penso sia universalmente accettato dai tempi di Mercuzio che il bisturi è il modo migliore per sagomare una protesi. Se poi tu invece parli di tagliare la pellicola in eccesso e rifinire dove non ci sono capelli è tutto un altro discorso. Normalmente alterno le protesi, ma RIPETO era una stock presa per testare una v-loop e non ce n'erano altre con colori compatibili. Il 3mil sul front mi si scioglie in fretta d'estate e colava fuori da sotto. Per questo avevo optato per metterlo un po' dietro chiudendo con una piccola striscia di platinum (all'occorrenza molto facile da tirar su e pulire). Dopo 14 giorni però ripeto mi si sono sciolti anche i collanti dei tape dietro e ai lati (cosa mai successa nella vita, e ho una lunga esperienza di protesi credetemi.. nemmeno con gli elmetti di una volta). Prendo atto del sistema di pulizia e lo proverò sicuramente con lo zombie, son curioso. Ringrazio Pazzolivo per gli ottimi commenti, costruttivi come sempre. Son sicuro che saranno utili a molti che si avvicineranno alla v-loop. Lo scopo del report era proprio sottolineare le enormi differenze di caratteristiche, gestione e preparazione tra v-loop e lace. Resto un po' scettico sulla pellicola in eccesso.. non si vede? Voglio dire il difetto peggiore della v-loop (da un punto di vista estetico) è proprio il modo in cui riflette la luce in maniera diversa rispetto alla cute, in modo opaco. Mettere sotto il cerotto liquido come può aiutarti? il riflesso strano viene proprio dalla pellicola (che sta sopra) Sinceramente fare manutenzioni ravvicinate non mi pesa più di tanto, anche perchè dubito in ogni caso di poter o voler raggiungere durate di 20-30 giorni con la mia cute, sudorazione, metabolismo (oltre che per igiene). Nel mio caso colle e tape si sciolgono in fretta (con la v-loop anche più velocemente). Di buono nella v-loop c'è che non sporcano i capelli, come avete sottolineato (ma facendo manutenzione settimanale nemmeno il lace.) ma l'impressione che faccia sciogliere i collanti più in fretta è quasi una certezza nel mio caso. Invece niente sensazioni di calore o effetto cappa, cosa che invece temevo. E le altre varie cose elencate da Pazzolivo come fattori positivi le posso confermare, ma onestamente col nuovo ordine ho preso due lace :-D Comunque riproverò in futuro sicuramente una v-loop (non con una stock).
  2. Sicuramente avrò fatto degli errori nella gestione. Ho scritto quel papier appositamente. Ma le difficoltà cui mi son trovato di fronte son le stesse che dovrà affrontare chiunque comprerà una v-loop. Sinceramente taglio anche il lace col bisturi e mai avuto nessun problema. Non vedo davvero in cosa possano essere migliori le forbicine.. col bisturi hai infinito controllo su ogni minimo movimento. Basta tenere teso l'impianto e leggermente sollevato dove si taglia, con capelli umidi. Senza affondare il bisturi, non stai squartando un maiale :D I tronconi sotto la pellicola ti verrebbero comunque con le forbicine. Perchè il capello è dentro la pellicola, innestato a U. Ho scritto che l'impianto era uno stock. Non potevo di certo alternare. Son contento che tu abbia trovato questo metodo di pulizia che funziona per te, ma come potrai ben capire non può andar bene per tutti. E comunque come fa il remover a passare tra tape e pellicola? La mia opinione resta che, a meno di speciali tecniche e condizioni la pulizia dei tape è in incubo e che la v-loop dia il meglio di sè con tutta colla.
  3. Penso possa essere costruttivo aggiungere la mia esperienza. Tengo a precisare che non voglio entrare nella diatriba lace vs v-loop (che reputo futile), ma soltanto offrire la mia esperienza. Ritengo opinione condivisa che ognuno abbia un'esperienza diversa con la protesi, basata sulle proprie abitudini e chimica corporea. Detto questo: ho preso una v-loop dalle stock disponibili sia perchè i miei ordini erano fermi in Korea sia perchè leggevo nel forum opinioni fantastiche sulle v-loop. La prima impressione è stata molto positiva di un bell'impianto: flessibile, morbido, bella naturalezza nella fuoriuscita del capello. Leggendo di persone che riuscivano a fare manutenzioni mensili o quasi ero molto curioso. Premetto che io faccio manutenzione settimanale, ho una cute sensibile che non sopporta agevolmente colle acriliche (nel senso che posso usarle per una settimana, due.. ma poi devo alternarla a qualcos'altro); col lace ho trovato però un equilibrio molto buono: con tape vari e colla platinum sul bordo riesco tranquillamente e con ottimi risultati a farmi una settimana, all'occorrenza 10 giorni. Faccio molta attività fisica, ho la sudorazione data da un metabolismo veloce, assolutamente non da bradipo, e non vivo costantemente immerso nell'aria condizionata. -Installazione Ho ritagliato la protesi col bisturi con la copia del calco in mio possesso, facendo la massima attenzione a non tagliare capelli che poi avrei voluto tenere. Il risultato sul bordo del front non è stato granchè bello.. ho letto anche altri accennare al fatto, ma solo in maniera superficiale. Il capello non sembrava proprio iniettato a V come molti sostenevano, ma a U.. per cui tagliando dei capelli era evidente una parte del capello che restava sotto la pellicola, o meglio nella pellicola.. che solo con delle pinzette e un lavoro certosino poteva portare a risultati decenti. Vabè lo faccio...resta il fatto che, se un capello si spezza, un troncone resta nella pellicola. Metto su la protesi con colla platinum, 3mil arretrato e dei tape anelastici su lati e back. Buon risultato, sono contento. La v-loop ha un'elasticità diversa dal lace, per cui per tenerla tesa sulla cute ha bisogno di una superficie più larga. Raso il bordo e faccio spazio. La tengo su una settimana di prova e son piuttosto contento. Non noto sudorazioni nè calori particolari rispetto al lace, anche al sole o mentre faccio sport. -Manutenzione La manutenzione è indubbiamente più complicata. Quantomeno per chi usa dei tape. Non so perchè non sia stato sufficientemente evidenziata questa cosa, ma è un fatto. La forza del v-loop, a mio avviso, è l'adesione data dall'avere un una superficie continua e molto sensibile agli adesivi . Beh i tape non si staccano facilmente. Per niente. A parte il 3-mil che si scioglie in maniera indecorosa, gli altri tape si fondono con la pellicola e staccarli è un lavoro infernale. Riesco comunque a pulire tutto e per cause di forza maggiore mi trovo costretto a fare manutenzione dopo 14 giorni, con due ritocchi sul front perchè la colla si scioglieva. -Seconda manutenzione (dopo 14gg) Terribile. Il 3mil si era fuso ed era colato in basso sui miei capelli, ma anche il collante degli altri tape era fuso. Se da una parte la v-loop non fa "effetto casco", dall'altra di sicuro fa' effetto serra per colla e tape. I tape erano quasi impossibili da staccare. Erano fusi con la pellicola.. e il remover è assolutamente inutile perchè tanto non può agire tra pellicola e tape. La colla dei tape si era sciolta colando di lato (e non parlo di quella del front sulla quale avevo fatto manutenzione). Fatto sta che provando a tirar via i tape (con delicatezza eh!) la v-loop si strappa. -Zombie Decido di ritagliare parte della v-loop e creare uno zombie con un impianto lace vecchio di cui ritaglio una porzione. Diciamo 1/3 v-loop front e 2/3 back lace. Prendo bene le misure, considero un'elasticità del 10% del lace e del 20% della v-loop, attacco prima il "retro" in lace e poi il front in v-loop e viene un bel lavoro.La manutenzione è più semplice rispetto al full v-loop e non troppo lontana dalla imparagonabile semplicità dell'installare una full lace. Sono comunque costretto ad installare con dei tape sulla porzione in v-loop e anche lì la pulizia è molto molto (MOLTO!) complicata, pur facendo manutenzione ogni settimana. I tape si attaccano di brutto. Metti un po' di remover, alza piano un pezzettino, spingi il remover sotto, metti un altro pochino di remover, alza piano un pezzettino, spingi il remover sotto, etc.. Mi son poi arrivati gli impianti nuovi e son tornato al full lace. Lo zombie è ancora lì e prima o poi lo riuserò. -Conclusioni Credo che ogni storia sia a sè. Non siamo tutti Pazzolivo, che potrebbe attaccare gli impianti con il chewing gum e resterebbero su per 1 mese Provare il v-loop e considerarlo come un'opzione, un'alternativa è una buona cosa. Pensare che risolva tutti i problemi del lace, senza averne altri, è miopia. Chi ha buoni risultati con il lace e vuole fare qualche esperimento (e se lo può permettere consderando la situazione degli ordini) lo faccia. La v-loop è un'esperienza diversa, per certi versi più naturale, ma sono convinto che possa dare il meglio di sè solo con installazione a tutta colla (o 3mil ma non d'estate!) Ha una gestione molto diversa dal lace e necessita di accortezze molto diverse dal lace. Sono molto curioso di vedere risultati con impianti ibridi con front in v-loop, perchè -questi sì- hanno tutte le caratteristiche interessanti PER ME. Chi ha raggiunto grandi risultati col lace non creda di aver trovato il santo graal, perchè la v-loop non lo è. Poi ripeto, ogni esperienza è diversa. Mi rendo conto di partire da una situazione limite (cute delicata, scarsa resistenza alla colla acrilica, attività fisica, etc), ma mi pare che molti partano da situazioni paragonabili. Il tutto IMHO, fatto per dare un controbuto costruttivo
  4. -Non voglio fare polemica (poi su cosa..??), l'ho anche ribadito. Nè mi sembra di averti "accusato" di volerlo fare. -Non parlerei di primo approccio. Ho solo accorciato il tuo nickname. Non ti conosco, nè mi pare di averti in alcun modo mancato di rispetto. Invece noto dell'aggressività nelle tue risposte. Magari sbagio, correggimi. -Ripeti il tuo parere. Ok grazie. Ne prendo atto. Nuovamente. Posso avere il mio, che poi non è un parere, ma un calcolo di rischio, e in ogni caso degno di essere rispettato e non liquidato così da uno sconosciuto (nemmeno moderatore), come se fosse frutto di una frustrazione o di chissà cosa. Ho rispettato il tuo parere, ho espresso il mio senza offendere nè fare "casino". L'ho fatto presente nella discussione, perchè è inerente, contrariamente ai tuoi commenti (sempre a mio parere, e nel completo rispetto della tua persona, che non conosco). -E' capitato che delle protesi arrivassero non adeguate in condizioni normali. Ma in questo momento dei cali di qualità potrebbero essere molto più disastrosi. Tutto qua. Non c'è da essere positivi o negativi. Semplicemente spero che si sottolinei questa cosa. Preferisco paraddosalmente aspettare ulteriori 1-2 mesi in più che essere costretto a rimandarle indietro e aspettare che le rifacciano (e si parla minimo di 2-3 mesi con superrush). Non è difficile, è solo matematica. Dai su..
  5. Dai, su Dani .. qua non si sta cercando di fare polemiche. Mi sembra di aver espresso educatamente un mio pensiero, un timore ragionato, razionale e concreto. Il tuo pensiero, che rispetto, non è condiviso dal sottoscritto e, sempre col massimo rispetto, mi sembra molto superificiale. Essere positivi/negativi non significa nulla in concreto.. Pensare prima ad eventuali problematiche, contrariamente a quello che dici, può aiutare a prevenirle. Personalmente confido nella professionalità di Medusa, che avrà già pensato alla situazione che ho descritto.
  6. La mia speranza è che il livello qualitativo non ne risenta. Il fatto che debbano rimettere in piedi la manifattura da zero o quasi non è che mi tranquillizzi molto. Aggiungiamoci che il carico di ordini arretrato probabilmente è molto consistente ( avranno ordini da tante parti del mondo ), spero proprio che non attuino politiche di aumento produzione a scapito della qualità. Sarebbe deleterio -per non dire devastante- che, una volta arrivate, le protesi fossero da rimandare indietro perchè non adeguate.
  7. Quando posso dormo cabrio per la manutenzione, ma non sempre è fattibile. Concordo sul far respirare la cute il più possibile. Non conosco questo shampooche consigli, ma di shampoo ce ne sono molti buoni..io mi trovo bene con quello di Luca. Quando ho la possibilità di stare un po' cabrio, utilizzo una crema idratante con cellule staminali vegetali. Su di me ottima. Sullo scalp protector non concordo.. sarebbe aggressivo in che senso? a me ha aiutato tantissimo nel periodo in cui ho avuto i casini sulla cute a causa delle pegaso.
  8. Medical tape non lo conosco, ma già delicate e sensitive ( che poi sarebbe lace front support) è piuttosto delicato. Ti consiglierei anche di prendere Scalp Protector (prendi il thick): passane 2 strati (lasciando asciugare tra una passata e l'altra) lungo tutto il perimetro dove poserai i tape. Forma una pellicola sottilissima tra pelle e tape, impedendo un contatto diretto tra colla e pelle. Non inficia la durata dei tape, anzi la allunga di qualche giorno. In ogni caso io proverei a fare manutenzioni ravvicinate per monitorare la situazione. Prima di posizionare l'impianto magari dai una bella disinfettata alla cute con un disinfettante senza alcol. Impacchi di argilla (mi pare Luca abbia un prodotto di questo tipo (mi pare Afrodite), possono aiutare tra una manutenzione e l'altra.
  9. Ciao modern. Sarebbe interessante capire che tipo di tape usi, perchè sono molti diversi tra loro e usano collanti diversi. Utilizzi poi prodotti di protezione della cute tipo scalp protector? Prodotti tipo brisk che preparano la cute, con effetto disinfettante e antibatterico etc prima dell'installazione? Ogni quanto fai manutenzione? Dici che la cosa è comparsa un mese fa.. siamo in estate e col sudore la cute è messa a dura prova se non fai manutenzioni un poo' più ravvicinate La mia cute, per dire, ha sviluppato una sensibilità pazzesca alle colle pegaso matt e supermatt, che ho prontamente lanciato nel cestino. Non posso proprio più usarle. Tu usi lo stesso tape su tutto il perimetro? in caso potresti proprio aver sviluppato una sensibilità al collante di quel tape.
  10. Ciao luis. Non vorrei fare del terrorismo psicologico.. quindi prendi con le molle quello che ti dico. A me sembra un tentativo di emulare taglio-Pazzolivo venuto piuttosto male. Per quanto l'integrazione con i tuoi capelli sia abbastanza buona, il risultato finale non è per nulla naturale. Ti spiego quello che intendo: -front con nodi non schiariti adeguatamente -capelli con colla sopra -capelli attaccati sul front -densità eccessiva..non si vede un millimetro di cute -staticità dei capelli -se poi 74 sta per la tua data di nascita, forse qualche capello bianco ci sarebbe stato anche bene per rendere tutto più credibile, e nei parietali ne hai anche qualcuno.. Dico che secondo me hai scelto un taglio molto pericoloso per un neofita. Difficile da gestire al meglio e non in grado di coprire eventuali magagne, che inevitabilmente ci sono. Un occhio critico (ma nemmeno troppo) viene subito attratto da quel muro di capelli immobili e statici.. Devi dare qualche indizio che confonda le idee.. qualche capello bianco, cute che si intravede, capelli che abbiano un movimento, qualche ciuffetto a coprire ed ombreggiare un po' il front, etc.. Specialmente ora che non hai ancora esperienza o una protesi adeguata a gestire un taglio del genere. Ripeto..guarda questi miei commenti in maniera costruttiva. Spero di esserti stato utile
  11. A me la situazione è migliorata moltissimo NON usando più scalp protector nella zona del front. Penso che tra calore, sudore, scalp protector e 3mil si crei un miscuglio dal colore biancastro, molto meno evidente se togli lo scalp protector e metti qualcosa tra pelle e 3mil. Mettere un paio di strati di colla all'acqua tra pelle e 3mil, infatti, aiuta (parlo di ghostbond o fusion bond, ottimi entrambi).
  12. Ho finalmente provato la Fusion Bond. Ho aspettato di effettuare 4 manutenzioni e ora posso dire la mia. Devo dire che come colore, densità, metodo di stesura, odore perfino, etc.. è praticamente uguale alla GBXL. Mi stupisce infatti che Pazzo abbia trovato tutte queste differenze. Utilizzo due strati, così come facevo con la GBXL, direttamente stesi sulla cute. Uniche differenze: la GB è subito performante, fin da poche ore dopo l'installazione. La FusionBond ci mette un po' di più (1 giorno/1 giorno e mezzo) ma d'altro canto garantisce una durata un po' superiore. Io effettuo manutenzione ogni 6/8 giorni e con la Fusion son arrivato anche a 10. Il tutto ovviamente facendo sport e belle sudate. Per me è promossa. Ma la GBXL resta una validissima alternativa.
  13. Ottima trovata davvero! Domanda: da che lato indirizzi il getto? Lato capelli o lato attacco tape? Nel caso lo indirizzi dal lato attacco tape non c'è il rischio che questi residui comunque finiscano tra i capelli?
  14. Risultato bellissimo,pazzo. Davvero naturale e credibile come hairline! Secondo me puoi ancora abbassare di qualche mm, ma non troppi. Unica cosa troppo bassina la densità sul front, nel senso che la luce arriva davvero in profondità..quasi a metà cranio. Il risultato sarebbe stato cmq credibilissimo anche con qualche capello in più. In ogni caso, chapeau! :clap:
  15. Riporto il topic dove Medusa ne parla: "Ok, giusto perchè non sarai l'unico a chiederlo... :angry: I bianchi che si possono ordinare adesso sono questi: Indiani. Pro: sono capelli umani, quindi quelli in assoluto più naturali. Prendono bene la piega. Contro: Se ai capelli viene fatta una tintura prendono il relativo colore. Non sono disponibili per lunghezze superiori ai 20cm, il capello si spezza abbastanza facilmente. Fibra. Pro: Sono mediamente naturali, prendono abbastanza bene la piega, mantengono più a lungo degli indiani e dei sintetici l’ondulazione (se richiesta), non prendono il colore di eventuali tinture, il capello non si spezza facilmente. Contro: Non essendo umani sono piuttosto lucidi, sono abbastanza sottili (si consiglia di aumentare la percentuale richiesta). Sintetici. Pro: Non prendono il colore di eventuali tinture. Il capello non si spezza facilmente. Contro: non sono molto naturali, sono piuttosto grossi, non prendono la piega facilmente e non possono essere inseriti in basi in silicone o con zone in pellicola iniettata." Dovendo a breve fare un nuovo ordine e non essendo molto soddisfatto dei bianchi naturali vorrei sapere se qualcuno ha provati quelli in fibra e che impressioni ha avuto. Grazie
×
×
  • Create New...