Jump to content

Barzellette


Recommended Posts

  • Replies 151
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Berlusconi, desacerbato dai continui cambiamenti di fronte che si perpetuano nel nostro paese, decide di conferire con la Regina Elisabetta.

"Cara Regina"dice Berlusconi,"come fate in inghilterra a mantenere per tanto tempo un governo nelle sue piene funzioni senza che, nelle migliori delle ipotesi, non ci sia un rivoltamento di fronte ogni cinque anni?"

Regina Ely: "Caro Berlusconi, te lo dimostro!" A questo punto la Regina alza la cornetta e chiama Tony Blair.

Regina Ely: "Tony?"

Tony: " yes, my sweet queen!"

Regina Ely: "ho un indivinello per te: è figlio di tua madre e tuo padre ma non è ne tuo fratello ne tua sorella... chi è?"

Tony ci pensa un attimo ed esclama: "ma sono io!!"

Regina Ely: "bravo!" La regina, rivolgendosi ad un incredulo nano sentenzia:"hai visto perchè i nostri governi durano a lungo?"

Berlusclown, carico come una pila torna a Roma, dove ordina un consiglio di emergenza coi suoi alleati.

Berluslown:"allora, sono stato in Inghilterra è ho capito una cosetta.. ditemi: è figlio di tuo padre e di tua madre, ma non è ne tuo fratello ne tua sorella. Chi è?"

Regna il silenzio.. berlusconi:"vi do 10 minuti, poi voglio sapere la risposta!"

Tutti cadono nel panico.. Bossi esclama: "ma di che le tuo zio!..." gli altri" no dai!, poi questo ci cazzia di brutto!"... "boh..."

Ad un certo punto, dall'angolo della sala Buttiglione esclama:"...sono... sono io!"

e tutti: "si,si... è lui, è Buttiglione!!

Berlusconi entra nella sala.. "e allora!?"

e tutti: "è Buttiglione!!"

e Berlusconi:"..ma no cretini, è Tony Blair!"

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Fermi fermi .....

 

ho la barzelletta più bella del mondo !!!!

 

 

 

Il C.N.C. di xxxxx xxxxx è un vero sistema rivoluzionario di capelli a contatto.

 

icon8.gificon8.gif

 

GGHHHHHGGHHHHH BHHHUAAAAAA HAHHAHHAHHHHAHAAA HHAHAHAHAAA

 

CITRU' dove sei !!!

Link to post
Share on other sites

La cameriera di Fassino inciampa. Pietro molto educatamente

l'aiuta a rialzarsi. Lei dice:

- Signore, che gentile come posso ringraziarla?

Fassino risponde:

- Tra pochi giorni ci sono le elezioni... potrebbe votare per me!

La donna ribatte:

- Ho sbattuto il sedere, mica la testa!

Link to post
Share on other sites

Giovanni, figlio di una coppia di Rifondazione Comunista Fiorentina, torna a casa e dice alla mamma:

- Mamma, lo sai che i coccodrilli volano?

- Ma, Giovanni, sei proprio sicuro? A me sembra di no...

E Giovanni:

- Ma sì, mamma, i coccodrilli volano!

Allora la mamma:

- Senti Giovanni, penso che dovresti discuterne con papà...

E così Giovanni va dal padre:

- Papà, lo sai che i coccodrilli volano?

- Ma ne sei proprio sicuro? Io credo di no! Ma chi ti ha detto una cosa del genere?

- Bertinotti!

- Basso, Giovanni, molto basso, ma volano!

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Una donna entra in una farmacia.

- per favore, vorrei dell'arsenico.

Trattandosi di un veleno letale, il farmacista chiede informazioni prima

di accontentarla.

- e a che le serve, signora?

- per ammazzare mio marito.

- ah! capisco... pero in questo caso purtroppo non posso darglielo...

La donna senza dire una parola estrae dalla borsetta una foto di suo marito

a letto con la moglie del farmacista.

- Le chiedo scusa! bastava dirlo che aveva la ricetta...

Link to post
Share on other sites

ci sono 2 comunisti, tizio e caio, che stanno parlando :

 

Tizio : se tu avessi 2 jet privati cosa faresti ?

Caio: uno lo terrei per me e uno lo regalerei al partito

 

Tizio : se tu avessi 2 ville cosa faresti ?

Caio: una per me e una al partito

 

Tizio : se tu avessi 2 auto cosa faresti ?

Caio: una per me e una al partito

 

Tizio : se tu avessi 2 biciclette cosa faresti ?

Caio: e no, quelle ce le ho e me le tengo !!!!!!!!!!!

Link to post
Share on other sites

Siamo venuti in possesso del carteggio tra Berlusconi e Bush mentre soffiano i venti di guerra contro l'Iraq.

 

Caro George,

com'è nel mio costume faccio una precisa scelta di campo e mi schiero al tuo fianco. Hai un nuovo, grande alleato nella difficile guerra contro i terroristi dell'Ira. Fammi sapere quando si comincia e cosa devo portare.

Ciao.

Silvio B.

 

---

 

Caro Silvio,

grazie per la tua offerta. Purtroppo l'Ira non è tra gli obiettivi: l'Irlanda del Nord è troppo piccola e più di duemila bombe non riusciamo proprio a farcele stare. Ne ho settantacinquemila da smaltire! Sarà per la prossima volta.

George

 

---

 

Amico George,

ti chiedo scusa, ho fatto confusione coi nomi. È che qua devo fare tutto io: governo, esteri, sport, giustizia, fiori, cucinare... Volevo dire Iran! Per questa importante battaglia di libertà consentimi di offrirti Esercito, Marina, Aviazione e Guardia di Finanza. Anzi, comincerei da questi ultimi, anche in prima linea. Che ne dici?

Silvio B.

 

---

 

Caro Silvio,

cos'è questa storia dell'Iran? La C.I.A., che legge tutte le mie lettere prima di me, è andata su tutte le furie. Dice che l'Iran è un obiettivo così segreto che ne sono a conoscenza solo quelli che contano davvero. Io infatti non ne sapevo niente! Credevo stessimo per attaccare l'Iraq. Attendo spiegazioni.

George

 

---

 

Giorgino, Giorgetto, Giorgiuzzo,

perdonami ancora. Iran, Iraq, Irac o Irak, di geografia non ci capisco un cxxxx. Attacca quello che vuoi, a me preme solo esserti amico. Se non vuoi soldati, meglio. Sai com'è, gli italiani odiano morire in battaglia, preferiscono schiantarsi in autostrada. Ma ti propongo i più entusiasti anchor man per aiutarti a convincere il paese: Mike Bongiorno (che presto farò senatore a vita), Iva Zanicchi, Raimondo Vianello... Scegli chi vuoi.

Silvio B.

 

---

 

Caro Silvio

lascia perdere. Purtroppo neanch'io di geografia capisco granché. È un'ora che cerco il tuo paese sulla carta geografica e non trovo niente. Sarà che è un po' imprecisa (sono quelle che usiamo per bombardare) ma non mi raccapezzo proprio. Insomma, chi c...o siete?

George

 

---

 

Giorgio,

permettimi di colmare questa tua lacuna. Ho già provveduto a inviarti (e già che c'ero anche a tutto il popolo americano) il mio libro "L'Italia che ho in mente", con tanto di carta geografica grande grande, di quelle che usavo da Vespa. Scoprirete che non siamo solo pizza e mafia: oggi siamo pizza, mafia e risotto alla milanese.

 

P.S.:

Sulla cartina vedrai strade, autostrade e ponti bellissimi che purtroppo non ho ancora completato. È che sono incasinato: Nobel, Cirami, Nesta...

A presto

Silvio B.

 

---

 

Caro Silvio,

questa è l'ultima lettera che ti scrivo. La C.I.A. mi invita a non perdere più tempo con te. Dice che non abbiamo bisogno di niente, né di soldati, né di enciclopedie, né di aspirapolveri. Mi spiace, perché eri simpatico.

 

P.S.:

Scusami anche per non aver capito subito dov'è il tuo importante paese. È che lo cercavo in Sudamerica. Non so perché, ma conoscendoti avevo avuto questa impressione.

George

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Quattro amici si ritrovano dopo tanti anni.

Iniziano a parlare del più e del meno e, mentre uno va a ordinare da bere, gli

altri cominciano a parlare dei propri figli.

Il primo dei tre dice: "Sono molto orgoglioso di mio figlio. Ha iniziato a lavorare

come fattorino, si è iscritto alle serali e si è diplomato.

Dopo pochi anni è diventato direttore ed oggi è il presidente della compagnia.

E' diventato cosi ricco da regalare a un suo amico che compiva gli anni una

Mercedes superlusso".

Al che il secondo dice: "Anche io sono molto orgoglioso di mio figlio.

Ha cominciato a lavorare come steward a bordo di un aereo. Nel frattempo è

diventato pilota. Si è associato con altri e ha fondato una compagnia aerea.

Oggi è così ricco che lui a un amico per il compleanno ha regalato un aereo

bimotore Cessna.

Il terzo allora racconta: "Non posso dirvi l'orgoglio che mi da il mio.

Ha studiato ingegneria.

Ha aperto un'impresa di costruzioni e ha fatto i miliardi. Lui, per il compleanno

di un amico gli ha regalato una villa da 1500 mq".

Nel frattempo il quarto torna e chiede di cosa stessero parlando, allora

i tre amici gli chiedono di suo figlio.

"Mio figlio è un gigolò per gay. Si guadagna da vivere così".

E gli amici: "Poverino, che disgrazia!"

"Ma quale disgrazia, sta una favola! Pensate che quest'anno per il

suo compleanno tre frocioni di clienti gli hanno regalato una Mercedes,

un aereo privato e una villa di 1500 mq.!!! ...

 

E i vostri figli invece che fanno?!?"

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Un passerotto si aggira per la boscaglia.

Ad un tratto si posa su di un ramo e sotto di lui vede un cane.

Subito gli chiede:

"Ciao bella bestia! ma che animale sei?"

Ed il cane risponde:

"sono un cane lupo!"

e il passerotto:

"ma dai!?!!"

Il cane:

"Si, un giorno un cane si è accoppiato con un lupo e sono venuto fuori io, un cane lupo!"

"aaah! ciao."

Il passerotto continua a svolazzare... ad un tratto vede un altro strano animaletto e gli pone la medesima domanda:

"ma tu che animale sei?"

"una zanzara tigre!" risponde.

............

"ma va' a cagher!!!"

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

LE TRE Bi

 

I tre B. (Bush, Blair e Berlusconi) si trovano all'inferno.

Bush voleva sapere come stava il suo paese dopo la sua dipartita e chiese al diavolo il permesso di usare il telefono rosso che lo stesso aveva istallato per parlare con gli U.S.A.

Il Diavolo gli concesse l'autorizzazione e dopo una telefonata di 2 minuti, il Diavolo gli disse che il costo della chiamata era di 3.000 dollari; Bush staccò un assegno per la cifra richiesta.

Anche, Tony Blair desiderò fare lo stesso e chiamò in Inghilterra.

Per 5 minuti di conversazione il Diavolo gli presentò un conto di 2.000 sterline.

Pure il Silvietto sentì il desiderio di chiamare in Italia, per sapere come andavano le cose e chiacchierò per 3 ore.

"Quanto le devo?" chiese, alla fine, al Diavolo. "50 centesimi di Euro" disse il Diavolo.

Silvietto rimase stupefatto, poiché sapeva il costo delle altre telefonate e chiese al Diavolo perché era tanto economico chiamare l'Italia.

Al che il Diavolo rispose:

"Bene stia attento: Con la riforma sui licenziamenti, il piano di difesa dai terremoti, i tagli alla sanità, alle pensioni, alle imposte dirette per i redditi più alti, il non controllo dei prezzi dopo l'ingresso nell'Euro, le nuove regole per calcolare l'inflazione, i tagli alla sicurezza sociale, alla sanità, la legge Moratti sull'insegnamento, la legge Gasparri, le sovvenzioni alle scuole private, le privatizzazioni, la vendita dei beni demaniali, i fallimenti Cirio e Parmalat, l'Italia è un inferno e perciò è una chiamata locale”.

 

 

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Dopo ogni volo, i piloti della Qantas riempiono un modulo, chiamato foglio

delle lamentele, che riporta ai meccanici i problemi incontrati dall'aereo

durante il volo, che necessitano una riparazione o una correzione. Gli

ingegneri leggono e correggono il problema, poi rispondono, scrivendo nella

metà inferiore del modulo che rimedio è stato adottato e il pilota rilegge

il foglio prima del volo successivo.

Qui sono riportate alcune lamentele realmente registrate, come

effettivamente riportate dai piloti Qantas, e le soluzioni in risposta

degli ingegneri della manutenzione.

C'è da dire che la Qantas è l'unica compagnia aerea tra le maggiori che non

ha mai avuto un incidente.

(P = problema sottoposto dal pilota)

(S = soluzione ed azione adottate dagli ingegneri)

P: Il pneumatico interno sinistro principale richiede quasi la

sostituzione.

S: Pneumatico interno sinistro principale quasi sostituito.

P: Volo di prova ok, eccetto auto-atterraggio molto ruvido.

S: Auto-atterraggio non installato sul velivolo.

P: Qualcosa di allentato in cabina.

S: Stretto qualcosa in cabina.

P: Il pilota automatico, in modalità mantieni altitudine, produce una

discesa di 200 piedi al minuto.

S: Impossibile riprodurre il problema a terra.

P: Segni di perdite nel carrello principale di destra.

S: Segni rimossi.

P: Volume del DME incredibilmente alto.

S: Volume del DME settato a livelli più credibili.

P: I blocchi a frizione fanno attaccare le manette del gas.

S: E' per quello che stanno lì.

P: IFF non operativo.

S: IFF mai operativo in modalità OFF.

P: Sospetta crepa nel vetro.

S: Sospetto che hai ragione.

P: Motore numero 3 mancante.

S: Motore trovato sotto l'ala destra dopo una breve ricerca.

P: Il velivolo si comporta in maniera strana.

S: Avvertito il velivolo di rigare dritto, volare normalmente, ed essere

serio.

P: Il radar mugugna.

S: Radar riprogrammato con spartiti.

P: Topo in cabina.

S: Installato gatto. :gatto:

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Cé un coniglietto figo, ma proprio figo-figo: peli tirati indietro con la brillantina e occhiali a specchio neri.

Il coniglietto vive nella foresta e si é ormai scopato tutte le più carine della foresta, ma non solo le conigliette.. tutte le femmine della foresta: la tigre, la giraffa, la leonessa ecc. ..

Dopo qualche anno il coniglietto si stufa e vuole cambiare aria, decide pertanto di recarsi in città, ma una volta trasferito il coniglietto si rattrista ancora di piu' poiché per quanto sia tanto bellino, in città nessuno lo prende in considerazione.

Il coniglietto una sera entra sconsolato allo zoo dove, dopo una breve passeggiata, si sofferma davanti alla gabbia del boa e guardandolo con attenzione tra se e se dice:" Minchia! Non mi sono mai scopato un boa! " ed entra quindi contento nella gabbia.

Il serpente vedendolo, tra se e se mormora: " Minchia! Questo dev'essere il pranzo di oggi! " .. ed in un sol boccone se lo mangia.

Dopo qualche minuto entra nella gabbia l'addetto con il pranzo per il boa.

Il boa vedendo il suo pranzo tra se e se dice:" Ah! Minchia! .. ma allora la cosa che ho mangiato prima non é il mio pranzo! " ... e in un sol colpo:" Phuu!! ".. sputa fuori il coniglietto, il quale si guarda intorno ancora un pò scioccato, si tira indietro i peli con la brillantina, si rimette gli occiali a specchio neri ed esclama:" Minchia, che pompino! " ...

Link to post
Share on other sites

Germania: Presentato un nuovo contraccettivo. Si chiama "Mirena", ed È una spirale molto potente. Una volta collocata in utero, rilascia un ormone lentamente, in modo da garantire l'infertilità per più di 200 anni. Oppure per 5 anni, ma estesa all'intera provincia.

 

(Daniele Luttazzi)

 

 

 

 

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

LA GEOGRAFIA DELLA DONNA

 

1) Tra 18 e 20 anni la donna è come l' Africa o l'Australia, mezza

scoperta, mezza selvaggia, naturalmente stupenda.

2) Tra 20 e 30 anni è come l'America o il Giappone, completamente

scoperta, bella sviluppata e aperta al commercio specialmente con chi

possiede carte di credito e macchine.

3) Tra 30 e 35 anni è come la Spagna o l'India, molto calda, rilassata

e

convinta della sua bellezza.

4) Tra 35 e 40 anni è come la Francia o l'Argentina, è stata mezza

distrutta durante la guerra ma sempre piacevole da visitare.

5) Tra 40 e 50 anni è come l'Iraq o la Yugoslavia, ha perso la guerra

ed

è afflitta dagli errori passati. Una decisa ricostruzione è necessaria.

6) Tra 50 e 60 anni è come la Russia o il Canada, molto aperta,

tranquilla, con i suoi confini praticamente non controllati ma il suo

clima freddo tiene la gente lontana da lei.

7) Tra 60 e 70 anni è come l'Inghilterra o la Mongolia, con un passato

glorioso ma purtroppo senza futuro.

8) Dopo i 70 anni diventa come l'Albania o l'Afghanistan, tutti sanno

dov'è ma nessuno ci vuole andare.

 

LA GEOGRAFIA DELL'UOMO Tra 15 e 70 anni l'uomo è come l'Italia,

governato dai coglioni...

 

 

 

 

 

 

LittleB

Link to post
Share on other sites

Un po' di par-condicio.

 

"Papa', sai che gli asini volano?". "Figliolo, ma chi ti insegna queste stronzate? Gli asini non possono volare, e' impossibile!!". "E' vero, papa', gli asini volano, sono sicuro!". "Bambino mio, scommetto che e' a scuola che ti mettono in testa queste cose; domani andro' a parlare subito con la tua maestra". "Ma, papa', che gli asini volano, l'ho letto su l'Unita'".

E il padre: "Gli asini volano ... beh, non proprio, SVOLAZZANO !!".

 

Prodi va a Londra in visita ufficiale e la regina lo scarrozza un po' per le vie della citta' con il cocchio reale (scoperto) trainato dalla regolamentare quadriglia di cavalli bianchi. Improvvisamente uno di questi emette una scoreggia torrenziale. La regina, leggermente imbarazzata dice "Sorry", al che il nostro, con sorriso conciliante e pacioso: "Ma di niente, si figuri, credevo che fosse stato il cavallo!"

 

Il Compagno Bertinotti si reca a far visita ad un asilo e si mette a giocare con i bambini ovviamente per propaganda politica in vista delle elezioni europee. Inizia cosi' un colloquio con ogni bambino, ma ad un certo punto Bertinotti viene attirato dallo splendido sorriso di una bambina dell'ultima fila. Il Compagno Bertinotti si reca da lei e le chiede: "Bella bambina, come mai sei cosi' contenta?". E la bimba:

"Questa notte la mia cagna ha fatto 5 cuccioli!". Allora Bertinotti: "Bene, dunque abbiamo 5 nuovi compagni".

E la bimba: "No, signore, solo 4: uno HA APERTO GLI OCCHI!".

Link to post
Share on other sites

Notizia dell'ultim'ora: Mentre si trovava nelle sua villa di Arcore, intento ad appendere un quadro, il Presidente Silvio Berlusconi si è dato inavvertitamente una martellata sul pollice. Il gesto gli ha fatto sfuggire l'esclamazione «Cristo!!!». La cosa è subito trapelata fino a giungere alle orecchie del Santo Padre che, indignato, si è prontamente dimesso dichiarando:

«Il Signor Berlusconi non deve permettersi! Torno dai miei parrocchiani in Polonia».

Il fatto ha gettato lo scompiglio in tutto il mondo giornalistico e politico. Rete4 ha subito lanciato un servizio in difesa del Cavaliere: in base a un sondaggio, il 99% degli Italiani, se colpiti da una martellata sul pollice, hanno la stessa reazione di Berlusconi. Confermata quindi la sua leadership.

Bruno Vespa, con uno scoop a sorpresa, è riuscito a ospitare a 'Porta a Porta' il titolare della ditta che ha fabbricato il martello;

Maurizio Costanzo ha risposto con il titolare della ferramenta che ha venduto il martello.

Tuttosport ha titolato a piena pagina: 'Berlusconi fa dimettere il Santo Padre. Sacchi il successore?'.

Rai3 ha lanciato uno speciale dal titolo: 'Il martello: usi, tecniche e applicazioni'.

Dure le reazioni nel mondo politico.

Bertinotti ha commentato: «La manovra di Berlusconi è chiara: ha usato

il martello, notoriamente parte del nostro simbolo, per attaccare il Vaticano e far ricadere la colpa sui comunisti».

Pronta la replica di Pisanu di Forza Italia: «Veramente voleva solo attaccare un quadro».

L'onorevole Wa(l)ter Veltroni sottolinea che «con il suo gesto il Santo Padre ha voluto marcare l'indipendenza della Chiesa dagli accadimenti negativi che possono capitare nei lavori domestici». Il portavoce di Rifondazione, Armando Cossutta, esprime invece tutto «il disprezzo per Berlusconi che, volendo dedicarsi a lavori che esulano dalla sfera delle sue competenze, oltre a causare le dimissioni del

Santo Padre ha portato via il lavoro a un operaio, facendo aumentare il tasso di disoccupazione».

Il leader del Carroccio, Umberto Bossi, è raggiante perchè secondo lui «il Cavaliere si è schierato con la Lega nella lotta per l'indipendenza della Padania: il contributo dato nel cacciare un extracomunitario ne è la prova lampante!».

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...