Jump to content

Recommended Posts

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 25 anni, e da quando avevo 16 anni (quasi 17) ho cominciato a perdere lentamente e inesorabilmente i miei capelli.

Prima il frontale, le tempie, e il centro dello scalpo.

 

Non sono mai andato in visita da un tricologo, ne ho mai messo in atto una cura di mantenimento, se non per un brevissimo periodo, sospeso a causa d possibili sides.

 

Il problema, come ben sapete, è estremamente delicato per alcuni, psicologicamente parlando; per me è stato un vero e proprio trauma debilitante, e probabilmente la depressione è scaturita da questo evento.

Mai uscito di casa senza cappello, e non ho mai mostrato a nessuno o quasi, il mio problema.

 

Ho sempre utilizzato microfibre per nascondere il problema, ma siccome l'effetto non mi è mai piaciuto molto a causa del frontale, ho limitato quasi a zero l'utilizzo del prodotto, in favore del cappello.

 

Anche perchè, utilizzando questo tipo di prodotti NON SI VIVE; sempre a ritoccare eventuali imperfezioni, non puoi fare la doccia con una donna, non puoi andare al mare, non può arrivare un temporale improvvisamente.

 

Ho sempre pensato che questo fosse un problema di cui dovermi occupare, in quanto non sono mai riuscito, e mai riuscirò ad accettare la cosa.

 

Non ho mai speso tempo e denaro per le cure farmacologiche in quanto, tra sides, e percentuali di successo basse, ho pensato che non fosse una soluzione, ma un altro palliativo.

 

Da tempo pensavo ad un trapianto FUE, che mi sembrava il più efficace e naturale,ho provato a trovare i pro e i contro, e sono giunto ad alcune conclusioni, già largamente conosciute:

 

1. Nel corso degli anni l'AGA continuerebbe a progredire, creando nuovi buchi in testa.

2. Nel corso degli anni l'effetto del trapianto potrebbe regredire.

3. Non c'è garanzia di riuscita, anche se effettuato alla perfezione

4. Costo elevato

5. Tempi di attesa prima di vedere i risultati, mediamente lunghi.

 

Ultimamente invece stavo pensando ad una protesi, sarebbe una ''soluzione'' veloce, ed economica, ma anche in questo caso, riesco a vedere solo tanti aspetti negativi:

 

1. Al giorno il ''parrucchino'' viene visto ancora come una cosa ABERRANTE, una cosa squallida, e c'è chi dice meglio la pelata che il parrucchino.

2. Il trauma psicologico ad ogni pulizia e installazione della protesi.

3. Il problema di doverlo dire ad un eventuale futura partner, cosa che potrebbe essere causa di problemi, se non di rottura (vedi punto 1)

4. Gli occhi indiscreti delle persone.

 

Purtroppo, non so come sia altrove, ma dove vivo, c'è una naturale invadenza della privacy altrui, e automaticamente, scatterebbero domande e attenzioni verso il mio problema, che anche se nessuno o quasi ha mai visto, sà che ci sia.

 

Infine, trovo assurdo, se non patetico e incredibile (nel senso che non ci si crede per davvero) che nel 2018, quasi abbiamo scoperto come effettuare viaggi nel tempo, e non sappiamo come curare questa ''malattia'', o creare capelli sintetici in grado di ricrescere.

Credo che la colpa sia delle cause farmaceutiche, delle case produttrici di protesi, dei tricologi stessi, ed in fine, ma non per importanza, dei clienti stessi, che non hanno mai creato nessun tipo di associazione in grado di portare avanti studi privati ed esenti da influenze esterne sull'argomento.

 

Ritornando a noi, cosa dovrei fare?

 

Qui alcune foto:

 

https://imageshack.com/a/img922/1732/rGnxeS.jpg

https://imageshack.com/a/img923/7423/0S4BWW.jpg

https://imageshack.com/a/img923/2580/AivlbS.jpg

https://imageshack.com/a/img923/2786/2BOJ2t.jpg

https://imageshack.com/a/img924/1569/wAhdUy.jpg

https://imageshack.com/a/img924/7777/6j3WZd.jpg

https://imageshack.com/a/img924/2391/Q31w9d.jpg

 

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

GenniA sembra che tu conosca tutte le soluzioni possibili e ti sia fatto un idea ben chiara sui pro e contro delle soluzioni attualmente negoziabili rispondendo alle tue domande. Suppongo , visti i risultati pro e dopo di hasson e wong, che il trapianto fue possa donare risultati gradevoli sul front e tempie in stadio lieve e se la calvizia progredisse si potrebbe fare qualche altro ritocchino impoverendo maggiormente l'area della nuca. Non vorrei che poi sia proprio la donor area a creare inestetismi a causa della bassa densità. Ci rendono l'idea che l'area donatrice dovrebbe essere densa per fare trapianti sia FUE che FUT. Nella tecnica FUT ci sarebbe poi la cicatrice da occultare e se si ha bassa densità proprio nella nuca non si potrà fare nulla.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...