Vai al contenuto


Foto

Riduzione Di Scalpo Gratuita


  • Per cortesia connettiti per rispondere
15 risposte a questa discussione

#1 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 01 marzo 2004 - 11:27

Gent.li Membri del Forum

Il prossimo 3-4 e 5 Giugno si terrà a Torino il Congresso dell'ISHR.
Parteciperanno al Congresso numerosi specialisti e sono previsti degli interventi in diretta nel corso del Congresso.

Oltre a due megasession, sarà eseguita una riduzione di scalpo per la riduzione della calvizie nell'area della chierica.

Questo intervento, potrà essere una premessa ad un intervento di autotrapianto, o a quella che viene comunemente definita la sequenza dell'estensore di Frechet, volta all'eliminazione chirurgica della calvizie di Vertex.

L'operatore sarà il Dott. Ciro De Sio di Roma, che sta cercando un paziente , disposto a farsi operare a Torino, gratuitamente, nel corso del Congresso, prestandosi pertanto alle ovvie riprese.

Coloro che fossero interessati possono contattare direttamente il Dott. De Sio al seguente indirizzo [email protected]

Dott. Piero Tesauro
Segreteria Scientifica del Congresso ISHR
Informazioni sul Congresso nel sito www.ISHR.it

#2 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 02 marzo 2004 - 10:17

Questo richiamo è inserito per lasciare il messaggio in evidenza.
la richiesta può interessare coloro che oltre ad avere una calvizie di vertice hanno un grado di elasticità che consente di avere un grande beneficio da questa procedura.

Un saluto
Dott. Tesauro

#3 shon67

shon67
  • Banned
  • 598 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2004 - 01:57

mmm......scalp reduction...come se non fosse già abbastanza odiata la cicatrice posteriore.
-Shon-

#4 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 10 maggio 2004 - 09:20

Il Dott. Ciro De Sio mi ha pregato di rinnovare la sua richiesta.

L'intervento di scalp reduction per la riduzione chirurgica della chierica dovrebbe avvenire nel corso di un seminario del congresso dell'ISHR di Giugno.

La Tecnica utilizzata è quella ormai consolidata dell'Estensore di Frechet.

Il Dott. Frechet è uno dei chirurghi europei di maggior fama internazionale che per questa tecnica ha avuto in un recentissimo passato numerosi riconoscimenti

C'è gia un candidato che pare abbia dei problemi di data.
L'opzione è quindi ancora valida.

Vi consiglierei, se interessati di chiamare il Dott. De Sio. (ROMA)
Nel corso della visita potrete approfondire ogni aspetto dell'intervento e valutare se fa al caso vostro meno. La visita è gratuita.

[email protected]

Personalmente ritengo che la tecnica, in casi selezionati sia di indubbia validità.
Non esiste una sola tecnica giusta per ogni paziente ma numerose tecniche in grado di soddisfare esigenze diverse.

Avete comunque lo strumento per approfondire e la opportunità di essere operati gratis in un contesto dove la "sorveglianza" è certamente una garanzia.

Il Telefono del Dott. De Sio è nel sito www.ISHR.it

Dott. Tesauro

#5 NILO

NILO
  • Salusmaster User
  • 356 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2004 - 08:24

La tecnica di Scalp Reduction mediante l'estensore di Frechet si effettua, al fine di ottenere un buon risultato, generalmente in tre sessioni. La gratuità dell'intervento riguarda solo la prima sessione (quella effettuata durante il Congresso), oppure è estesa anche agli altri due interventi? :(

#6 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 11 maggio 2004 - 09:02

Gli accordi saranno presi direttamente con il Dott. De Sio che discuterà con il paziente le opzioni possibili.

Di sicuro ci sarà un notevole risparmio, anche se mi riesce difficile immaginare che anche gli altri interventi saranno interamente gratuiti.

Il desiderio di avere un paziente in tempo produrrà di certo degli sconti.

Un saluto
Doc

#7 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2004 - 09:40

Invito chiunque fosse interessato ad affrontare tale tipo di intervento chirurgico ad un confronto preliminare con alcuni degli esperti mondiali di autotrapianto.
Una corretta informazione vi porrà a conoscenza dei rischi relativi a tale tipologia di soluzione.
Va ricordato inoltre come una volta firmato il consenso informato non vi siano più le possibilità legali di imputare alcuna responsabilità al chirurgo esecutore dell'intervento.

Sottolineo infine come una delle pratiche contrarie all'etica medica sia costituita dalla pubblicità fatta direttamente dai medici stessi a meno ch'essa non venga autorizzata dal Paese interessato e dal Codice di Etica dell'Associazione Medica Nazionale.

Ciao :babbonatale:

#8 Underdog

Underdog
  • Salusmaster User
  • 700 Messaggi:
  • Località:Roma, Italy

Inviato 11 maggio 2004 - 09:52

Concordo in pieno con aragorn.

#9 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 11 maggio 2004 - 10:35

Scusa Aragorn

ma cosa vuoi dire?
Esprimi il tuo parere con chiarezza.
Non ti piace la tecnica in questione ... e dillo.
Non lanciare strali sibillini.
La pensavo anche io come Te, e ritengo anche oggi che sia una tecnica difficile da proporre per la tempistica molto serrata.
Non ne ho una visione negativa in senso assoluto.

Ho visto i pazienti di Frechet dal vivo (ne ha portati 10 e non 1) al congresso di Parigi, ed ho rivisto le mie convinzioni di allora dando ad esse un taglio diverso.

Io ritengo che l'opinione giusta sia data dal capire che esistono casi selezionati, persone quindi, per le quali esiste un'ottima indicazione. Il collega in questione ha con questa tecnica un'ampia esperienza.

Io non devo convincere nessuno, esistono visite preliminari, che servono a chiarirsi le idee. Chi vorrà valutare farà i suoi passi.

Non ritengo che in un paese dove sia andato in onda "Bisturi", si debba in un piccolo Forum come questo ricordare continuamente le regole etiche.
L'informazione è stata anche pubblicata altrove (non solo sul web), il congresso non è al mio studio, e l'operazione è gratuita.

Un saluto
Doc :babbonatale:

#10 Lady Marmelade

Lady Marmelade
  • Unregistered
  • 7242 Messaggi:
  • Sesso:Femmina

Inviato 11 maggio 2004 - 11:11

io credo volesse dire di non fare pubblicità qui per un intervento,dato che lei è medico e ha un'etica professionale da rispettare

#11 Brasileiro

Brasileiro
  • Salusmaster User
  • 2817 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2004 - 12:20

Invito chiunque fosse interessato ad affrontare tale tipo di intervento chirurgico ad un confronto preliminare con alcuni degli esperti mondiali di autotrapianto.
Una corretta informazione vi porrà a conoscenza dei rischi relativi a tale tipologia di soluzione.
Va ricordato inoltre come una volta firmato il consenso informato non vi siano più le possibilità legali di imputare alcuna responsabilità al chirurgo esecutore dell'intervento.

Sottolineo infine come una delle pratiche contrarie all'etica medica sia costituita dalla pubblicità fatta direttamente dai medici stessi a meno ch'essa non venga autorizzata dal Paese interessato e dal Codice di Etica dell'Associazione Medica Nazionale.

Ciao :babbonatale:

Aragorn,
anche a nome dei futuri utenti che potrebbero avvicinarsi al forum cercando informazioni su questa tecnica, ti chiederei gentilmente di sintetizzare i rischi a cui vanno incontro le persone che decidessero di sottoporvisi.

E' sempre positivo arricchire di informazioni consultabili il forum.

Inoltre credo di interpretare la curiosità di qualche utente chiedendo sia a te che al Dottor Tesauro come mai se questa è una tecnica di indicazione limitata e con delle controindicazioni, si dedichi ad essa uno spazio ed addirittura un intervento in un Congresso con esponenti di fama internazionale.

grazie a tutti

Brasileiro

#12 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2004 - 10:12

Aragorn,
anche a nome dei futuri utenti che potrebbero avvicinarsi al forum cercando informazioni su questa tecnica, ti chiederei gentilmente di sintetizzare i rischi a cui vanno incontro le persone che decidessero di sottoporvisi.

E' sempre positivo arricchire di informazioni consultabili  il forum.


Purtroppo a me è capitato di vedere non solo pazienti sui quali l'intervento è riuscito perfettamente.
Un campione di pazienti non significativo statisticamente sulla popolazione, può portare spesso a conclusioni errate.
Questo chiaramente vale per ogni tipologia di intervento chirurgico.
Credo che il parere di Cole riportato sotto sia sufficiente, comunque se avete necessità di un contributo fatemi sapere.

Ciao :babbonatale:


Scalp Reductions

This group of procedures are collectively known as alopecia reductions, baldness reductions, male pattern reductions, and by other names. The basic premise is, that by excising, or cutting out, a segment of bald scalp, the baldness is reduced. This provides an immediate and relatively dramatic improvement in the balding appearance, and the added benefit of less area needing to be grafted. This would limit the strain on the patient’s finite "donor reserves", meaning the hair available from the permanent zone that can be harvested for grafting. This may seem intuitively obvious at first glance, but consider this: when scalp is removed from the crown area and the top of the head, the sides and back are pulled up in order to approximate the wound and suture it closed. The effect this can have on the donor hair in the back and sides of the head is to decrease the density of this hair.

Other problems that slowly became evident included the phenomenon of stretchback, whereby the natural elastic properties of the scalp skin overcame the tension element of the scalp reduction, and some or all of the benefit would be lost. Hair loss may be accelerated by scalp reductions, in the opinion of some hair surgeons; we definitely know that "shock loss", or effluvium, can occur around the incision. Some of this shock loss hair may or may not grow back, largely depending on its state of miniaturization.

Scarring is one of the most significant complications seen after scalp reduction. There are a number of incisional patterns that surgeons use: the midline ellipse, Mercedes star, Z-plasty, and lazy-S. The end result of any of these will be a scar in the shape of the sutured wound. This scar may be more or less noticeable depending, in part, on whether there is continued balding in the area, or how closely adjacent to the scar dense hair is found. The fact of the matter is that the patient’s donor density and scalp laxity can be reduced by the procedure. These are two of the determinants of the amount of donor "reserves" remaining. If they are reduced enough, there may not be enough hair left to graft over the scar if it is, or becomes, obvious to the casual observer. This is a major cosmetic problem.

While scalp reductions are often done as series of two or three, some surgeons will substitute for the series by doing one large procedure. This is known as a scalp lift or hair lift. It requires general anesthesia, and essentially undermines the scalp down to the ears and down to the neck. Then, the loose scalp is pulled up, the balding area removed and the wound edges stitched together. It is also standard procedure to ligate, or tie off, the major arteries to the back of the head, called the occipital arteries. Usually, the occipital nerves are sacrificed in the bargain, leading to significant and long lasting scalp numbness.

There are also various types of scalp expanders, both inflatable and spring-type. Both types are surgically implanted, and are designed to stretch the scalp prior to the reduction surgery. Their effects are variable, and although some surgeons seem to do well with their use, many of the same potential drawbacks of scalp reductions may occur.

Two other well-known cosmetic deformities resulting merit mention here. One is the loss of normal hair direction, often manifesting as the "parting of the Red Sea" phenomenon. This occurs because when the scalp is pulled up from the sides, and then becomes situated on top of the head, its hair will still emerge at its native angle. In short, it may appear to stick out to the sides from the midline in an unnatural way, like the biblical parting of the Red Sea. Another is the "posterior slot" formation, which also occurs as the result of scalp reduction surgeries. This "slot" appears as vertical scar running down the crown of the head, with the adjacent hair angled out flatly. This is a very obvious deformity; there is a flap surgery designed just to correct this problem (!), but it is complex and not performed well by many surgeons.

We feel that scalp reduction procedures generally have a very high risk to benefit ratio.

#13 Underdog

Underdog
  • Salusmaster User
  • 700 Messaggi:
  • Località:Roma, Italy

Inviato 12 maggio 2004 - 11:03

Aragorn mi ha preceduto pubblicando l'estratto dalla "guida del paziente all'autotrapianto" di COLE.

Sono perfettamente d'accordo con quanto scrive, la riduzione di scalpo è una tecnica invasiva (provate a pensare di avere degli espansori cutanei impiantati sottocute allo scopo di aumentare la lassità dello scalpo..orribile..)

Di sotto trovate il collegamento diretto al download della guida pazienti all'auto trapianto, che CONSIGLIO SPASSIONATAMENTE A TUTTI, in quanto è la pubblicazione piu onesta, obbiettiva e informativo dispobibile sul web.

Inoltre è particolarmente virata sulla tecnica strip.

La guida è un modello di informazione per l'utente e dimostra un onestà descrittiva non comune, l'unico problema è che è scritta in inglese. Comunque risponde al 99 percento delle domande sull'auto trapianto:
http://www.forhair.c...tientsGuide.pdf

fate un favore a voi stessi, scaricatela e studiatela nel caso stiate pensando a un autotrapianto.

Saluti.

#14 Dott. Tesauro

Dott. Tesauro
  • Salusmaster User
  • 352 Messaggi:
  • Località:Na

Inviato 12 maggio 2004 - 09:53

Sono ovviamente al corrente dei pareri diversi che suscita questa tecnica ma digitando su Google FRECHET EXTENDER possono ritrovarsi infiniti altri pareri, di cui molti autorevoli, che la pensano diversamente.

Comunque sia, anche a mio avviso ha indicazioni indubbiamente limitate.
Chi però desidera una chierica ad alta densità ed ha una classe Nor 4-5 potrebbe prenderla in considerazione.

Dal parere di Cole è bene estrapolare alcune frasi.
Per facilità di lettura le commento in modo semplicistico con un Vero Falso, si potrebbe allungare il brodo ma risulterebbe meno comprensibile.


stretchback, VERO
Hair loss may be accelerated by scalp reductions, VERO
Scarring VERO
It requires general anesthesia, FALSO

to ligate, or tie off, the major arteries to the back of the head, called the occipital arteries. Usually, the occipital nerves are sacrificed in the bargain, leading to significant and long lasting scalp numbness. QUESTE TECNICHE SONO STATE ABBANDONATE

Nelle ultime righe si parla in particolare dell'estensore di Frechet (Spring -elastico)

There are also various types of scalp expanders, both inflatable and spring-type. Both types are surgically implanted, and are designed to stretch the scalp prior to the reduction surgery. Their effects are variable, and although some surgeons seem to do well with their use, many of the same potential drawbacks of scalp reductions may occur.

ANCHE COLE NON PUO' ESIMERSI DAL RICONOSCERNE LA VALIDITA' IN CASI SELEZIONATI


"parting of the Red Sea"
"posterior slot" formation,

Il problema della direzione dei capelli è proprio il punto di forza di questa tecnica rispetto a quelle che l'hanno preceduta.

L'intervento di Triple flap che conclude la sequenza ripristina l'orientamento.

Un saluto
Doc

#15 raffa75

raffa75
  • Salusmaster User
  • 2026 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2004 - 11:24

scusi dottore,ma un intervento del genere TIRA la cute in modo da ridurre l'area da trattare poi con un autotrapianto,ma nel contempo non la tira al punto da limitare i cm2 estraibili e quindi le UF utilizzabili?

#16 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2004 - 08:45

Chi però desidera una chierica ad alta densità ed ha una classe Nor 4-5 potrebbe prenderla in considerazione.


Difficilmente si ottiene una alta densità.
Questa andrebbe ricalcolata sulla base della densità esistente in zona safe e in funzione dell'area che verrà rimossa.
Il risultato finale sarà un impoverimento generale della densità per cm.q. dal momento che i follicoli residui si distribuiscono estendendone il numero totale su una superficie più ampia.
Per di più, direi che nessuno è in grado si affermare quando una zona sia effettivamente "safe", quindi i risultati andrebbero elaborati dopo alcuni anni.
Nel caso di ulteriori evoluzioni dell'AA i risultati diverrebbero molto discutibili da un profilo estetico, mettendo per di più in evidenza gli esiti cicatriziali.
Infine il post operatorio non proprio agevole per il paziente, fa si che a mio giudizio questo sia un intervento assolutamente da non consigliare a meno di non avere pazienti disposti a rinunciare alla socialità e a sopportare un grado di sofferenza elevato per ottenere risultati peggiori o analoghi di quelli risultanti da altre tecniche.

Ciao :babbonatale:




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi


    Bing (1)