Vai al contenuto


Foto

3 settembre intervento da Morselli.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
63 risposte a questa discussione

#21 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2003 - 09:42

Ciao andreino, mi auguro che sia come tu dici perché in questo momento sono leggermente preoccupato.
La cicatrice nel punto più brutto (quello completamente glabro) appare ancora troppo ampia circa 1.5cm.
Lunedì sono da Morselli per un controllo, mi farò spiegare meglio il mio l’intervento, dopo di me dovevano fare un altro intervento, non c’era molto tempo per parlare.

Blu.

#22 Geronimo

Geronimo
  • Banned
  • 1140 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2003 - 08:47

Ciao andreino,

quando hai un attimo di tempo perchè non ci descrivi meglio nel dettaglio l'intervento eseguito da Uebel, cercando di aggiungere il maggior numero di particolari ed informazioni possibili ??

Grazie

#23 elvenr

elvenr
  • Salusmaster User
  • 4 Messaggi:
  • Località:Parma
  • Interessi:Elettronica

Inviato 07 settembre 2003 - 06:03

Ok,descrivo il mio intervento.
In giugno di quest'anno,dopo aver preso la decisione di volere infoltire tutta la zona normalmente interessata dall'A.A.,con particolare cura nella zona frontale e dopo aver sentito diversi pareri,decisi l'intervento presso la clinica del dott.Morselli.Ho preso la decisione di operarmi in Italia perche' mi spaventava un po'il post-operatorio,quindi ritenevo fosse meglio avere il medico-chirurgo piu'vicino possibile.. La franchezza e la professionalita'del Dott.Morselli mi hanno poi ulteriormente convinto.
La mia situazione era quella di una persona di 33 anni che dopo aver usato Minoxidil e Finasteride per mantenere i quattro capelli che aveva in testa quando aveva iniziato la cura,voleva poi ottenere una densita' un po' piu' alta di quella a cui si era abituato.La mia densita' era abbastanza omogenea ma di pochi capelli-cm2(diciamo 15-20)e anche di ridotto spessore,quindi l'aspetto finale non era proprio un granche'.
Ero comunque informato e convinto del fatto che non avrei mai avuto la capigliatura che avevo a 18 anni,(e tutt'ora lo ritengo impossibile con le pratiche chirurgiche attuali,anche le piu' moderne)e comunque ricercavo solo un'aumento di densita' che mi avesse dato un'aspetto diciamo... "accettabile"...
Ho ormai accettato di essere "stempiato",tanto che al momento del disegno della linea frontale,pochi minuti prima dell'intervento,io stesso ho chiesto al chirurgo (Uebel)di alzarla seguendo quella formata dai miei capelli rimasti.
All'inizio ero intenzionato a procedere con l'impianto di fibre artificiali
,poi pero' il Dott.Morselli mi ha chiarito alcuni punti in cui il trapianto si rende enormemente piu' vantaggioso.
L'intervento,eseguito da Morselli-Uebel,anestesista,2 paramedici,e l'assistente del dott. Uebel,ha fatto si' che mi venissero impiante circa 1200 U.F. e non mi ha dato problemi e non ho avvertito nessun dolore.Solo il giorno dopo ho avuto bruciori diffusi; il gonfiore che e' sceso sugli occhi invece, mi e' rimasto per una settimana abbondante.
Dopo 20 giorni dall'intervento ho notato che la cicatrice posteriore stava diventando molto visibile,addirittura,piu' dei primi giorni dopo l'intervento...
Dopo alcuni controlli ho visto che non era la cicatrice che si stava allargando,ma erano i capelli circostanti che stavano cadendo o assottigliandosi a causa dello stress dato dall'incisione ai tessuti circostanti e forse anche a causa di un'uso eccessivo di Gentalyn-beta da parte mia.
Iniziando a riutilizzare Minoxidil poi,ho provveduto a trattare anche la zona donatrice
oltre a quella ricevente,ottenedo un netto miglioramento.Uso anche Folligen,Ell Cranell @ e Finasteride.
Oggi a 2 mesi di distanza dall'intervento la cicatrice non mi fa' piu' male ad appoggiarmi forte,ed e' poco visibile,avendo una larghezza da 1 a 3 mm,i bulbi trapiantati
stanno iniziando a crescere,ma mi e' difficile al momento esprimere un giudizio sulla densita' effettiva ottenuta.

Per quanto riguarda quindi la professionalita' e l'organizzazione messa in pratica dal Dott.Morselli,non posso che essere pienamente soddisfatto.

Per quanto riguarda un giudizio sul risultato finale,dovro' attendere ancora qualche mese.

Terminando,vorrei esprimere un mio parere del tutto personale su cio'che spesso leggo in questo forum.
Leggo di persone che,accanite,vogliono e pretendono una chioma come da prima che l'A.A. compiesse il suo tragico e maledetto lavoro....
Dobbiamo,credo,renderci conto che noi destinati calvi,siamo persone diverse dagli altri,siamo piu'sfortunati....
Forse non e'pienamente giusto accettare di diventare completamente calvi,ma penso che sia peggio accanirsi nel cercare con tutte le nostre forze ,inutilmente a mio giudizio,di riavere la capigliatura dei nostri 18 anni.
Ringrazio e saluto tutti coloro che leggono o partecipano al Forum.Ciao!


#24 Geronimo

Geronimo
  • Banned
  • 1140 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2003 - 06:49

Grazie andreino,

volevo farti una domanda: hai scritto che l'intervento è stato eseguito da Morselli ed Uebel.

Cosa intendi con questo ?

Che entrambi hanno eseguito l'innesto delle u.f. in cooperazione ?

Oppure le u.f. ti sono state innestate soltanto dalle mani del prof. Uebel ?

Il tuo autotrapianto porta la firma del solo Uebel ?
Oppure porta la firma di entrambi ?

#25 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2003 - 07:46

Non credo che Andreino come me ti possa rispondere Geronimo, da quello che ho potuto capire tutti gl’interventi d’autotrapianto di Morselli e Uebel sono in anestesia totale.
Domani sono da Morselli m’informerò anche su questo.

X Andreino ti ho inviato un messaggio privato, per leggerlo clicca su “il tuo profilo”.

Ciao Blu

#26 Geronimo

Geronimo
  • Banned
  • 1140 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2003 - 08:43

Quando io ed omi62 siamo andati alla visita con Uebel e Morselli abbiamo dato per scontato che fosse il primo ad eseguire l'intervento.

Informati bene e facci sapere.

Ciao

#27 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2003 - 08:42

Ieri ho effettuato la visita di controllo, in effetti anche Morselli ha constatato che la mia cicatrice è ancora ampia, per arrivare alla dimensioni che mi aspettavo occorre un altro intervento……
Mi ha consigliato di aspettare prima di giudicare il risultato, su questo sono pienamente d’accordo, ma onestamente mi aspettavo un miglioramento visivo più evidente.

X Geronimo: Se ho ben capito Uebel fa il prelievo la sutura e le incisioni dove immediatamente senza aspettare la coagulazione Morselli posiziona la u.f.

Ho chiesto a Morselli se in un futuro prevede d’invitare nella sua clinica un chirurgo che effettua la fue, non ha cestinato questa probabilità.

Ciao Blu

#28 Geronimo

Geronimo
  • Banned
  • 1140 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2003 - 05:35




Questo è un punto importante, sul quale bisogna fare molta chiarezza.

Se tu mi dici che Morselli opera attivamente all'intervento effettuando l'innesto delle u.f. ...a questo punto....ho come l'impressione che cambiano le carte in tavola.

Mi spiego....

se io vado a Modena per farmi operare da Uebel pretendo che l'intervento sia eseguito da costui dalla A alla Z, incluso ovviamente l'innesto delle u.f. che costituisce una delle fasi più delicate.

Chiedo gentilmente al dott. Morselli di intervenire a tal proposito con maggior chiarezza......anzi...forse è meglio appositamente un topic.

#29 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2003 - 06:15

Che Morselli inserisca le u.f. è una cosa positiva.
Per farti un esempio da Gambino sono le infermiere che posizionano le u.f.(di capelli ricresciuti pochissimi), come del resto da quello che ho letto anche da Hasson e Shapiro.
Credo sia preferibile che un compito come tu dici giustamente delicato, sia eseguito da un chirurgo piuttosto che da infermiere anche se ben addestrate.

Ciao Blu

#30 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2003 - 07:41

Sono appena tornato da Morselli dove mi ha tolto i punti di sutura, ora non mi resta che aspettare e sperare che la cicatrice non faccia brutti scherzi.
Comunque per rimediare agli errori di Gambino (gli auguro………..) ci vorrebbe un altro intervento che in questo momento non voglio neanche pensarci.

Ho conosciuto il ragazzo (una vittima del xxx nazionale) operato il mio stesso giorno, devo ammettere che Morselli e Uebel con lui hanno fatto un gran bel lavoro, circa 1500 u.f. su un 2 Hamilton frontale hanno praticamente risolto la sua calvizie.

Ciao Blu

#31 conguero

conguero
  • Salusmaster User
  • 281 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2003 - 12:40

Uebel e Morselli ti avevano informato che ci sarebbero voluti due interventi per sistemare la cicatrice di Gambino?

Il secondo intervento spero non te lo farà pagare!
Io sono un artigiano, se non riesco a compiere un restauro con il primo intervento ci ritorno sopra senza aggravio di spese per il mio cliente, anche se si tratta di difficoltà oggettive non dovute ad imperizia da parte mia.
Questa è etica professionale che vale ancora di più quando si lavora sulla pelle della gente.
Dottore mi raccomando!

#32 vorticoso

vorticoso
  • Salusmaster User
  • 56 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2003 - 01:30

Uebel mi aveva spiegato che con un solo intervento, non sarebbe riuscito ad unire in un'unica cicatrice la parte più alta della cicatrice, ma il resto si.
Il mio disappunto è dovuto al fatto che la cicatrice più alta, non è stata toccata neanche nel punto meno ampio dove si unisce alle altre due, in pratica Uebel ha unito solo le due cicatrici inferiori.

Comunque preferisco aspettare prima di dare un giudizio definitivo, sono consapevole che la bacchetta magica non è stata ancora inventata e che i miei guai nascono da precedenti interventi.

Se tra 7-8 mesi la mia cicatrice sarà ancora invalidante per me, valuterò un eventuale intervento da Morselli e Uebel, gratis mi sembra fuori luogo, ma mi auguro che il prezzo dell’intervento tenga conto di tutto ciò.

Ciao Blu

#33 conguero

conguero
  • Salusmaster User
  • 281 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2003 - 07:54

Mi piacerebbe sapere dal Dottor Morselli:

1) Perchè non è stata seguita la strada indicata a Blu prima dell'intervento, e cioè unire anche il primo tratto della cicatrice più alta.

2) Se avrà un occhio di riguardo nel preventivare la spesa di un secondo intervento per il medesimo problema.
Visto che Blu è stato molto sfortunato.

Le faccio queste domande per due serie di motivi, il primo è che mi metto nei panni di Blu e non sopporto l'idea che un ragazzo debba soffrire cosi' tanto per l'incoscienza di un chirurgo,(mi riferisco a Gambino).

Il secondo motivo è che lei per tutti noi del forum sezione trapianti si presenta come L'ALTERNATIVA ITALIANA alla traversata transoceanica verso i noti Hasson& Wong o Shapiro o Jones ecc. Allora per capire questo occorre vedere come ha condotto i vari interventi recenti e se nei fatti troviamo corrispondenza PRATICA
alla competenza che traspare dalle sue risposte tecniche sul forum.
Grazie

#34 Guest_Dott. Morselli_*

Guest_Dott. Morselli_*
  • Ospite

Inviato 15 settembre 2003 - 05:40

Non parlo di solito in pubblico dei pazienti operati, ma visto che è lo stesso “blu” a parlare del suo intervento, non credo di invaderne la privacy dicendo anche la mia.
Blu adesso vede la (ex) terza cicatrice che nella parte destra inizia dalla ferita a 5 cm dalla sua estremità e se ne discosta a poco a poco andando verso sinistra, e dice: già che c’eravate perchè non avete preso dentro anche lei, almeno per il tratto in cui è più vicina alle altre due (verso sinistra il “blocco” delle cicatrici arrivava a 3,5 cm di larghezza, mentre a destra era di 2,5 cm)? Il motivo è che per farla entrare nel lembo asportato Uebel avrebbe dovuto allargarlo troppo, e mettere a rischio di diastasi (allargamento) da tensione la futura nuova cicatrice.
Il lembo che abbiamo asportato aveva una larghezza di quasi 3 cm, e ha consentito di chiudere senza tensione in due strati, avvicinando alla ferita la cicatrice residua. Ne risulta una ferita simmetrica e ben livellata, mentre la cicatrice rimasta non si discosta da essa di più di 2 cm in larghezza, ed è 7 cm più breve della stessa ferita (5 cm a destra, 2 cm a sin). Con un nuovo intervento si potranno rimuoverle entrambe, e ricavare ancora una discreta quantità di FU per rinfoltire ancora l’area ricevente.
Quanto ai mezzi e alle tecniche di sutura, questi incidono in minima parte sul destino delle cicatrici, che sono processi attivi dell’organismo: suture apparentemente perfette nei primi mesi, possono trasformarsi in cicatrici larghe, rilevate (ipertrofiche) o deturpanti (cheloidi). D’altra parte, suture apparentemente non ottimali possono dare cicatrici invisibili. I chirurghi plastici non garantiscono mai l’estetica delle cicatrici, mentre illustrano l’eventualità di una loro revisione, medica o chirurgica, perché sanno che il risultato in buona parte non dipende dalla propria abilità.

Sansone: cercherò di offrire a “blu” come a tutte le “vittime” della chirurgia un intervento al costo più basso possibile. Quanto all’altro quesito, sto pregando i miei operati di rendersi disponibili a farsi vedere di persona da chi verrà o è venuto a farsi visitare: uno ha già aderito, altri saranno contattati nei prossimi giorni. Inoltre sto pregando chi viene a farsi operare e ha familiarità con Internet di aderire a “Salusmaster” e di raccontare la propria esperienza alla community.
Ma vi prego di utilizzare questi contatti per farvi un’idea personale sulle reali possibilità e limiti della chirurgia della calvizie, non per costruire confronti tra questi pazienti e le immagini messe in rete da chirurghi (e dermatologi) che spendono fortune in promozione: sarebbe una lotta impari tra il vero e il virtuale che creerebbe solo confusione.
A proposito di dermatologi: quando vi recate all’estero informatevi bene sulle specializzazioni di chi vi deve visitare, perché mi risulta che molti di loro soprattutto in USA non rivelano di essere solo dei dermatologi che si sono dedicati alla chirurgia della calvizie con scarsa competenza di chirurgia plastica (la specializzazione in chirurgia plastica è la più lunga di tutte, dura in USA e in Brasile 7 anni dopo la laurea in medicina).


#35 conguero

conguero
  • Salusmaster User
  • 281 Messaggi:

Inviato 15 settembre 2003 - 11:25

Grazie per le risposte Dottore,
l'importante è che ci sia stato un miglioramento apprezzabile.
Per quanto riguarda le spese in promozione io fossi un bravo chirurgo della calvizie darei incarico domani stesso ad un bravo costruttore Web di farmi un bel sito con casi ben documentati, penso che con poche migliaia di euro verrebbe un ottimo lavoro.
Naturalmente ci vuole dell'ottimo materiale per riempirlo, ma se pensa che la gente vedendo i casi ben documentati prende l'aereo e và in America si figuri cosa succederebbe se vedesse coi propri occhi che certe cose si possono ottenere anche quì in Italia.
Basterebbe un paio di trapianti per ammortizzare il costo del sito Web.
Ma forse io ragiono troppo da imprenditore...

#36 Karime

Karime
  • Salusmaster User
  • 565 Messaggi:
  • Località:europe

Inviato 16 settembre 2003 - 02:41

Dott. Morselli quando invitera' nella sua clinica un chirurgo che effettua la fue?

#37 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2003 - 07:33

La tecnica di Cole per la riduzione cicatriziale.

___________________________________________

It is always best if you can reduce the scar first and then graft it. if the scalp laxity will allow it, you can excise the scar by itself and close with minimal tension. you should close in two layers. i might recomend you use a long acting absorbable suture such as PDS. this will last for about 6 months in the deep layer. i prefer to close the external area with a running suture with superficial bites close to the wound margins after the running deep suture. i like the running deep suture better than the interupted deep suture most of the time.

after you accomplish this, you should graft the scar. i used to simply throw in grafting to the scar at no charge for patients who had unsightly scars. i did it to make the reusult look better to me. now days, many patients are asking for repair of their scars. i've never seen so many people unhappy with their strip scars. therefore, we are beginning to study it as best we can to determine if dense packing is sucessful. we've done quite a few and dense packed quite a few of them. we've also done many with lower densities. right now, i'm just trying to build a collection of objective data. as i've stated, i know that grafting into scars works very well. i also know that i do not have alot of before and after scars simply becasue is used to graft them for my own good (to make the result look better to me). because so many are interested in this procedure, we will compile some before and afters for you to see and document growth rates. we are also looking at body hair into scars.

one must be careful about using body hair in the lower scars. this area will often thin out (retrograde alopecia). as such, this tissue is pre-determined to produce finer, softer hairs that may not grow as long as they might in higher regions of the scalp.

-------------------------
John P. Cole, MD
75 14th St.
Suite 3260
Atlanta, GA 30309
800 368 4247

#38 Guest_Dott. Morselli_*

Guest_Dott. Morselli_*
  • Ospite

Inviato 23 settembre 2003 - 10:56

L'uso di materiale a lento riassorbimento e le suture continue in profondità raccomandate da John Cole sono da evitare, per la produzione di granulomi e le ischemie che possono provocare.
Molti chirurghi le utilizzano, ma le suture interrotte con materiale inerte sono decisamente migliori.
John Cole dovrebbe a questo punto documentarci la sua esperienza in tema di chirurgia plastica ricostruttiva (il trattamento delle cicatrici rientra in questa specialità, non certo nella "chirurgia della calvizie"): a me risulta che sia un biologo passato alla medicina, che dopo 6 anni di medicina interna ha cominciato nel 1991 a praticare in privato la chirurgia della calvizie: su quali pazienti abbia maturato la sua esperienza di trattamento delle cicatrici non è dato sapere, ce lo dica.
Alla specializzazione in chirurgia plastica si accede solo dopo 5 anni di training in reparti chirurgici (soprattuto di chirurgia generale).
Io sospetto che molte brutte cicatrici siano opera di dilettanti. Non vorrei che soluzioni improbabili come la FUE fossero l'approdo per quei chirurghi improvvisati che da anni si accaniscono sulle povere aree donatrici creando cicatrici devastanti e mettendo in cattiva luce le ottime strip.


#39 gordongekko

gordongekko
  • Salusmaster User
  • 106 Messaggi:
  • Località:miami

Inviato 23 settembre 2003 - 02:29

Concordo in pieno col doc...

#40 Ciccio79

Ciccio79
  • Salusmaster User
  • 392 Messaggi:
  • Località:Roma

Inviato 23 settembre 2003 - 03:11

Dott. Morselli nessuno indica nei vari Cole, Jones, Woods, Shapiro, Hasson e via dicendo dei candidati al Nobel per la medicina.
Anche se sulla carta hanno meno credenziali di lei o di altri suoi illustri ( ) coleghi italiani a noi non interessa un gran ché. Sta di fatto che sanno fare il loro lavoro (operare nell'ambito della chirurgia della calvizie) sicuramente meglio di lei e di qualunque altro suo italico collega.
Mi lasci aggiungere che questo suo continuo denigrare la tecnica della FUE con argomentazioni alquanto discutibili (per usare un eufemismo) è a mio avviso vergognoso.




2 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi