Jump to content

Bartman

Salusmaster User
  • Posts

    13
  • Joined

  • Last visited

Profile Information

  • Località
    Puglia
  • Interessi
    Calcetto, videogiochi, cazzeggio! :-)

Bartman's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputation

  1. Ciao a tutti, utilizzo il Minoxidil ormai da quasi 16 anni, ho iniziato quando avevo 22 anni e ora ne ho quasi 38. In pochi anni sono passato da una concentrazione al 2% a una al 5%. Dopo qualche anno ancora ho provato per 2 volte a integrare l'uso della Finasteride, ma ho dovuto interrompere entrambe le volte a causa degli effetti collaterali. Mi ritrovo ora dopo circa 16 anni a utilizzare ancora una lozione al Minoxidil al 5% (1ml ad applicazione, con 2 applicazioni al giorno) e mi chiedo se valga ancora la pena continuare. La diminuzione dei capelli è lenta ma... purtroppo inarrestabile e sto iniziando a pensare seriamente di abbandonare la cura. In base alla vostra esperienza, cosa pensate di rispondere a queste mie domande: dopo quanti anni non ha più senso continuare? nonostante l'assuefazione, vale ancora il principio per cui se interrompo perdo tutto ciò che avevo "guadagnato" (anche se ormai non rimane molto) oppure posso tranquillamente interrompere improvvisamente? conviene interrompere gradualmente? (ad esempio passare a una sola applicazione al giorno per qualche settimana/mese) pensate ci siano danni provocati al corpo da una assunzione così prolungata del medicinale? Grazie a tutti quanti mi vorranno rispondere. Vi sarei grato anche se volete integrare altre informazioni aggiuntive.
  2. Ciao xxxxx, riprendo questo mio vecchio topic per aggiornarvi sulla situazione: ormai sono passati 5 mesi e mezzo dall'interruzione della Fina e il calo della libido e la difficoltà a mantenere erezioni non accennano a diminuire. Una settimana fa sono stato dall'urologo che mi ha detto di rifarmi di nuovo il test per vedere se ho nuovamente problemi di prostata e mi ha accennato che i miei problemi di erezione, probabilmente sono dovuti a fattori che ormai sono diventati psicologici... il discorso è stato affrontato in maniera molto rapida, visto che ci siamo concentrati su bruciori durante l'urina e durante e dopo le eiaculazioni. Mi ha spaventato tremendamente quando mi ha detto che probabilmente potrebbe essere utile assumere il Viagra, giusto per "ridarmi coraggio"...visto che secondo lui il mio corpo si è "adattato" alla situazione provocata dalla Finasteride, tanto che anche quando la sostanza sarà espulsa completamente dal mio corpo, non "saprò" come fare ad ottenere una erezione come quelle di una volta. xxxxx, ho davvero il timore che questa cosa diventi patologica...vi prego aiutatemi, non so davvero con chi parlare..e con gli altri me ne vergogno. Tra un pò dovrei tornare dall'urologo..ma più passa il tempo, più ci penso. Ho sempre avuto tutt'altra fama. Vi sarei grato se mi deste il nome di qualche farmaco/integratore da provare finchè non torno nuovamente dall'urologo. Inoltre se conoscete il nome di qualche sito su cui si parla di questi problemi, mi sarebbe molto utile. Grazie a tutti.
  3. Grazie per il conforto Karmakarma, ma tu parli di assumere arginina, zinco e magnesio per poter continuare la cura con la finasteride o dici di assumerli anche nel caso di sospensione? Perchè al momento non ho alcuna intenzione di riprendere... Adesso è passato un mese e quest'effetto collaterale bruttissimo continua a non passare! Sotto quali nomi di farmaci posso trovare integratori di arginina, zinco e farmaco?? Grazie mille..
  4. Salve xxxxx, ultimamente non frequento molto il forum...pensavo di sapere un pò tutto sui vari argomenti, conoscere i rischi dell'assumere finasteride regolarmente e della possibilità di tornare indietro quando volevo! Premetto che prima di utilizzare la fina, non ho mai e poi mai avuto problemi di erezione, di scarso interesse verso il sesso femminile e robe del genere.. anzi sono sempre stato molto attivo e sensibile a quel tipo di cose. Ho iniziato a utilizzarla a settembre del 2004 ..praticamente 2 anni fa e dopo poco più di un annetto ho dovuto interrompere il trattamento per curare di una prostatite. Primo stop Benefici Nel periodo di circa un anno non ho avuto miglioramenti straordinari..anzi forse non ce ne sono proprio stati. Effetti collaterali riscontrati Una lieve diminuzione del desiderio sessuale, che vista la mia situazione "naturale" potevo anche accettare. Una spaventosa diminuzione della quantità di sperma emessa una volta raggiunto l'orgasmo. Una diminuzione considerevole del piacere provato. Dubbi Avevo già quella prostatite? O la finasteride ha influito anche su quello? Dopo la sospensione Dopo circa una settimana, la mia attività sessuale è tornata quella di una volta, il volume dello sperma è aumentato sensibilmente.. ho potuto curare quindi la prostatite. Dopo qualche mese, guardandomi un pò allo specchio decido di ricominciare la cura..dopotutto durante l'anno di assunzione non avevo patito problemi gravi e, se non altro, non avevo perso molti capelli..forse la cura stava funzionando (un pò). Ho ripreso a giugno..più o meno con gli stessi effetti collaterali della prima volta ma...arrivato a un certo punto, verso gli inizi di settembre mi è capitata una cosa che mi ha davvero terrorizzato. Per la prima volta, davanti alla mia ragazza, mi è successo di avere un'erezione quasi nulla..accompagnata da un desiderio ridotto, tanto che ho deciso di interrompere immediatamente l'assunzione della finasteride sperando che il tutto si risolvesse velocemente come l'ultima volta. Oggi sono quasi tre settimane che ho interrotto la cura e purtroppo il desiderio non accenna a farsi vivo... vi confesso che sono davvero preoccupato: non è da me una cosa del genere! Di solito ho sempre avuto il problema opposto... Ho provato altre volte, ma l'erezione è stata appena sufficiente per avere un rapporto davvero poco gratificante... Ora chiedo consigli e pareri a voi del gruppo .. quanto tempo passerà prima che gli effetti collaterali di questo mostro vadano via?! Vi prego di aiutarmi perchè ho davvero paura che il problema diventi psicologico. Inutile dirvi che è difficilissimo, quasi impossibile che io un giorno riprenda l'uso della finasteride.. Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.
  5. IRREVERSIBILI?! :blink: A me hanno sempre detto che egli effetti spariscono all'interruzione della cura... Io la prendo da settembre, quindi circa 10-11 mesi...in ogni caso, dici che 1 settimana sarebbe cmq poco?
  6. E dopo quanto tempo potrei definirmi "libero" dagli eventuali effetti collaterali? Cioè... da quando sospendo, quanti giorni devono passare per vedere se il mio problema era legato alla finasteride?
  7. Beh.. io a febbraio l'ho sospesa per una settimana e come per magia, i miei problemi sono scomparsi. Tu probabilmente parli della diminuzione della libido..di quello si sapeva già! Sono solo confuso.. fin'ora tutti si sono dichiarati entusiasti dell'aumento della libido, ma a me sta facendo fare solo figuracce... Da notare che la mia ragazza non è cambiata, è sempre la stessa da più di 5 anni.
  8. Salve a tutti, volevo fare una domanda agli esperti, ma se c'è qualche utente in grado di dare informazioni riguardo a sue precedenti esperienze, sono graditi gli interventi. E' circa un anno che utilizzo la finasteride per il mio problema: avevo letto, e il mio dermatologo mi aveva anche avvisato, che in alcuni casi poteva esserci un calo della libido ed in altri invece un aumento.. mentre in ogni caso ci sarebbe stata una diminuzione del volume dello sperma. Tralasciando quest'ultimo problema, che non da tanto fastidio.. io penso di essere uno di quelli che hanno avuto un aumento della libido che contrariamente a quello che può sembrare, potrebbe essere un problema fastidioso. Mi spiego meglio.. e qui c'è anche la mia domanda: è possibile che l'aumento della libido possa portare al problema dell'eiaculazione precoce? Non ho mai avuto disturbi di questo tipo, ma da quando assumo la finasteride, mi sta capitando molto spesso. Ho bisogno di capire se è un problema dipendente oppure se il mio disturbo è dovuto ad altri fattori. Ultimamente questo fatto mi sta preoccupando abbastanza.. :unsure: Grazie a tutti per i vostri interventi...
  9. Ecco... ti pareva?! Uff... Speriamo che la soluzione definitiva non arrivi troppo tardi!!! Ciao e thanx! PS: Proxy, toglimi una curiosità ... il tuo nick si riferisce al "proxy" nel senso del server o è un diminutivo del Proxiphen, il prodotto?
  10. Grazie Dep, molto esauriente... Quindi se non ho capito male, dovrebbe bloccare qualsiasi tipo di caduta causata da quegli enzimi, giusto?! Un'altra cosa: nell'alopecia androgenetica gli enzimi che mi hai indicato sono gli unici responsabili o ce ne sono altri? PS: Comunque mi chiamo Bartman, non Brandon!
  11. Ciao xxxxx, avrei da chiedervi qualcosa: so che la finasteride è una sostanza nata per la cura della prostata e "adattata" alla calvizie portandosi con se tutti gli effetti collaterali... Vorrei sapere, x quanto riguarda la Dutasteride, è un prodotto nuovo, pensato specificamente x la calvizie? Oppure è una sorta di "finasteride pompata" (nata sempre per curare la prostata) e avrà quindi gli stessi effetti collaterali della fina? Grazie... ciao ! PS: E' ancora confermata l'uscita sul mercato entro la fine dell'anno?
×
×
  • Create New...