Jump to content

Richiesta D'aiuto Capelli


kael000
 Share

Recommended Posts

In effetti la mia opinione non è in contrasto con quella di Castano.

 

Nel precedente messaggio forse non mi sono espresso in maniera adeguatamente chiara; non ritengo che i criteri a cui mi sono riferito in precedenza possano consentire una certa identificazione della natura di un diradamento, poiché - come ha detto Castano - occorre esaminare i casi individuali affidandosi ad un buon medico.

 

Concordo anche nel ritenere che in certe situazioni potrebbe non essere semplice distinguere un effluvio prolungato da un'alopecia androgenetica.

 

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

giustissimo. in questi anni sono stato un attento osservatore delle calvizie altrui e mi sono documentato molto anche su siti stranieri leggendo le varie casistiche. posso dire che in linea di massima la calvizie androgenetica agisce secondo la scala di hamilton colpendo vertice e tempie oppure solo una delle due aree.

 

gli effluvi sono invece definiti "caduta diffusa" poichè agiscono in genere in modo abbastanza vasto senza diradare solo una zona in particolare come fa l'androgenetica. in pratica quando hai l'aga di solito il diradamento è più evidente sul vertice o sulle tempie ma la zona tra le due aree (centro del capo) è folto, le aree dalle orecchie alla nuca idem sono folte.

 

l'effluvo invece dirada tutto colpendo però maggiormente l'area superiore dello scalpo ma quando è acuto anche la zona sopra le orecchie e la front line.

 

altra caratteristica importante è che nelle androgenetiche la caduta è nella norma e il diradamento avviene per miniaturizzazione. negli effluvi la caduta è abbondante e cadono capelli terminali (cioè della lunghezza normale).

 

vi è però da dire che quando l'effluvio cronicizza cioè va avanti da lungo tempo (mesi, anni) la caduta tende a ridursi dopo una fase acuta che fa diradare e dopo la caduta cronica fa si che il recupero è lento a venire perchè anche se recuperi spesso hai delle ricadute.

 

a me è accaduto di recuperare alla grande e poi diradare nuovamente. nel 2001 ebbi un recupero strepitoso e mi ritrovai in primavera coi capelli lunghissimi e densi era fantastico ma dopo l'estate ero nuovamente diradato così tagliai tutto. la situazione si è ripetuta varie volte finchè decisi di rasarmi a zero perchè non ne potevo più.

 

quest'anno (spero che il forum mi porti bene) li sto facendo ricrescere nuovamente.

 

volevo aggiungere la questione delle sovrapposizioni. purtroppo ci sono spesso aga+effluvio per cui è difficile dire hai solo 1 o l'altra per questo occorre capire per agire in modo mirato.

 

se c'è aga + effluvio potrebbe andar bene una terapia mista finasteride + locoidon + eventuali integrazioni se ci sono carenze. il minoxidil negli effluvi acuti peggiora le cose perchè aumenta l'anagen ma va bene negli effluvi cronici e va usato prima in basse %.

 

io l'ho adoperato direttamente al 5% perchè ero nella situaizone o la va o la spacca ma il mio effluvio era cronicizzato da anni.

 

poi infine c'è da valutare l'aspetto psichico e nutrizionale. io avevo tutto contro: ansia, stress, carenze di ferro, b12, folati, rame e zinco, ero messo proprio a terra, ero anemico ed ero vegetariano inoltre avevo fatto spesso diete drastiche, tutti fattori pro effluvio e infine ho avuto anche una gastrite emorragica con annessi e connessi più anni di farmaci antiacidi che provocano appunto effluvi.

Link to comment
Share on other sites

 

Problemi di tiroide possono incidere sull'assottigliamento dei capelli...

 

la tiroie gioca un ruolo molto importante nei capelli.

 

Salute

 

 

Tiroide e capelli

 

Capelli fragili e secchi, che si indeboliscono e cadono facilmente, sono un sintomo comune delle malattie della tiroide.

 

I follicoli capilliferi sono particolarmente sensibili allo stato di salute dell'organismo e tendono a rallentare la propria attività in presenza d'importanti stress psicofisici. In questo modo è possibile destinare maggiori risorse energetiche al sostegno delle funzioni vitali. Non sorprende, dunque, che l'aumentata caduta dei capelli sia di comune riscontro in presenza di deficit nutrizionali, infezioni, sottoposizione ad interventi chirurgici, ustioni, variazioni ormonali e diverse malattie, incluse quelle tiroidee.

 

Il paziente può lamentare un cattivo stato di salute dei propri capelli sia in presenza di ipotiroidismo che di ipertiroidismo. Oltre all'eventuale aumento della caduta, che generalmente avviene a ciuffi, i capelli possono diventare fragili, lisci ed opachi.

 

Anche se nella stragrande maggioranza delle persone la perdita di capelli è un evento pressoché fisiologico (vedi alopecia androgenetica), non occorre sottovalutare l'ipotesi di una sottostante malattia della tiroide, specie in presenza di familiarità per questo genere di disturbi e sesso femminile. Le donne sono infatti maggiormente protette dalla caduta dei capelli rispetto all'uomo, motivo per cui tale sintomo dev'essere visto con maggiore preoccupazione.

 

Il trattamento delle patologie tiroidee molto spesso arresta la caduta dei capelli, anche se è necessario qualche mese per apprezzare un certo miglioramento estetico. Pur tuttavia, alcuni farmaci utilizzati nel trattamento di tali malattie - come l'eutirox (levotiroxina) - possono favorire la caduta dei capelli, specie se assunti in quantità non adeguate. Per questo motivo, se una volta individuata la giusta dose terapeutica il problema persiste, è necessario farlo presente al medico e sottoporsi ad una visita dermatologica per escludere altre condizioni predisponenti.

 

http://www.my-personaltrainer.it/salute/tiroide-capelli.html

Link to comment
Share on other sites

  • 10 months later...

Ragazzi, ringrazio tutti per le risposte e mi scuso per la mia scarsa assiduità nel forum. Ho cercato di fossilizzarmi il meno possibile sul problema capelli. Comunque, torno per aggiornarvi sul quadro complessivo. Le ultime notizie "cliniche" mi pare risalissero all'estate 2009. Quindi parto da allora. In ottobre il dermatologo che tuttora mi segue a Pescara mi prescrisse Trikoplus integratore per 2 mesi, e come shampoo da alternare Ketoval e Sebclair. A fine gennaio 2010 sono passato a dyathinil (2 compresse dopo ogni pasto per 45 giorni) e olux mousse (a giorni alterni per 30 giorni). Subito dopo sono passato al secondo ciclo di Trikoplus (2/die per 75 giorni). Poi feci una visita a Giugno 2010. Mi è stato prescritto rovigon (1 al giorno dopo pranzo x 3 mesi) e Deltacrin compresse (1 al giorno dopo cena x 4 mesi).

Nel frattempo avevo sempre dolore altalenante e verso fine giugno 2010 feci un paio di wash test a distanza di 3 giorni: risultato 312 capelli contati martedì e 534 contati il venerdì successivo. i capelli erano lunghi 12-13 centimetri. Da inizio luglio su consiglio e-mail di Marliani iniziai a mettere locoidon 3 volte a settimana. Di seguito le analisi fatte in agosto 2010:

 

CHIMICA ED ENZIMOLOGIA

 

 

 

Glucosio: ................................................... 93 mg/dL [66 - 110]

 

Transferrina ............................................ 279,00 mg/100 mL [202,00 - 336,00]

 

Zinco ....................................................... 95,0 mcg/100mL [73,0 - 127,0]

 

 

 

SIEROPROTEINE

 

 

 

Proteine totali ............................................ 7,11 mg/dL [6,4 - 8,3]

 

 

 

EMATOLOGIA

 

 

 

B-Emocromo

 

Eritrociti ................................................... 3,34 10^6/μL [4,39 - 5,77]

 

HB - Emoglobina ..................................... 10,5 g/dL [13,1 - 16,1]

 

MCV - Volume cellulare .......................... 97,0 % [80 - 98]

 

MCH - Conc. emoglob. .......................... 31,4 pg [22 - 33]

 

MCHC - Conc. emogl. media ................. 32,4 g/dL [31 - 36]

 

Leucociti .................................................. 4,86 10^3/μL [4,2 - 12,4]

 

Neutrofili % ............................................ 38,5 %

 

Linfociti % .............................................. 39,7 %

 

Monociti % ............................................. 12,6 %

 

Eosinofili % ............................................. 8,6 %

 

Basofili % ............................................... 0,6 %

 

Neutrofili ................................................ 1,87 10^3/μL [1,87 - 8,20]

 

Linfociti .................................................. 1,93 10^3/μL [1,18 - 3,62]

 

Monociti ................................................ 0,61 10^3/μL [0,23 - 0,96]

 

Eosinofili ................................................ 0,42 10^3/μL [0,03 - 0,74]

 

Basofili .................................................. 0,03 10^3/μL [0,01 - 0,10]

 

Piastrine .......................................... 315 10^3/μL [150 - 450]

 

 

 

VES ........................................ 2 mm [0 - 20]

 

 

 

MARCATORI DI PATOLOGIA

 

 

 

Ferritina ............................................. 104,55 μg/L [30 - 400]

 

Vitamina B12 ..................................... 291 pg/mL [200 - 950]

 

Acido folico ............................................ 4,84 ng/mL [3,00 - 17,00]

 

 

 

ENDOCRINOLOGIA

 

 

 

TSH ormone tireostimolante .................. 1,25 μIU/mL [0,25 - 5,00]

 

FT3 (T3 libero) .................................... 3,76 pmol/L [4,00 - 8,30]

 

FT4 (R4 libero) ................................. 11,34 pmol/L [9,00 - 20,00]

 

 

Marliani viste le analisi mi consigliò di continuare con locoidon e prendere BENEXOL B12 e LEDERFOLIN COMPRESSE insieme ogni 10 giorni.

Qui le foto di settembre 2010: Slideshow

 

Vedendo queste foto Marliani mi disse "mi pare che tu stia proprio bene inoltre hai tanti capelli in crescita nelle zone laterali della testa"

Non totalmente convinto della risposta ho chiesto ulteriori spiegazioni e ho ricevuto la risposta standard che una caduta tra i 30 e i 120 al giorno è normale, quando io considerando i numeri del wash test ero arrivato anche a 200 al giorno.

 

Le visite successive dal Dott. Conforte a Pescara.

 

Ottobre 2010 mi prescrive DELTACRIN COMPRESSE 1/die x 2 mesi, ANACAPS COMPRESSE 1/die x 2 mesi, e ALOXIDIL 2% 1ml/die x 2 mesi (sebclair e ketoval come shampoo)

 

Gennaio 2011 (qualche giorno fa): TRIKO-PLUS della braderm compresse 1/die x 3 mesi a partire da febbraio, PERTRIFOL FIALE a giorni alterni x 3 mesi (sebclair e trysan come shampoo)

 

Vi posto uno slideshow di foto di qualche giorno fa, capelli asciutti e bagnati: Gennaio 2011

 

Ora, dopo questo aggiornamento "burocratico", sono leggermente dubbioso perchè il dermatologo che mi segue qui a Pescara ultimamente mi pare indirizzato verso una androgenetica, però mi ha detto che c'è tempo prima di prendere finasteride. la cosa mi lascia nel dubbio sia perchè io guardo e riguardo ma non vedo un diradamento piu accentuato nelle zone classiche dell'AGA, sia perchè non capisco per quale motivo se lui è convinto che si tratti di AGA ritenga che sia ancora presto per passare alla terapia classica.

vi chiedo: Qual è l'impressione generale che avete dalle foto? mi sapreste dire come muovermi se volessi avere dati certi? tipo densità e spessore dei capelli nelle varie zone e percentuali delle fasi di vita del capello? Per capire finalmente se si tratta di telogen effluvium cronicizzato o di AGA maledetta? Contattai anche Gigli che vedendo le foto di settembre 2010 sminuì il problema e disse che la situazione era normale. Davvero non ne posso più, confido nella vostra clemenza ed esperienza per qualche preziosa indicazione.

 

Vi ringrazio da subito ragazzi, fate un bel lavoro e spesso mi siete stati di grande aiuto in passato. Saluti

Link to comment
Share on other sites

Ho capito, vi ho spaventato con la lunghezza del post... -.-" per riassumere basta andare al link dello slideshow "Gennaio 2011" e leggere da lì alla fine.

Nessuno sa darmi una mano e magari indirizzarmi un po'? sono davvero nelle vostre mani.. non ci capisco più niente e ultimamente sono davvero molto demoralizzato.

Spero in qualche anima pia che mi risponda.. vi ringrazio da subito per l'aiuto che potrete darmi..

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

nessuno sa aiutarmi? Sono di Pescara.. dove potrei fare analisi specifiche? ho letto della tricoanalisi in luce polarizzata.. che esami dovrei fare per indicazioni quali densità nelle varie zone/percentuali di capelli telogen/anagen/catagen ecc? mi sapete dare consigli per capire se si tratta di telogen effluvium (sarebbe cronico a questo punto) o alopecia androgenetica? confido in qualche anima pia che mi sappia rispondere.. ciao

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 3 weeks later...
  • 7 months later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...