Jump to content

La mia esperienza di 9 anni con Finasteride.


Recommended Posts

Salve a tutti.

 

Inserisco la mia esperienza con gli inibitori della 5-alfa-reduttasi, sperando di poter essere, con la modestia della mia testimonianza, di ausilio alla comunità di questo Forum.

Ringrazio in anticipo coloro che vorranno aiutarmi, con le loro opinioni, a fare chiarezza sul mio caso.

 

Consentitemi, onde evitare fraintendimenti, una premessa: il mio intervento non ha alcuna pretesa di assoluta oggettività, né di esaustività.

Sono infatti consapevole ( e lo ripeterò fino all'estenuazione ) che gli effetti del farmaco sono molto diversi a seconda dell'organismo che lo assume.

Inoltre metto preventivamente in chiaro che non sono dottore né in medicina, né in farmacia.

 

Credo però di essere, tra gli utenti attivi di questo Forum, il più "anziano" assuntore di inibitori della 5-alfa-reduttasi ( ben 9 anni ), dato che ho iniziato la cura nell'ormai lontano 1999 ed ho proseguito l'assunzione in maniera ininterrotta ( a parte una pausa nell'estate del 2007 ) fino alla fine di agosto di quest'anno.

 

Ho assunto finasteride dal 1999 al 2004 e dal 2004 al 2008 ( sia Propecia sia Proscar/4 )

Dal 2004 al 2006, invece, su consiglio dello specialista in dermatologia, ho assunto Dutaseride ( Avodart ).

Dopo il 2004, sempre su indicazione del dermatologo, ho sciolto il contenuto di alcune compresse di Avodart nel Minoxidil.

 

Sul farmaco ho avuto sempre pareri tranquillizzanti e... non solo da parte del dermatologo che me lo ha prescritto, ma anche dagli altri medici con cui ho avuto a che fare ( un endocrinologo, un urologo e anche il mio medico di famiglia, noto per la sua rigida probità professionale ).

 

In questo lungo periodo, inoltre, ho svolto più volte a dosaggi di Testosterone ed altri ormoni ( androgeni e non ), i cui risultati sono sempre stati nella norma ( persino per quanto riguarda il DHT ).

In un passato non recentissimo mi sono anche sottoposto ad un'ecografia alla prostata.

 

Ho scelto inoltre di interrompere la cura non per gli effetti collaterali, bensì per la modestia dei risultati, di cui potrete rendervi conto leggendo questa discussione

All'inizio, infatti, i diradamenti erano visibili solo con un'indagine ravvicinata ed accurata; adesso, invece, sono mio malgrado costretto a camuffarli con un elaboratissimo riporto, la cui resa estetica diventa sempre più precaria.

 

Durante questi anni, tuttavia, ho notato graduali ( e pertanto subdoli ) cambiamenti in negativo riguardanti la sfera psichica.

Solo negli ultimi tempi ho iniziato ( e in modo del tutto congetturale ) a correlare queste difficoltà all'assunzione del farmaco.

Considerato il mio non facile vissuto mi rendo conto che sarebbe del tutto verosimile un'origine psicologica di questi disturbi.

D'altro canto i "classici" sides legati al farmaco, come è noto, sono quelli inerenti alla sfera sessuale.

Per questi motivi mi ero convinto che le mie congetture fossero solo fissazioni sulle quali non era il caso di indulgere, onde evitare pericolosi effetti di autosuggestione.

 

I miei sospetti, però, sono ricomparsi prepotentemente dopo la scoperta di un Forum sulla Finasteride in lingua inglese, in cui si parla di "Mental Side Effects".

 

Per maggiore chiarezza specifico i cambiamenti psichici di cui mi sono accorto ( scusate se mi ripeto, riguardanti strettamente il "mio" caso ):

 

1) Disturbi di concentrazione e di memoria a lunghissimo termine.

Quando iniziai la cura, dal punto di vista intellettivo mi sentivo un "vulcano" ( divoravo libri con estrema facilità, scrivevo parecchio... ). Oggi, purtroppo, sento di essere una pallida ombra di quello che ero! Non riesco, ad esempio, a leggere senza essere colto, dopo poco, da lancinanti cefalee. Inoltre ho perso, quasi del tutto, la creatività intellettuale e tanti degli interessi culturali che mi hanno consentito di "andare avanti", nonostante le difficoltà della mia vita. Insomma, dal punto di vista intellettivo, pur non essendo proprio un demente, mi sento... vecchio a trent'anni.

 

2) Cambiamenti di umore con tendenza ad una maggiore irritabilità.

Rispetto a quest'estate l'umore, pur con alti e bassi, mi sembra migliorare, soprattutto per quanto concerne l'irritabilità. Questo potrebbe propendere ( il condizionale è d'obbligo ) a favore di una effettiva correlazione dei disturbi con l'assunzione del farmaco.

 

3) "Astenia mentale".

Per la verità non sono l'unico in questo Forum ad aver avuto disturbi del genere.

Per completezza vi inserisco i link che ho trovato:

 

http://forum.salusmaster.com/index.php?showtopic=26995

 

http://forum.salusmaster.com/index.php?showtopic=19304

http://forum.salusmaster.com/index.php?showtopic=15794

http://forum.salusmaster.com/index.php?showtopic=16981

http://forum.salusmaster.com/index.php?showtopic=16144

 

 

Mi scuso per la lunghezza del post e vi ringrazio in anticipo per i vostri eventuali interventi.

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 179
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao, ecco che ci ritroviamo qui a discutere degli effetti della fina!

premetto che ho 30 anni, come te, e come te spesso ho sofferto e soffro dei tuoi stessi disturbi.

Sono sempre stato un pò sbadato e quindi non ho dato peso a tutto ciò. Quello che ho notato però è la facile di riitazione, spesso in periodi difficili...

ormai non so più cosa pensare, è difficile poter stabilire con certezza quali effetti siano endogeni e quali siano dovuti a questo veleno, perchè sono sicuro che di questo si tratti.

riguardo ai medici di cui parli, io penso che soltanto un bravo urologo, avendo a che fare con casi del genere può sapere qualcosa in più.Un farmacista soprattutto si baserà sul foglietto illustrativo(che porta una bassissima percentuale di casi con effetti indesiderati) in fondo iognuno ha il suo mestiere!!! Qui il discorso dovrebbe essere approfondito ancora ma non mi sembra questa la sede idonea.hai sospeso fina?

Link to comment
Share on other sites

Ciao, Really. Grazie della risposta!

L'urologo da cui sono andato ( l'ultima volta proprio un anno fa ) ha continuato a tranquillizzarmi sulla finasteride.

Io ho sospeso il farmaco dalla fine del mese di agosto, ma, almeno per il momento, non sono tornato come prima.

 

Ciò che però mi è parso di notare è una... diminuzione dell'irritabilità, soprattutto comparando il modo con cui oggi rispondo "psichicamente" a "stimoli" dall'ambiente analoghi rispetto quelli che qualche mese fa determinavano in me reazioni mentali d'irritazione ( spero di essere stato chiaro nell'esporre ).

 

I problemi nella capacità di concentrazione, purtroppo, sono rimasti e sono anche per me alquanto... frustranti .

Dopo un po' di sforzo di attenzione mentale ( non eccessivo ) mi capita di avere ancora cefalee lancinanti, accompagnate da brusca accelerazione del battito cardiaco e da una sensazione simile a quella di "spilli che trafiggono il cervello " ( scusate il mio modo di esprimermi ma spero di aver reso l'idea ).

Non so se manifestazioni all'apparenza così "organiche" possano essere spiegate con cause meramente "psicologiche".

 

Ho provato a "sondare il terreno" in cerca di altre cause ( cefalea muscolo-tensiva, disturbi vascolari... ), sinora senza concludere proprio nulla.

Non so proprio come si suol dire... "dove sbattere la testa" ( già di per sé malandata ).

 

Chiedo scusa dello sfogo. Mi rendo conto che non è la sede adatta per questi discorsi.

Parlarne, però, mi aiuta un po'.

 

Grazie per la vostra pazienza,

Nemicodelvento

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

ciao!!!

fai benissimo a esporre il tuo problema.Io sono dell'idea che parlarne sicuramente aiuta! anche io ho smesso più o meno nello stesso periodo, agosto, e ancora non sono scomparsi i sides sulla sfera sessuale!magari questo ti può rincuorare. dobbiamo avere pazienza e tutto tornerà come prima!solo pazienza!!!hai provato a porre il quesito al dott.Rando del sito andrologia on line?ha affrontato con vari utenti il tema sulla finasteride.magari potrebbe darti un consiglio!

Link to comment
Share on other sites

Ti ringrazio per il tuo suggerimento, ma penso che - data la natura non sessuale di questi eventuali sides - sarebbe più indicato uno specialista diverso da un urologo-andrologo.

 

Per ciò che concerne il Dott. Rando, ti avverto che non ne ho sentito parlare per niente bene.

Secondo alcuni utenti non sarebbe neanche un medico!

In passato sarebbe stato protagonista di un servizio della trasmissione televisiva "Le Iene". Pare addirittura che abbia truffato alcuni suoi pazienti...

 

Se riesco a trovare la relativa discussione inserisco il link.

 

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

anch'io la uso da 9 anni come te, forse ci potrebbe essere qualcuno ancora più anziano di noi cmq.

volevo sapere se da quando l'hai interrotta questi sides si sono interrotti o attenuati. Io da parte mia non ritengo di dovere ascrivere a fina sides di questo genere, ma chi lo sa magari in lieve parte sì, non ne ho la certezza, l'unica sarebbe interromperla ma avrei paura di perdere i benefici che mi ha dato.

Edited by Macc
Link to comment
Share on other sites

anch'io la uso da 9 anni come te, forse ci potrebbe essere qualcuno ancora più anziano di noi cmq.

volevo sapere se da quando l'hai interrotta questi sides si sono interrotti o attenuati. Io da parte mia non ritengo di dovere ascrivere a fina sides di questo genere, ma chi lo sa magari in lieve parte sì, non ne ho la certezza, l'unica sarebbe interromperla ma avrei paura di perdere i benefici che mi ha dato.

 

Ciao, Macc.

 

Non so se ci sono utenti che usano Finasteride da più tempo.

Che io ricordi, la Finasteride fu approvata per la cura dell'alopecia androgenetica proprio a partire dal 1999. Quando iniziai io, a gennaio, non era ancora entrato in commercio e difatti io, per i primi mesi, iniziai con capsule di 1 mg che provenivano da una farmacia svizzera ( con la quale la mia farmacia era convenzionata ).

 

Può darsi, comunque. che alcuni abbiano già iniziato prima, dividendo il Proscar che era già in commercio per l'ipertrofia prostatica benigna... un po' come si fa adesso con la dutasteride.

 

Anche io ho avuto paura di interrompere la cura, ma nel mio caso non sono molti i benefici da mantenere. Comprendo benissimo le tue ritrosie nei confronti della sospensione.

 

Per quanto concerne gli eventuali effetti collaterali del mio "strano caso", l'irritabilità pare essersi attenuata mentre permangono difficoltà nella concentrazione e perdita di creatività intellettuale.

Mi rendo conto che la mia situazione è molto anomala e, credimi, non so proprio che cosa pensare.

 

Certo, se veramente fosse stata la finasteride sarebbe quasi una beffa... tutti questi effetti senza nemmeno il mantenimento dei capelli!

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

Ho assunto finasteride dal 1999 al 2004 e dal 2004 al 2008 ( sia Propecia sia Proscar/4 )

Dal 2004 al 2006, invece, su consiglio dello specialista in dermatologia, ho assunto Dutaseride ( Avodart ).

Dopo il 2004, sempre su indicazione del dermatologo, ho sciolto il contenuto di alcune compresse di Avodart nel Minoxidil.

 

Errata corrige:

Ho assunto finasteride dal 1999 al 2004 e dal 2006 al 2008 ( sia Propecia sia Proscar/4 )

Dal 2004 al 2006, invece, su consiglio dello specialista in dermatologia, ho assunto Dutaseride ( Avodart ).

Dopo il 2006, sempre su indicazione del dermatologo, ho sciolto il contenuto di alcune compresse di Avodart nel Minoxidil.

Link to comment
Share on other sites

ciao nemicodel vento, avevo letto anche io la discussione di cui mi ha parlato. Nonostante questo credo a quello che dice semplicemente perchè è vero e non è necessaria una laurea in medicina per capire che la mancata conversione del testosterone in DHT possa provocare danni all'apparanto genitale e a tutto l'organismo. Non stiamo parlando di integratori ma di farmaci (la cui origine etimologica della parola vuol dire appunto "veleni"), che agiscono sul delicato sistema ormonale...non capisco perchè ci si stupisca ancora sugli eventuali effetti indesiderati, chiamiamoli così...

Inoltre mi sembra strano che quel dott. continui a operare nel settore se, come si sostiene, non sia un vero medico, non credi?

io, comunque trovo strano che un ragazzo di 30 anni e anche meno possa arrivare a non rispondere agli stimoli ambientali come se fosse asessuato. Tutto questo è molto frustrante.

da un'occhiata a questo link, anche solo le domande effettuate dovrebbero far pensare...

 

http://www.andrologiaonline.it/bin/pages_o...ito=finasteride

Link to comment
Share on other sites

ciao nemicodel vento, avevo letto anche io la discussione di cui mi ha parlato. Nonostante questo credo a quello che dice semplicemente perchè è vero e non è necessaria una laurea in medicina per capire che la mancata conversione del testosterone in DHT possa provocare danni all'apparanto genitale e a tutto l'organismo. Non stiamo parlando di integratori ma di farmaci (la cui origine etimologica della parola vuol dire appunto "veleni"), che agiscono sul delicato sistema ormonale...non capisco perchè ci si stupisca ancora sugli eventuali effetti indesiderati, chiamiamoli così...

Inoltre mi sembra strano che quel dott. continui a operare nel settore se, come si sostiene, non sia un vero medico, non credi?

io, comunque trovo strano che un ragazzo di 30 anni e anche meno possa arrivare a non rispondere agli stimoli ambientali come se fosse asessuato. Tutto questo è molto frustrante.

da un'occhiata a questo link, anche solo le domande effettuate dovrebbero far pensare...

 

http://www.andrologiaonline.it/bin/pages_o...ito=finasteride

 

Really, hai perfettamente ragione relativamente agli effetti indesiderati "classici", ossia quelli relativamente alla sfera sessuale.

Ritengo anch'io legittimo sospettare che gli effetti sulla fisiologia genitale siano, in percentuale, superiori a quelli descritti sul foglietto illustrativo dalla casa farmaceutica.

D'altro canto, rileggendo le discussioni di questa sezione, ho trovato parecchie testimonianze a riguardo.

Tutto questo, peraltro, è del tutto indipendente dalla questione della credibilità professionale di Rando.

 

Il mio, però, non è un problema inerente alla sfera sessuale.

E' per questo motivo che sono pervaso da tante incertezze. Non si tratta di un effetto collaterale ascrivibile con sicurezza alla finasteride anche se, stando al Forum Propeciahelp, non sono il solo caso sospetto.

 

Credetemi, questa condizione di... "eunuco intellettuale" è per me frustrante almeno quanto quella di chi abbia notato un decadimento delle sue funzioni genitali...

 

Quasi quasi avrei preferito avere i classici effetti collaterali sessuali.... almeno avrei potuto stabilire con un ampio margine di probabilità le responsabilità della finasteride e, di conseguenza, interrompere tempestivamente l'assunzione.

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

purtroppo asserire che anche i tuoi sintomi siano dovuto all'antiandrogeno in questione e cosa assai difficile...lo è anche per i sintomi "classici", figuriamoci per quelli attinenti alle funzioni cognitive. Io credo che anche il tuo non sia un caso isolato e parlo per diretta esperienza... forse è ancora passato troppo poco tempo per recuperare appieno le tue funzioni. nessuno mi toglierà mai dalla testa che quel farmaco è veleno!!!

Link to comment
Share on other sites

ciao nemicodelvento, mi permetto di intervenire xche leggo molto spesso i tuoi post e li trovo sempre molto acuti e intelligenti.Inoltre hai una inviadiabile proprietà di linguaggio. Ho letto molto attentamente di questi tuoi effetti "psicologici". Io per il momento ancora nn prendo fina ma secondo il dermatologo se voglio mantenere la mia situazione prima o poi dovrò farlo.Ovviamente quanto tu asserisci mi preoccupa non poco.Praticamente questo farmaco uccide le parti piu importanti del corpo maschile (cervello e pene). Analizzando xò quelli relativi alla sfera "mentale", cioè la capacità di concentrazione, irritabilità ecc. credo siano dovuti o sicuramente accentuati dalla nostra situazione di "frustrati".(anzi mi correggo io sono frustrato).Da quando il derma mi ha detto di avere AA o cmq da quando ho percepito che i miei capelli avessero qualcosa che non andava sono cambiato e paradossalmente senza prendere fina mi sta succedendo quello che è successo a te dp quasi 10 anni di trattamento con quel farmaco di xxxx. In poche parole la mia domanda è...se con fina avessi riottenuto tutti i capelli faresti caso a tali sides psicologici? o saresti al settimo cielo?

Aggiungo e chiudo che non sto dubitando di quello che dici anzi...ho gia espresso prima la mia stima nei tuoi confronti...è solo cosi per capire..per conoscerci.

grazie mille

Link to comment
Share on other sites

purtroppo asserire che anche i tuoi sintomi siano dovuto all'antiandrogeno in questione e cosa assai difficile...lo è anche per i sintomi "classici", figuriamoci per quelli attinenti alle funzioni cognitive. Io credo che anche il tuo non sia un caso isolato e parlo per diretta esperienza... forse è ancora passato troppo poco tempo per recuperare appieno le tue funzioni. nessuno mi toglierà mai dalla testa che quel farmaco è veleno!!!

 

Really, ti ringrazio moltissimo per i tuoi interventi.

E' un grande sollievo, per me, potermi confrontare con altre persone, pur essendo consapevole della difficoltà di ricondurre questi miei disturbi a fattori di sicura identificazione.

 

Le mie inquietudini nascono dalla constatazione che ho continuato ad assumere il farmaco anche dopo la comparsa dei sintomi, ritenendo inverosimile ( anche sulla base di quanto mi era stato spiegato a riguardo ) che potessero essere riconducibili, persino dubitativamente, alla finasteride.

 

Se avessi sospeso l'assunzione due anni fa ( almeno a titolo di "prova" ) di sicuro - oggi - avrei le idee più chiare.

All'epoca, invece, mi illudevo che il farmaco potesse salvare il mio "patrimonio tricologico"...

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

ciao nemicodelvento, mi permetto di intervenire xche leggo molto spesso i tuoi post e li trovo sempre molto acuti e intelligenti.Inoltre hai una inviadiabile proprietà di linguaggio. Ho letto molto attentamente di questi tuoi effetti "psicologici". Io per il momento ancora nn prendo fina ma secondo il dermatologo se voglio mantenere la mia situazione prima o poi dovrò farlo.Ovviamente quanto tu asserisci mi preoccupa non poco.Praticamente questo farmaco uccide le parti piu importanti del corpo maschile (cervello e pene). Analizzando xò quelli relativi alla sfera "mentale", cioè la capacità di concentrazione, irritabilità ecc. credo siano dovuti o sicuramente accentuati dalla nostra situazione di "frustrati".(anzi mi correggo io sono frustrato).Da quando il derma mi ha detto di avere AA o cmq da quando ho percepito che i miei capelli avessero qualcosa che non andava sono cambiato e paradossalmente senza prendere fina mi sta succedendo quello che è successo a te dp quasi 10 anni di trattamento con quel farmaco di xxxx. In poche parole la mia domanda è...se con fina avessi riottenuto tutti i capelli faresti caso a tali sides psicologici? o saresti al settimo cielo?

Aggiungo e chiudo che non sto dubitando di quello che dici anzi...ho gia espresso prima la mia stima nei tuoi confronti...è solo cosi per capire..per conoscerci.

grazie mille

 

Ciao, Steph86.

Ti ringrazio tanto per le cortesi parole che mi hai rivolto.

 

Comprendo bene il senso delle tue affermazioni, che condivido in pieno.

Non ho, infatti, abbandonato l'idea che i sintomi a cui ho fatto riferimento siano di origine "psicologica" ( ovvero collegata al vissuto esistenziale della coscienza, indipendentemente dai fattori organici ).

 

Inoltre ritengo che la componente psicologica, anche qualora non abbia "determinato" questi disturbi, ha contribuito ( uso l'indicativo proprio perché vi è un buon margine di certezza ) ad accentuarne gli effetti.

 

Di sicuro, in questa frustrazione che - credimi - ci accomuna, un peso non secondario ha avuto il fallimento dei miei spasmodici ( e ormai decennali ) tentativi di salvare i miei capelli dai fendenti dell'Alopecia Androgenetica.

 

Probabilmente, pertanto, con i miei "riccioli" la mia psiche ( anche nei suoi aspetti "cognitivi" ) sarebbe oggi in condizioni diverse, perché differente sarebbe il mio modo di rapportarmi alla vita...

E' una convinzione che ho sempre avuto e che continuo ad avere.

 

Ciò che però è mutata è la mia precedente sicurezza ( o quasi... ) che i sintomi esposti non potessero, in alcun modo, essere legati agli effetti organici dell'assunzione di finasteride.

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

[nemicodelvento, purtroppo è l'errore che ho commesso anche io.Ho continuato ad assumerla pur avendo notato del cambiamenti sulla qualità della mia vita.anche io pensavo che i sintomi non potessero mai essere dovuti a quello!ora la penso in modo diverso e spero che non sia troppo tardi.Avrei dovuto smettere già 4-5 anni fa! da un lato la paura l'a.a e dall'altro le continue rassicurazioni mediche hanno portato a questo!

Link to comment
Share on other sites

[nemicodelvento, purtroppo è l'errore che ho commesso anche io.Ho continuato ad assumerla pur avendo notato del cambiamenti sulla qualità della mia vita.anche io pensavo che i sintomi non potessero mai essere dovuti a quello!ora la penso in modo diverso e spero che non sia troppo tardi.Avrei dovuto smettere già 4-5 anni fa! da un lato la paura l'a.a e dall'altro le continue rassicurazioni mediche hanno portato a questo!

 

Eh, già. Al di là della natura degli eventuali effetti collaterali, siamo più o meno nelle stesse condizioni.

Speriamo di poterci scambiare entrambi, tra non molto, notizie confortanti!

 

Che questo anno possa svolgersi secondo i migliori auspici per tutti noi!

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

Ragazzi purtroppo la situazione e' preoccupante, leggete il post di cox77 del 2005, parla degli stessi problemi che riscontriamo noi e dice che lui aveva così deciso di interrompere la finasteride. Risponde l' utente perteka, pochi messaggi, che dice che invece a lui le cose vanno benissimo e quelli di cox forse sono solo condizionamenti. La risposta di questo utente mi incuriosice, faccio una ricerca dei suoi messaggi e tah dah adesso nel 2008 anche perteka maledice la finasteride, che ha smesso di assumere dopo 6 anni (1999-2006) per gli effetti collaterali.

Vi aggiungo un effetto collaterale che non ho mai sentito nessuno nominare ma io ho riscontrato: lentezza eccessiva neo processi ci cicatrizzazione e guarigione delle ferite. Ad esempio se mi spunta un brufolo e me lo gratto ci vuole una marea di tempo perche si rimargini e vada via. idem con le ferite e più sono profonde più il tempo di guarigione è lungo in maniera quasi assurda.

Link to comment
Share on other sites

La questione, in effetti, va chiarita.

 

Ripeto, onde evitare fraintendimenti, che non sono in grado di stabilire sicuri nessi di causa-effetto, non solo in generale, ma nemmeno relativamente al singolo caso del mio organismo.

Preciso pertanto che non è assolutamente mia intenzione creare allarmismi.

 

Nondimeno credo ormai di poter constatare di non essere proprio un caso... "unico".

 

Ho anche sperato che pareri più esperti del mio potessero fare maggiore chiarezza in merito a tali sintomi in questa discussione.

 

Sperando di non essere troppo insistente o tedioso, continuerò ad intervenire qui per aggiornare, di tanto in tanto, la mia situazione.

Mi auguro in questo modo di poter essere, pur nel mio piccolo, utile.

Link to comment
Share on other sites

grazie della risposta. vorrei chiederti un' altra cosa.Io ho 23 anni, non ho ancora mai assunto fina.da 4 mesi e mezzo uso minox al 2%. a breve dovrò utilizzarla, se il derma lo riterrà opportuno. Cosa mi consiglieresti? di provare comunque? dal momento che non so se posso essere un buono/ottimo/mediocre risponditore.E soprattutto, nell'eventualità dovessi essere "predisposto" per tali sides, potrei comunque accorgermene in tempo e sospendere prima che sia troppo tardi.Se non erro tu l hai usata per quasi un decennio.

ciao e grazie

Link to comment
Share on other sites

grazie della risposta. vorrei chiederti un' altra cosa.Io ho 23 anni, non ho ancora mai assunto fina.da 4 mesi e mezzo uso minox al 2%. a breve dovrò utilizzarla, se il derma lo riterrà opportuno. Cosa mi consiglieresti? di provare comunque? dal momento che non so se posso essere un buono/ottimo/mediocre risponditore.E soprattutto, nell'eventualità dovessi essere "predisposto" per tali sides, potrei comunque accorgermene in tempo e sospendere prima che sia troppo tardi.Se non erro tu l hai usata per quasi un decennio.

ciao e grazie

 

ciao!mi sento di darti un consiglio, che potrai comunque decidere se accogliere o meno.Non sono un medico o un esperto del settore ma di ricerche ne ho fatte tante.Quello che voglio dunque dirti e di lasciar perdere...i motivi sono diversi e alcuni li conosci già. Prima di tutto mi sento di dirti che non sempre è facile imputare i vari sides al farmaco, anche per i vari sfasamenti psicologici che a sua volta innesca.E' una sorta di circolo vizioso, causa e conseguenza dello stesso, che non colpisce solo pochi eletti ma tutti, seppur con tempi differenti. Questo è il mio personale parere e come tale va comunque considerato.in bocca al lupo!

Link to comment
Share on other sites

grazie della risposta. vorrei chiederti un' altra cosa.Io ho 23 anni, non ho ancora mai assunto fina.da 4 mesi e mezzo uso minox al 2%. a breve dovrò utilizzarla, se il derma lo riterrà opportuno. Cosa mi consiglieresti? di provare comunque? dal momento che non so se posso essere un buono/ottimo/mediocre risponditore.E soprattutto, nell'eventualità dovessi essere "predisposto" per tali sides, potrei comunque accorgermene in tempo e sospendere prima che sia troppo tardi.Se non erro tu l hai usata per quasi un decennio.

ciao e grazie

 

Ciao, Steph86.

 

Non posso ovviamente indurti con certezza ad assumere o evitare un farmaco come la finasteride, soprattutto considerato che è funzionale alla prevenzione di un inestetismo, peraltro vissuto in modo molto differente da soggetto a soggetto.

 

E' giusto che la decisione di assumere eventualmente la finasteride sia esclusivamente tua, perché tuo è l'organismo a cui sarà somministrato il farmaco.

 

Non è neanche detto che tu abbia gli effetti collaterali che ho descritto io, visto che su questo argomento non ci sono sicurezze, almeno per il momento. Può darsi che io stesso possa, in seguito, scoprire che i miei disturbi siano sintomi di una patologia e non effetti della finasteride ( in tal caso informerei subito il Forum ).

 

Ciò premesso, mi permetto anch'io di darti un consiglio.

Nell'eventualità che tu in futuro decidessi di curarti con la finasteride, tieni presente la possibilità di questi sides proprio come per i classici effetti collaterali relativi alla sfera sessuale.

 

Cercherò di essere più chiaro proprio stabilendo una similitudine con i sides sessuali.

 

Se tu fossi in cura e iniziassi ad avere, gradualmente ma in modo persistente nel tempo, seri problemi relativi alle funzioni genitali... nessun esame potrebbe darti la sicurezza che la causa sia la finasteride.

Nondimeno, essendo notorio il sospetto che la finasteride "possa" ( non... "debba" ) avere attinenza, penso che decideresti di sospendere in modo tempestivo l'assunzione ( a meno che tu non abbia deciso, consapevolmente, di sacrificare la tua sessualità all'altare del mantenimento dei capelli ).

 

Analogamente, qualora tu debba riscontrare durante la cura sintomi simili ai miei ( credimi, non sto parlando di normali cefalee da affaticamento mentale o di ordinari momenti di irritabilità dovuti a stress... le mie sono manifestazioni che durano da anni ) nessuno potrebbe con certezza stabilire un nesso con la finasteride.

Nessuno al mondo, però, sarebbe disposto a sacrificare le proprie capacità intellettive all'altare del mantenimento dei capelli... non ti pare?

In un caso del genere, pertanto, io ( ben conscio della fallibilità delle mie opinioni ) ti consiglierei di sospendere.

 

Ti auguro comunque ( e con tutto il cuore ) di non aver mai bisogno della finasteride.

Edited by nemicodelvento
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Ragazzi purtroppo la situazione e' preoccupante, leggete il post di cox77 del 2005, parla degli stessi problemi che riscontriamo noi e dice che lui aveva così deciso di interrompere la finasteride. Risponde l' utente perteka, pochi messaggi, che dice che invece a lui le cose vanno benissimo e quelli di cox forse sono solo condizionamenti. La risposta di questo utente mi incuriosice, faccio una ricerca dei suoi messaggi e tah dah adesso nel 2008 anche perteka maledice la finasteride, che ha smesso di assumere dopo 6 anni (1999-2006) per gli effetti collaterali.

Vi aggiungo un effetto collaterale che non ho mai sentito nessuno nominare ma io ho riscontrato: lentezza eccessiva neo processi ci cicatrizzazione e guarigione delle ferite. Ad esempio se mi spunta un brufolo e me lo gratto ci vuole una marea di tempo perche si rimargini e vada via. idem con le ferite e più sono profonde più il tempo di guarigione è lungo in maniera quasi assurda.

 

 

Ho fatto un giro per il sito solo oggi, casualmente. Devo dire che sono rimasto profondamente colpito da quello che ho letto. Ho assunto fina per circa otto anni piuttosto regolarmente. Ho smesso qualche giorno prima del natale scorso.

Tanti timori hanno oggi trovato conferma e mi sento solo estremamente stupido.

Per quel che può valere confermo effetti collaterali sull'umore e sulle capacità mentali.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...