Jump to content

NON VORREI OFFENDERVI


bubamara
 Share

Recommended Posts

il problema è che spesso si cerca di risolverlo con l'approccio sbagliato,e si fallisce,si cerca di risolvere un disagio psicologico con una soluzione più materiale: cercare di fare ricrescere i capelli. questo è un tentativo che si deve fare,ma il problema è dentro,perchè sebbene uno possa non essere maturo e circondato da persone superficiali,non può permettersi di restare depresso per anni e anni fino all'età adulto per questo tipo di problema,ma affrontare il problema vero dentro di sè. perchè un uomo di 25-30-35 anni non può piangere e chiudersi in casa perchè da 5 anni perde i capelli.. questo è il mio parere. non può farlo nemmeno una donna,anche se sarebbe più comprensibile..

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 93
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

esatto...il concetto è non rimanere identici a sè stessi nella sofferenza allo scorrere del tempo.

 

La sofferenza o il disagio iniziali, plausibilissimi e cmq soggettivi nell'intensità ove compaiano, non possono rimanere gli stessi ad esempio 3 anni più tardi.Perchè in tal caso significa che il processo 'adattivo' non è intervenuto e che la crescita psicologica non c'è stata, intesa come acquisizione di strumenti mentali atti a leggere la 'disfunzione' estetica in modi diversi.

 

perchè bisogna ricordare che per quanto legittimo non è obbligatorio soffrire della calvizie a livello psicologico, nel senso che esistono diversi calvi che non provano neppure il disagio iniziale.

Link to comment
Share on other sites

Eh ma per l'effluvio ci vuole molto tempo,bisogna pazientare per aver i miglioramenti,quindi attendere che cadono i capelli per rammaricarsi,l'evoluzione del disagio è rimandata nell'illilusione di non doversi adattare perchè cosi' ha detto lo specialista,è solo un problema psicologico che è nella propria testa,nulla di reale, quando lo stress cessera' tutto tornera' come prima.

Link to comment
Share on other sites

L'intervento di fede è bellisimo ,come spesso accade.

 

Lady e curva, avete perfettamente ragione, vorrei il vostro equilibrio, purtroppo invece io sono un malato (ho 30) di quelli che non meritano comprensione, e lo dico senza ironia!

 

Più comprensione invece meritano i xxxxx giovani che fronteggiano questo problema.

 

Mentre NESSUNO merita che gli vengano augurati castighi divini! Così credo.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

ho letto tutto solo ora, secondo me ha detto TUTTE cose verissime ,e poi non dimenticatevi che si è belli anche per i propri difetti, io dico sempre che bisogna vedere le cose MAI da un solo punto di vista ma da tanti punti di vista

 

ad esempio: è come dire che tutte le donne con poche tette fanno cagare, FALSO, c'e chi piace, c'e chi non piace, dipende dai punti di vista.

 

avete perso i capelli e se perdete un familiare che fate; vi suicidate??

 

Più le vostre difficoltà sono in salita piu siete forti se le superate, un consiglio a tutti, date le belle giornate, fate tanti Km in bicicletta, tutti i giorni, in salita, sempre in salita e cominciate a sopportare la fatica fisica poi il resto arriverà da se... alle donne piacciono i ciclisti ;)

 

 

 

PS... ma è sempre un punto di vista ;)

Edited by MarcAntonio
Link to comment
Share on other sites

Guarda che non siamo tutti uguali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Io sono un ragazzo molto pacifico, ben educato che non si permetterebbe mai di offendere qualcuno. Eppure, anche io come tanti raga ho l'aa. Sono perfettamente a conoscenza che ci sono persone che soffrono di malori molto più gravi dei nostri, ma non possiamo imporci di stare bene, sarebbe solo mentire a noi stessi. Non è bello essere offeso per tutta la vita. Io sono stato sempre carino ma non me la sono mai tirata! Ho sempre lottato e vinto. Prima contro l'obesità passando da una 54 a una 46, poi contro i brufoli e adesso contro l'alopecia. Non riesco a stare bene nell'anima se non sto bene fisicamente e questo perchè non riesco ad accettarmi. E non riesco ad accettarmi a causa della gente come te che sa solo offendere e generalizzare gente che magari chiede alla vita solo pace e conforto e non i soldi che, fidati di me, non fanno la felicità! Per favore non giudicare gente sazia di giudizi tali, peggiori solo la situazione

Link to comment
Share on other sites

Ok capito. Qui non c'è nulla da fare.

 

Riassumendo secondo voi uno che si rovina la vita perché perde qualche pelo è una persona normale, degna magari di stima e di ammirazione.

 

Io sinceramente ho effettivamente avuto qualche  momento di sconforto dovuto a questo problema. Ma si ferma tutto lì, non ha mai condizionato la mia esistenza. Problema archiviato da quando mi sono rasato. Con le donne non è cambiato nulla, anzi. Quando avevo tutta la chioma mica mi stavano dietro tutte.... Ce ne sono molte belle e intelligenti che non danno importanza alle calvizie. Se poi vi continuate a concentrarvi sulle altre avete anche un problema di masochismo patologico. 

 

Con questo chiudo immagino che non sentirete la mia mancanza. Chiudo con un augurio sincero.

 

Vi auguro di cuore di riuscire a trovare un pò di serenità, di utilizzare le energie sprecate in angosciose paranoie senza senso per alimentare qualcosa che vi faccia di nuovo sorridere e godere a pieno delle gioie della vita. Vi auguro di trovare l'amore che non vi permetterà di pensare ai vostri capelli. Di ridere dei vostri difetti con la stessa innocenza con cui un bambino un giorno mi ha domandato dove fossero finiti i miei capelli.

 

Per fare questo cominciate interrogandovi sull'ampiezza che ha preso il problema nelle (e non sulle) vostre teste, sul tempo che passate su questo forum, sulle reazioni brutali che avete nei confronti di chi vi fa una battutta o vi provoca con un messaggio come il mio, sul significato che date alla vita. Se poi arriverete alla conclusione che una bella chioma vale più della vostra vita o della vostra dignità, beh fate un patto col Diavolo e siate sicuri che sarà solo lui a guadagnarci....

 

Ciao a tuti

 

Completamente d'accordo con te in tutto e per tutto :okboy:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

vedi caro tipo che ha inventato questo post......sulla punizione divina non oso esprimermi per non riceverne qualcun altra..... visto che sono abbastanza pelato. Io da capellone ero come tanti, capitava da raggazzino di prendere in giro qualcuno ma non penso di essere mai sato particolarmente cattivo . Purtroppo dipende dalla sensibilità delle persone il disagio che deriva dal problema calvizie, chi riesce a fregarsene chi meno. Credo che le esperienze passate di ognuno di noi ci abbiano portato a dare il peso che diamo a questo problema....trovo azzardato generalizzare in questo modo. Secondo me ,comunque, dio è misericordioso e non padre padrone cattivo che ti manda questo tipo di punizioni. Allora, seguendo il tuo ragionamento, se mi metto a fare solo bene e anon peccare piu' mi ricresceranno tutti i capelli!!?????????????? beh saREBBE FAntastico.Ci proverò e ti farò sapere..... Per il resto hai ragione, non è giusto rovinarsi la vita per questo, ma non è neanche giusto non cercare di risolvere quello che puo'essere una sxcomodità

Link to comment
Share on other sites

leggendo il post iniziale ke ha precorso la discussione ho pensato ..sarà stato scritto da "uno" ke nn ha

problemi di capelli,xkè di solito ki nn ha nn un "certo problema" è un pò superficiale con gli aspetti legati allo stesso;

tuttavia concordo con la tesi ke darne troppa importanza sia esagerato e nasconda in fondo un problema interiore + profondo.

cmq amici,ne sono certo, il tempo ke scorre ci aiuterà, x natura, a vedere il problema sotto una luce meno ossessiva e sofferente ed è x questo ke vi dico ke nn ci possa essere clonazione o qualsiasi altra + grande scoperta maggiormente auspicata della serenità ke si formerà e crescerà in noi con il trascorrere degli anni.

e allora xkè aspettare 30 o 40 anni affinkè avvenga questo e nn sforzarsi anke a 20 anni di pensare e,quindi,capire ke il problema della perdita dei capelli colpisce ,semplicemente, degli annessi cutanei e ke

siamo accettati x "quelli ke siamo" e nn x "come siamo" !

e le donne guardano sopratutto questo ,anke quelle donne ke in un primo momento sembra ke ci giudichino

solo x il nostro aspetto fisico...fidatevi e cmq se nn ci credete provateci !

 

un saluto a tt... e a lady e curvadong e brasileiro (quanto tempo è passato ke nn vi sentivo)

Link to comment
Share on other sites

siamo accettati x "quelli ke siamo" e nn x "come siamo" !

e le donne guardano sopratutto questo ,anke quelle donne ke in un primo momento sembra ke ci giudichino

solo x il nostro aspetto fisico...fidatevi e cmq se nn ci credete provateci !

 

questa cosa è tanto bella quanto poco diffusa

 

purtroppo nn funziona così (di norma)

 

 

 

 

triste vero?

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti,

 

la discussione è molto lunga quindi è anche normale che qualche messaggio sfugga.

 

Comunque, ripeto, non ho mai augurato una punizione divina a nessuno (cfr. i primi post...). Non ho nemmeno mai detto che qualcuno lassù punisca gente facendogli cadere i capelli....o lo premi facendoglieli ricrescere. Ho utilzzato volutamente un concetto forte, per esprimere una mia opinione... la "punizione divina" non starebbe nel fatto di perdere i capelli ma piuttosto nel soffrire orribilmente per tale condizione. Una tale sofferenza (e parlo di sofferenza vera che impedisce di vivere decentemente) è a mio modo di vedere sintomo di una certa superficialità e di un'incapacità nel dare il giusto valore alle cose. Tutti possono perdere i capelli, ma le persone più equilibrate daranno un peso minore a questa situazione. Ê in ogni caso una prova per tutti, e di prove ce ne sono tante nella vita. Comprendo che in età molto giovane, quando si tende a volere appartenere ad un gruppo o branco, il fatto di trovarsi irrimediabilmente ed a proprio malgrado diversi, possa dare qualche scompenso.

 

Ma è meglio svegliarsi in fretta credetemi, poiché concentrare tutte le proprie energie (negative) su questo problema, in un età in cui la personalità viene forgiata, rischia di compromettere la vita molto di più della perdita di qualche pelo. A mio modo di vedere, quando ci si rende conto che l'alopecia non permette più di avere una vita sociale decente bisognerebbe al più presto farsi aiutare da professionisti (non tricologi intendiamoci....).

Link to comment
Share on other sites

una cosa è dannarsi per la perdita di qualche pelo, un'altra è dannarsi per la perdita della propria chioma.a parte questo anche se uno non è superficiale resta il fatto che la maggior parte della gente lo è o che cmq quasi mai c'è il tempo di approfondire un rapporto ad un livello tale da essere accettati per come si è e non per come si appare.i rapporti che intratteniamo quotidianemente sono per loro natura superficiali.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti,

 

Ogni tanto consulto e scrivo su questo Forum, in particolar modo su questa sezione.

 

Un'opinione dopo parecchio tempo me la sono fatta pure io.

 

A mio modo di vedere coloro che considerano la calvizie come una malattia mortale e che soffrono in maniera orrenda per questo hanno semplicemente avuto la punizione divina che si meritavano.

 

Probabilmente da capelluti erano i primi a comportarsi in maniera superficiale ed arrogante. Magari prendevano in giro coloro che avevano dei difetti fisici senza nemmeno preoccuparsi delle conseguenze.

 

Ora soffrono perché sono esposti e non possono più nascondersi fra la melma di gente superficiale e stupida come loro e spargere a destra e sinistra la loro deficienza. Il sistema che prima li proteggeva li ha abbandonati, li ha esclusi. Si sentono soli, senza capelli va bene...ma quel che è peggio è che con i capelli non hanno perso la loro imbecillità. Quindi piangono come dei bambini nei vari forum, senza evidentemente avere il coraggio di mostrare la loro mollezza al mondo reale.

 

Addirittura, e qui tocchiamo veramente il fondo dell'indecenza, maltrattano quella poca gente sensata che osa dire che il loro problema è ben poca cosa considerato ad altri ben più gravi (aids, cancro, denutrizione,...).

 

Contenti solo di sapere che qualcuno è più calvo di loro, probabilmente provano un piacere smisurato nel notare che un loro amico o un personaggio famoso comincia ad avere il loro stesso problema (vedi forum sulle paparazzate sempre pieno) e quindi a soffrire come loro (non immaginano nemmeno che ci sia gente NORMALE a cui non importa o importa poco di perdere i capelli).

 

Per queste persone non vi può essere nessuna pietà o stima. Hanno avuto quello che si meritavano. Che si curino da un bravo psichiatra che li aiuterà sicuramente di più di qualsiasi ciarlatano attaccacapelli....

 

PACE E BENE A TUTTI.

 

Muahaha, punizione divina?? allora faccio bene ad odiare Dio... Se io non avessi avuto i miei problemi sicuramente sarei stato un ragazzo normale, con buoni rapporti con gli altri e con i genitori..... Ma purtroppo i miei complessi mi fanno vivere una vita limitata e sopratutto invidia per gli altri... Io non credo in Dio, ma talvolta lo faccio per trovare qualcuno con qui prendermela... In pratica simulo una fede per avereun punto di riferimento con cui sfogarmi... Talvolta mi viene da pensare che la terra sia tutto un pugatorio, e che in realtà siamo morti e scontando le nostre pene... Chi più, chi meno, a seconda dei peccati commessi nella vita vera... E io devo essere stato uno dei più peccatori allora... ma una cosa bestiale sarei dovuto essere... Ecco, mi piace pensarla cosi per dare almeno una giustifucazione alle mie sofferenze, perchè se il gioco di Dio è questo, ovvero, concedere tutto alla casualità, allora è completamente sballato... Spero di andare in paradiso solo per incontrarlo in faccia e......................................

 

 

Tutto questo detto da un ateo che talvolta crede per crearsi una figura con la quale prendersela.... Bye

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
Buongiorno a tutti,

 

Ogni tanto consulto e scrivo su questo Forum, in particolar modo su questa sezione.

 

Un'opinione dopo parecchio tempo me la sono fatta pure io.

 

A mio modo di vedere coloro che considerano la calvizie come una malattia mortale e che soffrono in maniera orrenda per questo hanno semplicemente avuto la punizione divina che si meritavano.

 

Probabilmente da capelluti erano i primi a comportarsi in maniera superficiale ed arrogante. Magari prendevano in giro coloro che avevano dei difetti fisici senza nemmeno preoccuparsi delle conseguenze.

 

Ora soffrono perché sono esposti e non possono più nascondersi fra la melma di gente superficiale e stupida come loro e spargere a destra e sinistra la loro deficienza. Il sistema che prima li proteggeva li ha abbandonati, li ha esclusi. Si sentono soli, senza capelli va bene...ma quel che è peggio è che con i capelli non hanno perso la loro imbecillità. Quindi piangono come dei bambini nei vari forum, senza evidentemente avere il coraggio di mostrare la loro mollezza al mondo reale.

 

Addirittura, e qui tocchiamo veramente il fondo dell'indecenza, maltrattano quella poca gente sensata che osa dire che il loro problema è ben poca cosa considerato ad altri ben più gravi (aids, cancro, denutrizione,...).

 

Contenti solo di sapere che qualcuno è più calvo di loro, probabilmente provano un piacere smisurato nel notare che un loro amico o un personaggio famoso comincia ad avere il loro stesso problema (vedi forum sulle paparazzate sempre pieno) e quindi a soffrire come loro (non immaginano nemmeno che ci sia gente NORMALE a cui non importa o importa poco di perdere i capelli).

 

Per queste persone non vi può essere nessuna pietà o stima. Hanno avuto quello che si meritavano. Che si curino da un bravo psichiatra che li aiuterà sicuramente di più di qualsiasi ciarlatano attaccacapelli....

 

PACE E BENE A TUTTI.

 

 

Superficiale.. ? Io credo che siano le tue parole ad essere davvero superficiali.

Soprattutto come ha già detto qualcuno mi sembra davvero sbagliato generalizzare e giudicare in massa, ogni caso è a sè, ogni persona ha la sua storia, la sua vita, i suoi problemi e soprattutto il suo modo di affrontarli.

Per ora la mia non è una situazione grave, ma potrebbe anche esserlo in futuro, e il solo pensiero mi crea panico. Mentre ci sono persone in cui il problema è già molto grave e non mi sembra il caso di giudicarle per la loro sofferenza.

Per un ragazzo in fondo è diverso, ma per una ragazza è tutta altra cosa. Ogni giorno un'amica si lamenta del fatto di non essere prosperosa, un'altra si lamenta di essere troppo bassa o troppo grassa, un'altra ancora piange disperata perchè il parrucchiere le ha fatto un taglio di capelli orrendo o la tinta sbagliata. davanti a tutto questo una ragazza che teme di diventare calva (ipotizzando il caso peggiore) come dovrebbe sentirsi? Immedesimandomi, come una condannata a morte credo. Forse sono io la debole della situazione, e davvero mi auguro che le altre siano molto più forti, ma se dovesse capitare a me una cosa tanto grave, preferirei sinceramente una malattia grave e incurabile.

Mi rendo conto di essere immatura forse, ma nn ho mai pensato che si debba vivere a tutti i costi, la vita nn è sempre bella, e non sempre vale la pena viverla, soprattutto quando la tristezza e la rabbia ti uccidono dentro, e non voglio diventare un vegetale. Questa è solo la mia opinione, ma ne sono pienamente convinta, preferirei morire felice domani piuttosto che vivere 100 anni di angoscia e dolore, e parlo in generale, di qualsiasi problema, non solo quello dei capelli.

Inoltre già una volta quando mi hanno operato e rasato in varie parti della testa mi sono quasi lasciata morire di fame, mi hanno preso, come si dice, proprio " per i capelli" (quelli che mi avevano lasciato almeno) quindi per un problema più grave probabilmente lo rifarei, non lo so.. se poi per questo devo essere giudicata superficiale e debole lo accetto, non mi importa, ma le cose sono sempre immensamente più complicate di quello che sembrano.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Buongiorno a tutti,

 

Ogni tanto consulto e scrivo su questo Forum, in particolar modo su questa sezione.

 

Un'opinione dopo parecchio tempo me la sono fatta pure io.

 

A mio modo di vedere coloro che considerano la calvizie come una malattia mortale e che soffrono in maniera orrenda per questo hanno semplicemente avuto la punizione divina che si meritavano.

 

Probabilmente da capelluti erano i primi a comportarsi in maniera superficiale ed arrogante. Magari prendevano in giro coloro che avevano dei difetti fisici senza nemmeno preoccuparsi delle conseguenze.

 

Ora soffrono perché sono esposti e non possono più nascondersi fra la melma di gente superficiale e stupida come loro e spargere a destra e sinistra la loro deficienza. Il sistema che prima li proteggeva li ha abbandonati, li ha esclusi. Si sentono soli, senza capelli va bene...ma quel che è peggio è che con i capelli non hanno perso la loro imbecillità. Quindi piangono come dei bambini nei vari forum, senza evidentemente avere il coraggio di mostrare la loro mollezza al mondo reale.

 

Addirittura, e qui tocchiamo veramente il fondo dell'indecenza, maltrattano quella poca gente sensata che osa dire che il loro problema è ben poca cosa considerato ad altri ben più gravi (aids, cancro, denutrizione,...).

 

Contenti solo di sapere che qualcuno è più calvo di loro, probabilmente provano un piacere smisurato nel notare che un loro amico o un personaggio famoso comincia ad avere il loro stesso problema (vedi forum sulle paparazzate sempre pieno) e quindi a soffrire come loro (non immaginano nemmeno che ci sia gente NORMALE a cui non importa o importa poco di perdere i capelli).

 

Per queste persone non vi può essere nessuna pietà o stima. Hanno avuto quello che si meritavano. Che si curino da un bravo psichiatra che li aiuterà sicuramente di più di qualsiasi ciarlatano attaccacapelli....

 

PACE E BENE A TUTTI.

va che lo so che c'e' di peggio................. se fossiun dio rimdierei.... ma siccome sono un povero mortale non posso fare altro che andare avanti........ e tristemente guardare il mio.... anche se posso aiuto gli altri ma cotnro i tumori c''e poco da fare............ a meno che non sei medico.......

 

cmq io non ho mai preso pe ril cxxx uno col difetto fisico, anzi mi incxxxx quando certa gente ci ride sopra tipo "ha che cicciona hahahaha" "ha quello ch esfxxxto zoppica" ecc..............

 

mi hanno sempre rotto i coglioni eccc...... quindi invece di fare tutta l'erba un fascio vediamo di parlare solo di certe persone e non di altre che magari sono stati un po' sfxxxti nella vita............

Link to comment
Share on other sites

va che lo so che c'e' di peggio................. se fossiun dio rimdierei.... ma siccome sono un povero mortale non posso fare altro che andare avanti........ e tristemente guardare il mio.... anche se posso aiuto gli altri ma cotnro i tumori c''e poco da fare............ a meno che non sei medico.......

 

cmq io non ho mai preso pe ril cxxx uno col difetto fisico, anzi mi incxxxx quando certa gente ci ride sopra tipo "ha che cicciona hahahaha" "ha quello ch esfxxxto zoppica" ecc..............

 

mi hanno sempre rotto i coglioni eccc...... quindi invece di fare tutta l'erba un fascio vediamo di parlare solo di certe persone e non di altre che magari sono stati un po' sfxxxti nella vita............

 

onestamente non ho compreso il succo del tuo discorso. puoi essere piu chiaro?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...