Jump to content

superman

Salusmaster User
  • Content Count

    961
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Reputation Activity

  1. Like
    superman got a reaction from ragazzino in Primo Toppik   
    ok capisco, generalmente col termine tecnica "punto pelo" indicano quella tecnica dove intervengono su capelli abbastanza lunghetti e radi per dar un effetto densità, tipico dei prodotti come dermatch o couvrè che tingono il cuoio capelluto.. probabilmente tu avrai fatto la tecnica "effetto rasato" per portar i capelli rasati.. comunque ho capito cosa vuoi dire..
  2. Like
    superman got a reaction from finnikola in Primo Toppik   
    La trico non è venuta un buon lavoro?? è facilmente sgamabile nel tuo caso? i casi che ho potuto vedere su internet erano impeccabili pure in soggetti totalmente glabri. Ad ogni modo ho elaborato un modo abbastanza empirico e quantomeno anomalo per simulare un effetto rasato, ovvero mescolare k-max a del gel abbastanza acquoso (di quelli che si trovano nei discount a poco costo) e poi spalmare (con il polpastrello dell'indice) con la massima attenzione sul cuoio capelluto piccole zone per volta. Magari per dare maggiore stabilità si può spruzzare alla fine un po di lacca ma facendo attenzione che il modello di lacca non dia un effetto troppo luccicante. Ho indicato il k-max perché ha le microfibre leggermente più grandi del toppik e simula meglio dei cortissimi capelli, andrebbe bene pure il toppik ma secondo me l'effetto è peggiore. La proporzione tra quantità di k-max e gel è facilmente individuabile dopo qualche esperimento. Ovviamente si tratta di un rimedio temporaneo, andandoci a dormire o strusciando le mani con forza il trucco va via, quindi è solo per condizioni di emergenza...
  3. Like
    superman got a reaction from maggio766 in Macchiano Cuscino..?   
    si macchiano, ma è preferibile lasciar macchiare che farsi lo shampoo ogni sera
  4. Like
    superman reacted to Leuco63 in Bianchi Sintetici   
    Scusa Luca,
    con una percentuale di bianchi sintetici superiore al 40% (phon a parte, eventualmente si cercherebbe di fare attenzione nell'asciugarli) tu li consiglieresti ugualmente?
    Grazie.
  5. Like
    superman reacted to MAXMAGNUM in Problemino All Pellicola   
    voilà
     
    "Se si strappa la protesi (a cura di Arn)
     
    ...
    Due sono i casi possibili che sarà subito bene distinguere.
     
    Rottura lontano dal luogo di abituale manutenzione
     
    Può accadere che, per somma sfortuna, il danno si produca mentre siamo in viaggio, magari senza troppo tempo disponibile, magari senza la giusta privacy per poter fare le cose per bene. Certamente senza il materiale giusto per poter effettuare una riparazione. Il consiglio, in questo caso, è uno solo: prendere tempo tamponando il problema e rimandare l'intervento di riparazione. Mai avventurarsi a tentare saldature con prodotti di cui si ignorino le caratteristiche ed acquistati chissà dove! La cosa migliore da fare, in questi casi, è quella di attaccare una striscia di biadesivo sotto la rottura, in modo da stabilizzarla ed impedire che si allarghi. La successiva adesione del biadesivo al cuoio capelluto completerà il fissaggio e non ci saranno problemi ad arrivare alla manutenzione successiva senza alcun inconveniente, soprattutto se la lesione si trova in una zona coperta dai capelli. L'importante è che il biadesivo sia adatto al materiale da fissare. Mentre infatti non ci sono problemi a fissare la pellicola con biadesivo per lace, quello per pellicola non ha praticamente alcuna presa sul lace. Il problema riguarda quindi tutti coloro che abbiano un lace con anello in pellicola e dotazione di biadesivo per tale materiale. In questo caso, se non possono procurarsi un biadesivo che faccia presa sul lace, dovranno per forza tentare una riparazione definitiva come sotto spiegato.
     
    Rottura presso il luogo di abituale manutenzione
     
    In questo caso si impone una riparazione definitiva, intesa come soluzione che permetta di arrivare a fine vita della protesi senza il ripresentarsi della rottura.
    Varie sono le metodiche di riparazione.
     
    Cucitura con ago e filo: logicamente solo per il lace. Consiste nella semplice cucitura, con filo sottilissimo e dello stesso colore della base dei margini della lesione, passando l'ago nel modo seguente: afferrato lo strappo in modo che i due lembi siano accostati verticalmente, come un sandwich con all'esterno le parti inferiori delle basi ed all'interno le parti capellute, passare l'ago tra le maglie integre vicine allo strappo dell'una e dell'altra parte. Tante più maglie lascerete tra il filo e lo strappo, tanto più la cucitura sarà solida ma evidente e palpabile, tipo cicatrice. Questo metodo non va quindi usato in zone come il front ma solo dove ci siano molti capelli a coprire la riparazione. Quante maglie lasciare tra i due capi del filo dipende da quanta vita residua si pensa possa avere la protesi. Se è nuova o quasi, conviene lasciarne almeno un paio o, meglio ancora, usare un altro metodo. Se è questione di giorni o poche settimane, si può anche cucire a ridosso dello strappo, correndo il rischio di nuovi strappi. In zone non a vista, esiste anche un altro metodo, utilizzabile a patto che si siano conservati dei lembi di lace (mai buttare via il lace in eccesso tagliato sul front!). In questo modo si potrà fare un riporto di lace sotto la lesione, fissando una specie di toppa con una cucitura che, oltre ai lembi dello strappo, interesserà il perimetro dell'inserto, con una tenuta finale identica o addirittura maggiore di una base integra.
     
    Incollaggio: utilizzabile sia su pellicola che su lace. Sconsigliato su entrambe l'uso dell'Attak o adesivi cianoacrilici simili: creano giunzioni troppo rigide, che predispongono a nuove rotture o a lesioni circostanti. Per la pellicola va bene una colla specifica per plastica o cuoio. Applicare, dopo aver perfettamente pulito la superficie da sebo e residui, non tanto sulla fessura quanto sui millimetri circostanti, così da fare una sottile toppa di colla. Porre la massima attenzione alla posizione della pellicola nel momento in cui la colla si asciuga! Se si creano pieghe, queste rimarranno e saranno molto fastidiose. La posizione migliore è quella che vede la protesi rovesciata (cioè con la pellicola sulla faccia convessa ed i capelli su quella concava, al contrario del normale) poggiata su un supporto: uan testina di polistirolo o, al limite, una palla di carta. A quel punto, quando i lembi dello strappo si ricomporranno da soli, applicare la colla, stendendola su una piccola area che vede lo strappo al centro, facendo ben attenzione a non far passare la colla attraverso lo strappo. Quando la colla sarà asciutta, si sarà formata una riparazione dalla forte tenuta. Sul lace l'incollaggio può essere fatto su zone non a vista, sempre coperte dai capelli. Anche qui, dopo aver sgrassato e lasciato asciugare perfettamente la zona dello strappo, rovesciare la protesi nello stesso modo della pellicola. Utilizzare la stessa colla per plastica o cuoio, purché non troppo fluida. In ogni caso, utilizzare una colla precedentemente tenuta in frigorifero, allo scopo di diminuirne la fluidità. Applicare pochissima colla sui due lati dello strappo, parallelamente ad essi. Curare bene che la colla non passi attraverso le maglie del lace. Lasciare asciugare la colla. Quindi, con estrema parsimonia, passare un filo di colla a zig-zag da una parte all'altra come se fosse il filo di ragnatela, congiungendo le due linee di colla precedentemente applicata ed asciugata. Ripetere più volte l'operazione, invertendo l'andamento dello zig-zag in modo da creare una trama tipo tessuto e sempre lasciando asciugare ogni volta, fino a che non si crea uno strato di colla leggero ma robusto.
     
    Toppetta: il sistema di elezione per le pellicole, quantomeno su tutta quella superficie ove non vadano applicati nastri o colle per il fissaggio dell'impianto. La toppetta può semplicemente essere costituita da nastro adesivo di adeguata larghezza, di spessore ridotto, di un colore che non si possa notare attraverso la base, quindi né bianco né nero ma non per questo necessariamente trasparente. Sul lace la toppetta è utilizzabile ma presenta problemi di varia natura. Innanzitutto dovrà essere trasparente ma soprattutto poco lucida, per evitare vistosi riflessi. Non solo: Se costituita da nastro adesivo, tenderà a sporcarsi richiedendo quindi la sua sostituzione. Tutto ciò fa sì che una toppetta di nastro possa essere usata sul lace solo lontano dal front ed in zone ad alta densità".
  6. Like
    superman got a reaction from Vanessa1234 in Problemi Con Toppik....altri Prodotti Consigliati?   
    non l ho mai provato, alcuni dicono che sia uguale, alcuni peggio al dermatch, in ogni caso va messo sulla cute e non sui capelli, anzi i capelli vanno evitati il piu possibile. visto che lo usano pure sui capelli rasati si può usare a qualsiasi lunghezza.
  7. Like
    superman got a reaction from zazza in Infotoppik   
    1 sporca abbastanza nel senso che le superfici del bagno saranno ricoperte dopo un po di tempo di un velo di polvere nera, per quanto riguarda la sporchevolezza sul cuscino, può capitare ma tutto dipende da quanto uno ne usa e dal grado di diradamento di partenza.
    2 si nota se uno ha un diradamento gravissimo o si voglion coprire zone glabre, ma la gente comune non conosce il toppik penserà che hai dei capelli sporchissimi tutti impolverati, oppure noterà qulcosa di strano a cui non sa darsi spiegazione. se uno invece ha un diradamento medio-lieve e magari uniforme il risultato è ottimo
    3 si ma il risultato finale va visto dal vivo, risultati ottimi visti in foto e video possono sembrare pietosi dal vivo, quelli che han 3 peli e si fanno vedere nelle pubblicità con la testa piena di capelli dopo aver usato toppik mi piacerebbe vederli dal vivo.
    4 un periodo da 1 a 3 mesi dipende dal grado di diradamento. è una cosa molto soggettiva
×
×
  • Create New...