Jump to content

Eevan

Salusmaster User
  • Content Count

    26
  • Joined

  • Last visited


Reputation Activity

  1. Like
    Eevan got a reaction from ergo_sum in Ma Queste Polverine Per Capelli...!   
    L'estate scorsa ho sperimentato un mese di fila di Toppik sulla testa. Andavo a dormire con le microfibre sui capelli, e il mattino dopo davo un ritocco, quando necessario, usando anche la lacca Toppik come fissativo. Devo dire che l'esperimento è stato fallimentare: mi ritrovo con molti meno capelli rispetto al mese precedente, e soprattutto ho notato che ne cadevano abbastanza nella doccia mentre mi lavavo: cosa mai successa prima.
    Dò il mio modesto parere: se non ci si trova in situazioni che obbligano ad un camuflage continuativo, raccomanderei senz'altro di lavare i capelli al rientro dal lavoro tutte le sere, e lasciar respirare la cute durante il sonno. Io uso acqua quasi fredda (chiude i pori e rende più difficile la perdita del capello dal follicolo), poco shampo delicato (o addirittura un tuorlo d'uovo al posto dello shampo: sembra incredibile, ma lava bene ed è naturale!) ed eviterei l'asciugatura col phon.
    Sono quasi certo che l'azione combinata delle microfibre e della lacca (la quale, per quanto possa sembrare leggera, crea una continua azione di trazione e addirittura di strappo sul capello, esattamente come una qualsiasi lacca, o vernice, o colla) favorisca la perdita dei capelli. Ho anche notato che (per quanto siano corti) i capelli appaiono ora come sfibrati e pronti a spezzarsi. Non escluderei una leggera azione abrasiva delle microfibre sul fusto del capello.
    Usate la quantità strettamente necessaria di fibre, cercando di limitare al minimo possibile la caduta sulla cute. E non esagerate con la lacca: tre spruzzate su tutta la chioma bastano e avanzano.
  2. Like
    Eevan got a reaction from ergo_sum in Ma Queste Polverine Per Capelli...!   
    Non credo di saperne più degli altri su alcunchè. Però, sono convinto che se un utente si affaccia qui per chiedere dei consigli, lo fa confidando nella nostra personale esperienza con questi prodotti, non in ciò che affermano questi ipotetici e paludatissimi "Centri di Ricerca Scientifica", o i "migliori dermatologi". E siamo sicuri che questi Centri di Ricerca sul capello siano del tutto disinteressati? In generale, è l'industria cosmetica che finanzia le suddette ricerche. Magari c'è un conflitto di interesse...?
×
×
  • Create New...