Jump to content

Exspace

Salusmaster User
  • Posts

    8
  • Joined

  • Last visited

Exspace's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputation

  1. Un leggero rigonfiamento non è ginecomastia. Comunque, non tartassetemi di domande per trovare delle risposte. Andate da un medico
  2. Per quanto riguarda l aldactone, l ho detto, per due anni ha fatto miracoli ai miei capelli. Fino ad oggi. Sapevo della tossicità del flutamide, però molte volte viene troppo enfatizzata la dicitura del bugiardino. Se avessi dato retta a determinati post e pareri medici in merito all aldactone, ora, molto probabilments, sarei già pelato. Ciò che mi interessa è un eventuale cura, sotto stretto controllo medico, magari alzando la dose a 200 mg di aldactone. Questo lo valuterà lui. Ora come ora, però, sono abbastanza stressato.
  3. Salve a tutti, Assumo regolarmete, da 2 anni e mezzo, aldactone 75 mg sotto controllo medico. Nessun side, nessuna morte presunta, nessuna femminilizzazione, erezione e libido uguali a prima dell inizio della terapia ( con questo non incito nessuno ad utilizzare il farmaco senza controllo medico, semplicemente il mio corpo lo tollera benissimo). Detto ciò, è da un po' di tempo che il farmaco non fa più effetto, ovvero mi è tornato il sebo in eccesso sul viso, bolle sulla schiena, in viso e un forte prurito in testa accompagnato da un leggero sfoltimento nella zona frontale. Contatto il mio medico il quale mi consiglia di alzare il dosaggio a 100 e rimanda la mia situazione ad un endocrinologo ( ci sono già stato, ma visti i risultati strabilianti del farmaco e l assenza totale di effetti collaterali, mi sono fatto seguire dal mio medico di base. Aumentando il dosagio, ho subito notato un miglioramento a livello dermatologico : pelle liscissima, assenza di sebo, assenza di bolle et similia( questo da una 15ina di giorni,l aumento). Il problema è un altro, ovvero che la situazione della cute non è cambiata. Non ho forfora, sebo, bolle,tricodinia, desquamazione ma solo un forte prurito accompagnato, a mio dire, da uno sfoltimento dei capelli( zona frontale). Ecco, non riesco a capacitarmi della cosa: Com'è possibile che il farmaco agisca solo sul corpo e non sul cuoio capelluto? Ho deciso di andare da un endocrinologo e di seguire insieme a lui una terapia adatta al problema, eventualmente con l utilizzo ciclico di ciproterone acetato o flutamide. Un altra domanda, cosa può essere se non dermatite seborroica( visto che non i sintomi tipici)? Visto che non riesco a capire ed il tempo di attesa della visita mi sta logorando l esistenza, qualcuno di voi sa spiegarmi il motivo? Un ultima domanda, che differenza c'è, in termini di azione antiandrogena, tra spironolattone e ciproterone acetato/ flutamide? Perché quest ultimo ha molti più benefici( side compresi) dello spironolattone? Vi ringrazio anticipatamente. Gianluca.
  4. Sono andato dall'endocrinologo, l'ho proposto ed ha accettato. Comunque, se te lo passa la mutua, non paghi nulla. Ci sono dei sides,ovviamente, ma che comunque sono differenti in ognuno di noi. Te li elenco di seguito: 1) leggero rigonfiamento sul petto( lato sinistro) 2)dolori, saltuari, nella zona del petto gonfia 3) lo sperma diventa abbastanza liquido Bene o male, questo è quanto.
  5. Buonasera a tutti, cercherò di essere preciso e coinciso. Allora, soffro di aga da 4 anni ormai e fin da subito mi sono adoperato per contrastarla. Ho iniziato con l' avodart ed il minoxidil i quali per 1 anno intero mi hanno dato effetti più che soddisfacenti, tanto da ritornare ai bei tempi. Di punto in bianco il minoxidil ha cominciato a darmi irritazione,desquamazione et similia. A seguire, anche l avodart ha cominciato a peccare nella funzione di antinadrogeno. Preso dalla paura, in quanto per me l estetica è concentrata meramente sui capelli, ho iniziato la cura con l 'aldactone a 75 fin ad ora ( 2 anni su per giù, senza pause con effetti strabilianti ). Ecco, a distanza di 2 anni, siamo alle solite, ovvero:irritazione del cuoio capelluto, leggero formicolio, scarichette di dolore, ma comunque il capello rimane, per fortuna, sempre folto. Sempre, ma non per sempre, nel senso che ho notato un leggero indebolimento nella zona frontale, per il quale, ho preso e tagliato tutto. Adesso, ho delle domande in testa che preliminaralmente voglio chiedere in questo forum(tornerò in cura, 'sta volta, non da solo): Questi anti androgeni, vanno presi a cicli in quanto il fisico tende, dopo tot tempo, ad abituarsi? Se dovessi, a distanza di 2 anni, riprendere l avodart, per 1 anno e poi di nuovo l aldactone, potrei ovviare al problema? Sostanzialmente, il ciclo è una conditizio sine qua non per l effetto e quindi la funzione del medicinale? Giovedì, riproverò con la soluzione topica da abbinare all avodart, ovvero : Minoxidil 5% Transcutol 5% Progesterone 1% Spironolattone 1% 17 alfa estradiolo 0.025 Alcool 80/100 Grazie, Gianluca.
  6. Come da titolo vi spiego tutto l iter: Inizio con un minoxidil 5% notando una perdita Indotta per 2 settimane con relativo rinfoltimento. Mi affido al mio medico che mi prescrive il preparato galenico al 3% con progesterone e altre cose. Ingenuamente mia madre mi ricompra il 5% e noto che da quando lo sto riutilizzando la caduta dei miei capelli è aumentata ( da una settimana circa che lo utilizzo) Sapete spiegarmi il perché ? L unico aspetto positivo èche magari non sono capelli fini e corti e che cmq la densità rimane sempre la stessa.. Sotto la doccia mi cadono pochissimi capelli.. Giusto quando applico la lozione noto qualche capello sulle mani. Cuscino vuoto. Consigli?
  7. Salve ragazzi. A voi più esperti, è un giusto abbinamento il seguente: Minoxidil (devo andare dal medico e farmelo prescrivere! Meglio il galenico con ulteriori composti utili o va bene l'industriale? ) Dutasteride ( lo uso da 5 mesi ormai) Skinoren ( per eccesso di sebo mi ha portato notevoli benefici, anche se ultimamente mi crea un prurito estremo senza capire il perchè) Serenoa repens ( sapete i benefici) Aspetto vostre notizie ^^
  8. Buonasera ragazzi, mi ritrovo a scrivere questo post, seduto su una panchina a piangere come un ragazzino.Sono una persona che ha sempre avuto un autostima sotto i piedi e penso che l unica cosa di me che ho sempre cantato sono, appunto, i capelli. Da 1 mese a questa parte ho cominciato a sentire un prurito al cuio capelluto, non forte, accompagnato da forfora secca(poca). Il medico mi ha controllato e assegnato un cortissimo e nizoral come shampoo. Ho 20 anni e fin da piccolo ho sempre avuto la fronte abbastanza alta ma ben messa per le dimensioni della testa. Sia mio padre che mio nonno paterni hanno perso i capelli e so che al 99% seguirò le loro orme. Sto soffrendo e mi sembra che le persone che mi ritrovo intorno non capiscono lo stato che vivo, sanno soltanto dirmi "ci sono cose ben peggiori". La mia domanda in tutto ciò è una : questi sintomi mai avuto quale significato hanno? Non ho perdita eccessiva di capelli e tutto ciò MI SI È SCATENATO DA QUANDO HO RASATO I CAPELLI. Scusate lo sfogo.
×
×
  • Create New...