Jump to content

zibibbo91

Salusmaster User
  • Content Count

    82
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

zibibbo91 last won the day on June 24

zibibbo91 had the most liked content!

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Pescara

Recent Profile Visitors

1,486 profile views
  1. Ciao. Ho una protesi parziale in lace. Una striscia frontale di 4 cm. La tappezzo di Strongtape e poi mezzo centimetro davanti di 3mil. Se ci metto 1 ora a rimuovere, pulire e asciugare la protesi, ce ne metto un'altra solo per applicare i tape. Ho questi problemi: 1) sono difficilissimi da scartucciare, sia che si tratti del lato protesi, che lato cute. Prediligono le dita(e okay c'era da aspettarselo), ma addurittura la carta oleata delle striscette al lace stesso. Praticamente farli aderire al lace e scartucciare senza fare un macello è un'impresa. 2) non riesco a sagomarli
  2. Ciao, dubbietto. Oggi ho fatto la manutenzione totale, alle 17. Tutto ok come sempre. Alle 18 avevo palestra. L'ho balzata perchè ho preferito che la protesi si "assestasse" e "prendesse confidenza" con la mia cute. Ma magari è una ca77ata. Ci sono problemi se poco tempo dopo l'installazione si fanno attività fisiche con sudazza copiosa? Esperienze?
  3. Ciao. Qualcuno di voi usa prodotti siliconanti (aka balsami)? Io sto utilizzando manetta Essenza (balsamo classica da usare durante la doccia) e Tocco Magico, balsamo istantaneo bifase, da usare su capelli umidi. Li utilizzo solo sulla protesi e non sugli autoctoni che altrimenti ne risulterebbero appesantiti. Tocco magico ha anche un effetto condizionante. Non è il top per me. Questi capelli indiani sono secchi davvero e si inerpicano in una maniera indescrivibile, devo provvedere a spazzolarli e districarli due volte al giorno, sopratutto la mattina. Avendo una protesi piccol
  4. Un kit di emergenza da portare in tasca/zaino? Es: devo fare una giornata intera al mare o in montagna in compagnia e lontano da casa, cosa devo avere? Colla e cottonfioc e basta per serrare il lace che si solleva no? Altro non dovrebbe servire, tanto gli inestetismi uno li copre abbassando i capelli.
  5. Io le ho comprate e ho aspettato 8 anni causa indecisione Benvenuto nel club.
  6. Il diluente se ricordo bene consiste in toluene. Una sostanza che chimicamente rientra nei benzeni poichè costituita da anello aromatico e ahimè molti di questi signori sono cancerogeni. Ciò non significa necessariamente che il toluene lo sia, dovrei farmi un giretto veloce su PubMed. L'acetone, è vero ha un odore caratteristico ma evapora a di brutto temperatura ambiente (figurati sulla cute, a circa 35 gradi), quindi l'odore che permane sarebbe da ascriverlo all'acetone evaporato rimasto nella stanza. Puoi fare una prova: metti un velo di acetone su una superficie e tempo 20 secondi
  7. c'è poco da studiare, maggiore la temperatura, maggiore la solubilità Voglio accertarmi di sciogliere anche l'incrostazione più ostica ed in breve tempo. Un tappetino riscaldante è un gingillo stupidissimo e la temperatura, parlando di solventi, fa.. tanto, ma non è detto che sia indispensabile. Quello che è certo, è che in conseguenza della maggiore solubilità, è necessario utilizzare meno solvente, ma credo che alla fine sia l'ultimo dei problemi. Ora, riprendendo il test dei solventi.. immaginiamo di prendere la nostra protesi lasciata riposare con scottex imbevuto di solvente.
  8. Mi permetto di dire che questo è niente. In fase di tesi universitaria ho visto più solventi che birra il venerdì sera mentre estraevo grammi interi di piperina pura da Piper nigrum (pepe nero). Devi acuire la vista. La linea rossa ti fa vedere, sopratutto nella boccetta di mezzo, che la colla, inizialmente depositata sul fondo, di colore giallastro quando bella concentrata e seccata, "assorbe" il solvente e si "espande" dando un effetto nebbia e che rimane sul fondo. Nella terza boccetta, la "nebbia!" è d'appertutto, indice di totale solubilità, come quando mescoli il caffè e il latte
  9. Ciao. Conoscendo la chimica, ho effettuato alcune prove di solubilità. Ho versato due gocce di colla acrilica Pegaso - supermatt in 3 boccette e dopo aver fatto seccare all'aria aperta ho aggiunto, da sinistra a destra (vedi foto) i seguenti solventi: - alcol isopropilico (Miracolo), è un alcol molto volatile. Apolare. Solubile in acqua. - D-limonene, è un idrocarburo, più precisamente un terpene ciclico, volatile. Praticamente insolubile in acqua - acetone, è un chetone polare. Solubile in acqua. Volatile. Non ho in casa nè Remover nè Super Remover, che se non vado errato conte
  10. Ciao. Ad oggi, quali sono i prodotti reperibili in commercio adatti allo scopo? Ne conoscete qualcuno? Il mio capello è 1B (castano scuro, quasi nero) . Ordinerei gli antirossi da Luca ma ho urgenza di trovare qualcosa in città questi giorni. Va bene qualsiasi riflessante cenere? Conoscete qualche prodotto/marca che potrei provare?
  11. Azz serviva anche a me conoscere il prodotto
  12. Ciao fluens. Grazie per le risposte esaustive. A questo punto vorrei capire le differenze tra: Priade Ghostbond xl Ghostbond platinum
  13. Quindi scusate se avete usato la colla ad acqua in pratica niente mare e piscina? E quando ci si fa la doccia? Tipo d'estate dove io mi faccio una doccia al giorno? Come fate a lavarvi i capelli?
  14. Egregi, Continuo con domande specifiche: 1. Essendo una protesi piccola, mi preoccupo di tappezzare il solo perimetro di tape oppure anche l'interno? 2. Differenza tra strongtape e supertape? 3. Ho del duo-tac comprato anni fa per non so quale motivo. Butto via o puó servirmi? 4. Nelle installazioni con colla ad acqua su front, che succede se faccio la doccia/ se vado al mare o in piscina/ sr vado alle terme? 5. Il 3mil eventualmente spappolato, posso toglierlo con il metodo dello scottex? (+ remover, es: limonene) 6. Per segnare la linea del front, ci
×
×
  • Create New...