Jump to content

fluens

Salusmaster User
  • Posts

    138
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    19

fluens last won the day on December 28 2021

fluens had the most liked content!

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

fluens's Achievements

  1. Ho riscontrato anch'io il problema. Anche se definirei bluastra più che nerastra la tralucenza della pellicola sul front. Ho solo in parte risolto cesellando la pellicola in eccesso, riducendola a 0, munito di potenti occhiali ingrandenti, forbicine di precisione e forte luce. Ho intagliato il frontale, scavando la pellicola attorno ai capelli in prima linea. Un lavoraccio che non so se valga la pena di eseguire. Rende indubbiamente fragili le dentellature fitte risultanti. Stile francobollo, ma più irregolari. Quasi impossibile l'utilizzo dei tape. Arduo anche l'impiego della colla che ho utilizzato con massima attenzione, per evitare che qualche istmo della dentellatura si ripiegasse su se stesso. Ciò nonostante qualche riflesso bluastro è rimasto visibile sulla primissima linea tra i capelli.
  2. Aggiungo anche la mia voce a quella degli autorevoli intervenuti, per dire che rasato stai molto bene. La tua testa ha una forma proporzionata e armoniosa che ben si accorda con lo stile che attualmente adotti. Di conseguenza, volendo ulteriormente migliorare il tuo aspetto, la scelta si gioca tra tricopigmentazione e protesi. Forse, se fossi in te, sceglierei la prima. Ma, per quel che le tue foto indicano, a me sembra che i tuoi parietali non siano affatto malmessi. Se decidi di avventurarti lungo la strada della protesi, confermo i parametri e i consigli indicati dai colleghi. Nonché la necessità preliminare di lasciar crescere i tuoi capelli almeno per un mesetto, onde valutare estensione e proporzioni del calco. Sconsiglio francamente l'applicazione della protesi mantenendo rasati i laterali. Come ti diceva Zazza, troppo complicato per chi si trova alla prima protesizzazione. I capelli che scendono dalla protesi consentono una buona integrazioni anche con parietali di densità non leonina.
  3. V loop è una metodologia di innesto del capello. Non implica necessariamente un preciso spessore della base. Come hai dedotto, fondamentalmente lo spessore della pellicola è determinato dalla densità dei capelli. Con 100% di densità la pellicola v loop verrà automaticamente prodotta di spessore 0,06. Sotto il 100% di densità invece verrà impiegata una base 0,03. Mentre non sarà possibile chiedere di utilizzare una base più sottile con densità superiori capelli, credo che sia ammessa la possibilità di richiedere una base più spessa a prescindere dalla densità dei capelli. Ovvero una base più spessa rispetto a quella che automaticamente la densità dei capelli elettivamente determinerebbe. Non mi pare vi sia una casella specifica del modulo d'ordine che lo preveda. Ma la richiesta penso che possa essere espressa nei 2 riquadri del modulo destinati alle annotazioni e alle richieste supplementari.
  4. Applicando la microscopia da laboratorio, forse sì, i capelli della protesi appaiono più lucenti e vitali. Per paradosso, visto che sono capelli morti. Ma quello delle protesi è il regno del verisimile, non del vero. Tuttavia, secondo me, della anzidetta differenza ti accorgi solo e solamente tu. E, restando al concetto della verisimiglianza, l'insieme del tuo capillizio appare assolutamente credibile, presentando una buona integrazione. In particolare i parietali ti consentono assolutamente, a mio modesto giudizio, di mantenere 80% di densità. L'integrazione frontale mi sembra semplicemente perfetta. Concludo complimentandomi per il buon risultato.
  5. Agli albori della mia protesizzazione quasi due anni fa, mi sono trovato di fronte allo stesso tuo problema. Ho provato a schiarire la protesi per farla transitare dal colore 1 al mio, 1B. In questi casi si utilizza sostanzialmente lo stesso procedimento e si impiegano gli stessi prodotte implicati nello schiarimento dei nodi. Ma con tempi di applicazione e volumi di acqua ossigenata più bassi. Non entro nel dettaglio, perché ti sconsiglio l'operazione. Io la ho eseguita attenendomi alla regola d'arte, ma il risultato non è stato ottimale. È emerso troppo evidente il colore rossiccio sottostante. Difficilmente correggibile. I capelli poi si sono complessivamente deteriorati in qualità e lucentezza. Mi sento di appoggiare in pieno il consiglio di Mik. Lascia fare all'ossidazione naturale. Magari esponendo al sole la protesi fino ad ottenimento dello schiarimento necessario.
  6. Provo a risponderti , in attesa di commenti più autorevoli: 1) puoi trascurare la lavorazione del bordo a zigzag del font se lo porti coperto 2) medi può andare. Non sono né sottili ne' grossi. Penso che possano integrarsi con i tuoi sottili. Io ordino sempre medi e li trovo leggermente più sottili dei miei capelli indigeni, senza che io abbia capelli esageratamente spessi. Tanto che nell'ultimo ordine ho richiesto una protesi con capelli medi e una con capelli spessi. Tanto per valutare la differenza. 3) A naso direi freestyle o con più precisione dalla Rosetta in avanti. Ma Attendi altri pareri, perché io ordino sempre tutte le varianti con pettinatura all'indietro 4) rispetto alla foto, direi che 1,8 può andare benone. Attendiamo che si esprima Sarodido, il più esperto tra noi 5) con 100% tanto più con ondulazione accentuata dovresti tranquillamente ottenere quel volume. Per i bianchi, se i tuoi capelli sono chiari al 10% non si noteranno neanche. Non so se si possa ordinare il 5%. Se possibile, potrebbe essere un primo approccio cautelativo.
  7. Fenomenale, pifevo. Naturalezza disarmante. Ma, scusami la amichevole battuta, i tuoi conoscenti si chiederanno se stai perdendo i capelli date le densità robuste alle quali generalmente inclinavi! Ma forse dissimulerai il punto di massima rarefazione con la pettinatura. Fatto sta che, se non sbaglio, dovresti trovarti prossimo al sesto mese di utilizzo continuativo. Il che per la pellicola ultra sottile è un record assoluto: io, come i più, difficilmente supero il terzo o quarto mese prima di buttare nella spazzatura il glorioso residuato. Stai quasi convertendo anche me, guardando le tue foto, alla naturalezza del fronte rarefatto. Parto anch'io dalla preferenza per alte densità, visto che ho parietali integri e folti, chioma irsuta su tutto lo scalpo ricresciuta integra dopo il telogen effluvium post covid di un anno e mezzo fa ( in due settimane mi son cascati praticamente tutti i capelli a partire dai laterali e posteriori). Ragione che mi ha spinto a tirare fuori dal cassetto 2 Lace standard su misura acquistate 9 anni prima, perfettamente conservate e che hanno accompagnato la ricrescita e mi hanno dato la spinta decisiva a protesizzarmi. 9 anni fa le avevo ordinate per ritagliare la parte frontale dove la stempiatura proseguiva inesorabile costringendomi gli ultimi anni a elaborati e tormentosi riporti. Ora utilizzo una parziale frontale profonda tra i 4 e 5 cm. Prediligo anche io la v loop per la facilità di gestione. Anche se un po' rimpiango la traspirabilità, la naturalezza all'udito e al tatto, infine certi risultati che si ottengono con le lace, Ma a prezzo di sudore, sbattimenti e qualche imprecazione. Anche la fuoriuscita del capello in fondo mi convinceva di più quella della storica retina. Ma guardando le tue foto mi viene da pensare che la pellicola ultra sottile è lavorata a v quando è più rada ci guadagna anche in naturalezza della fuoriuscita capillare. Utilizzo anch'io petalo rosso, di assoluta facilità di gestione, e chiudo con colla all'acqua. Nel mio caso non Ghost Bond Platinum, rispondendo con ciò anche al quesito di tuttoMareblu, ma con colla Asgard di Luca. Compiendo manutenzioni molto frequenti, ogni tre giorni d'estate ogni quattro o cinque d'inverno, mi risulta l'adesivo più facile da rimuovere e con i minori residui. Ripercorsa la mia cronistoria, torno ai complimenti più ammirati per la naturalezza del tuo risultato a fine corsa. Da meditare e rimeditare per mettere in discussione, come è giusto che sia, inveterate certezze.
  8. Penso tu possa procedere. Anche se, visto così a capelli pettinati e freschi shampoo, il Vertex non sembra neanche messo così male. Ma se vuoi un bell'effetto protesico pieno, direi che la rasatura della porzione che hai selezionato è quella giusta.
  9. Vai e testa, ma testa alta, zib. Disinvolto. Per diminuire il volume, come sai, usa un po' di gel, applicato direttamente o tramite una spruzzata in idrosoluzione. Se i due non dicono e non commentano nulla, bene. Ma verifica anche la direzione del loro sguardo. Se non si poserà mai insistentemente sulla chioma e soprattutto sulla attaccatura dei capelli, sei a cavallo.
  10. Lungi da me l'idea di ingaggiare un dibattito su di una ormai trita diatriba, tanto più con te, Pifevo, che rappresenti una delle attuali grandi guide del forum. Dico solo che credo anch'io che il futuro sia gioco forza della vloop. Però, sarò un nostalgico, ma devo dire che rimpiango quella vertigine da raggiunta perfezione che solo il lace mi ha concesso. Sarà colpa di una mia atavica inclinazione all'etica del sacrificio, che lo coimplica quale unica via per ottenere grandi risultati, ma del Lace mi mancano la completa traspirabilità e anche l'uscita del capello, che tutto sommato preferivo. Si tratta naturalmente di opinioni soggettive, che valgono poco più di una cicca. Di oggettivo c'è forse solo il rumore non proprio naturalissimo delle pellicole ultra sottili, stile sacchetto del reparto ortofrutta di un supermercato, quando vi passano sopra dita delicate. Poi, non c'è dubbio: il guadagno in termini di minor sbattimento in rapporto alla resa estetica non ha confronto. Non posso che convenire. Con la controprova più lampante: ormai io stesso da piu di 6 mesi uso solo v loop. Il motivo c'è. E non si tratta solo di far di necessità virtù
  11. Aggiungo due parole anch'io, nella speranza possano essere utili. Premetto che ho ordinato anch'io in passato densità consistenti in lace con punte di 100 e addirittura 110% avendo parietali integri e folti e chioma densa tranne che nel frontale. Mi sono accorto compilando l'ultimo modulo della limitazione, anche se ero intento ad ordinare v-loop. Infatti ultimamente installo esclusivamente quest'ultima, per l'indubbia comodità della soluzione, onorevole compromesso tra impegno installatorio-manutentivo e risultato estetico. Tuttavia, in assoluto, i migliori risultati complessivi e soprattutto sulla linea frontale devo dire che, come molti altri, li ho ottenuti grazie al lace. A prezzo però di un impegno più esigente. Lima, miracolo e tutte le procedure più accurate. Seguendo le quali si ottiene davvero un risultato prossimo alla perfezione che con la vloop si puo' solo pallidamente rasentare, ma con minor sbattimento. Detta impudentemente la mia sulla vexata quaestio della scelta tra Lace e v loop, aggiungo che in una delle ultime stock in Lace della Primavera scorsa ho avuto l'impressione che la retina forse un po' più spessa del solito. Beh, adottando le già citate tecniche, le maglie sparivano comunque egregiamente. Chiaro che, applicando invece la protesi senza particolari virtuosismi di rifinitura, i 2 mm in eccesso sul front, con luce di taglio, forse si vedevano di più che con il Lace sottile. Ma, tagliando a filo, con densità 90/100 la differenza tra sottile e spesso mi è parsa pressoché impercettibile. Con densità inferiori, ignoro.
  12. Come detto dal grande Zazza: 90%, calco necessariamente ampio ovvero includente il Vertex per evitare disarmonie di densità, con conseguente rasatura di ciò che sta nel mezzo e 1,8 di ondulazione. In fase di taglio la protesi poi andrebbe appena spuntata per ottenere quella lunghezza del riccio.
  13. Tre anni sicuri, direi, a mia esperienza. Probabilmente fino a 5 si evitano successive fessurazioni e degrado del materiale poliuretanico, se la protesi viene conservata in un cassetto al riparo da luce e calore.
  14. Dico la mia, in attesa di pareri più esperti. Secondo me in termini astratti sei un po' oltre il limite tra la scelta di una protesi circoscritta soltanto alla parte frontotemporale dello scalpo e più appropriatamente invece una standard che comprenda anche il Vertex con necessità di rasare tutto ciò che sta in mezzo. Tutto sommato credo che sia più comoda questa seconda scelta, perché pure il Vertex presenta un diradamento non irrilevante. Lo potresti coprire pettinando i capelli all'indietro ma, in termini concreti, con una pettinatura in avanti si impone una protesi standard dalla fronte al vertex. Rasi, applichi e non ci pensi più. Per quanto riguarda l'ondulazione, a vedere le tue foto, direi tra 1,8 e 2. Ma in particolare l'utente Sarodidòo ti darà indicazioni più appropriate. Le quali dipendono anche dall' effetto finale che vorrai ottenere. Maradona mi sa che aveva un'ondulazione almeno 1,5. Per il resto, non vedo grossi problemi nel tuo caso. Bisognerà solo preoccuparsi di azzeccare il colore che nei capelli chiari impone una precisione maggiore. Ma l'invio di una tua ciocca a Medusa, post iscrizione, garantirà un buon risultato. Molto assennata la scelta di puntare su una pellicola, non sottile e delicata come la vloop. Con una pettinatura riccia e in avanti ti puoi permettere una pellicola più resistente e quindi leggermente più spessa, non dovendo esporre il Front. La soluzione più comoda per le manutenzioni e anche tale da garantire una buona durata del sistema protesico. Ottima la tua condotta a proposito del cappellino o dei cosmetici di camuffamento. La transizione sarà molto naturale, ordinando, almeno inizialmente, una protesi attorno al 80% densità. Considera che il riccio fa volume. Ma altri ti saranno d'aiuto per centrare questi e tutti gli altri parametri.
  15. Grande, Zazza! Con tanto di macro estremamente eloquenti. Quanto alla pulizia e alla frequenza dei lavaggi, in un'altra discussione ho appoggiato la linea del risparmio nelle detersioni per preservare la durata della protesi. Avevo effettivamente scritto " lavare la protesi non più di due volte alla settimana ". Preciso innanzitutto che ho parlato della protesi e non dei capelli autoctoni che ho in testa. Quest'ultimi, occupanti circa il 80% dello scalpo( porto una protesi parziale frontale), li lavo, spesso con due shampoo, ogni giorno sotto la doccia. Ma cerco di evitare di coinvolgere i capelli della protesi. Quelli li lavo per bene e con tutte le accortezze in occasione delle manutenzioni che eseguo d'estate ogni tre giorni, d'inverno ogni 4. Le mie manutenzioni sono così ravvicinate e frequenti proprio perché amo l'igiene e desidero detergere, igienizzare e lavare la cute molto spesso. E poi dormire una notte a cute libera. Non reggerei con una protesi incollata al cranio per 10, 20 o più giorni. Perché, per dirla tutta, non sono tanto i capelli della protesi a sporcarsi e a necessitare di lavaggi: si sporcano molto meno di quelli vivi e vegeti in quanto autoctoni. Ma è la cute sottostante la base a soffrire. Con i miei ritmi e intervalli di lavaggio (autoctoni tutti i giorni e protesici ogni tre o quattro giorni) riesco anche a uniformare il grado di pulizia visibile e tattile tra i miei capelli è quelli della protesi. Proprio perché quelli di quest'ultima, sprovvisti di ghiandole follicolari e non idratati da sebo, si sporcano molto meno e molto più lentamente dei miei superstiti. In ogni caso, ognuno dovrà trovare il proprio equilibrio personalissimo, in funzione delle proprie esigenze, della propria attività quotidiana, delle proprie caratteristiche cutanee ed idrolipidiche. Dico questo per completare il mio pensiero e la descrizione delle mie metodiche. Non tanto per per la preoccupazione di evitare di passare per uno zozzone Poi, non c'è dubbio. Più frequentemente o quotidianamente vengono lavati anche i capelli della protesi, più quest'ultimi appariranno luminosi, soffici e ricchi di sfumature. Probabilmente se portassi una protesi più ampia la laverei sotto la doccia quotidianamente.
×
×
  • Create New...