Vai al contenuto


Foto

Una Domanda Per I Piu' Esperti


  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1 endy_81

endy_81
  • Salusmaster User
  • 13 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2004 - 10:47

CIAO A TUTTI SONO NUOVO DEL FORUM ANCHE SE E' DA CIRCA UN MESE CHE LEGGO I DIVERSI POST.
SCUSATE LA DOMANDA FORSE UN PO' STUPIDA MA NON E' CHE NE SAPPIA MOLTO.
DURANTE UN OPERAZIUONE DI AUTOTRAPIANTO METODO STRIP QUANTE U.F. E' POSSIBILE RICAVARE DA UNA CICATRICE DI 20 CM PER 1 CM DI SPESSORE?
CAPISCO CHE IL NUMERO VARIA MOLTO IN BASE ALLA DENSITA' DELLA ZONA DONATRICE MA ALL'INCIRCA SI PUO' PARLARE DI CIRCA 2000 U.F.?
E POI UN'ALTRA COSA, SE UNA PERSONA HA LA PELLE POCO ELASTICA, ESISTE QUALCHE PRODOTTO O TECNICA PER RENDERLA PIU' ELASTICA DURANTE L'OPERAZIONE E I GIORNI SEGUENTI AD ESSA, IN MODO TALE DA RIDURRE LA CICATRICE IL PIU' POSSIBILE?
GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE VORRANNO RISPOSNDERMI

#2 Sambora

Sambora
  • Salusmaster User
  • 289 Messaggi:
  • Interessi:nessuno

Inviato 03 febbraio 2004 - 11:05

secondo me da una striscia di 20X1 cm si possono ricavare 2000 UF (forse anche di più) anche se poi tutto varia da soggetto a soggetto in base alla densità dell'area donatrice... il problema è che difficilmente qua in Italia troverai un chirurgo disposto a impiantare 2000 e più UF tutte in una volta.... Leggiti i post delle ultime settimane...
Ciao.

#3 endy_81

endy_81
  • Salusmaster User
  • 13 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2004 - 12:00

GRAZIE DELLA RISPOSTA SAMBORA, PER QUANTO RIGUARDA L'UTILIZZO DI TUTTE LE U.F. PRELEVATE AVEVO GIA' LETTO IN ALTRI POST DI QUESTA DIFFICOLTA' E DELLA DIATRIBA TRA CHIRURGHI ITALIANI E STRANIERI.
VEDI QUELLO CHE PIU' MI TERRORIZA E' LA CICATRICE IN QUANTO U.F. NON PENSO ME NE SERVANO MOLTE.
AL MOMENTO HO 23 ANNI E HO INIZIATO AD ACCORGERMI DELLA CADUTA DEI CAPELLI INTORNO AI 19.ORA PRESENTO UNA STEMPIATURA DI MEDIA ENTITA' E LA LINEA FRONTALE NON E' PROPRIO BEN DEFINITA.
INFATTI LEGGENDO DEGLI STUDI RIGUARDO LA CLONAZIONE DEI CAPELLI DEVO DIRE DI ESSERE RIMASTO PIACEVOLMENTE SORPRESO, E SPERO CHE LA SITUAZIONE POSSA EVOLVERSI ALLA SVELTA.

#4 RAFFAELE1

RAFFAELE1
  • Banned
  • 1494 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2004 - 12:07

alcuni chirurghi nel periodo prima dell intervento invitano i pazienti a fare un tipo di ginnastica che aiuta la pelle della nuca a diventare piu elastica.La cicatrice se effettuata da un buon chirurgo è quasi invisibile percio ti creerebbe problema solo se decidi di rasarti i capello a zero.Un consiglio nn fare affidamento su soluzioni che ancora nn esistono tipo la clonazione se fai un trapianto devi sapere che qualunque sia il risultato nn potrai rasarti i capelli e che se sei destinato a perdere tutti i capelli il trapianto nn è indicato perche anche se vai dal migliore nn si ha abbastanza zona donatrice per avere un buon risultato specialmente alla tua eta percio aspetta prima che si stabilizzi la caduta

#5 Dott. Massimo Morselli

Dott. Massimo Morselli
  • Salusmaster User
  • 156 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2004 - 12:44

Non c’è nessun problema a prelevare una strip di 20 cm x 1, e la ferita si chiude con pochissima tensione.
Il numero di FU ricavabili dipende dalla loro densità nella strip: raramente questa arriva a 100/cmq, la media della densità nucale (lo potete verificare su qualche amico rasato a zero) è di 60/70 FU per cmq, che per una strip di 20 cmq corrispondono a 1.200/1.400 FU totali.
Personalmente non prelevo strip così lunghe, che sconfinano lateralmente un poco al difuori dell’area donatrice permanente, esponendo parte dei capelli trapiantati a cadere negli anni successivi a causa del progredire dell’alopecia: in questo caso anche i capelli rimasti alle estremità della cicatrice possono cadere, e rivelarne la presenza in zone ove anche l’autotrapianto eventualmente riutilizzato per nasconderla riesce con notevole difficoltà. Il che si aggiunge allo spreco di FU per correggere un danno provocato.
Analoghe quantità di FU si ricavano con tranquillità da strip più corte e leggermente più larghe, il che riduce anche la lunghezza dei tagli e i conseguenti rischi di transection di follicoli.
Non è possibile "elasticizzare" con mezzi esterni la cute prima dell'intervento, nessun prodotto (per fortuna) penetra nel suo spessore; l'eventuale maggiore "plasticità" riscontrabile dopo applicazione di sostanze è in realtà dovuta all'imbibizione e conseguente ammorbidimento degli strati cornei superficiali.
Conviene invece valutare bene consistenza e mobilità della cute al momento dell'intervento, e prelevare strip che consentano di chiudere senza tensione.
http://forum.salusma...tyle_emoticons/default/smile.gif http://forum.salusma...tyle_emoticons/default/smile.gif http://forum.salusma...tyle_emoticons/default/smile.gif




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi