Vai al contenuto


Foto

Messaggio Di Sfida Ai Chirurghi Italiani


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 Perfezionista

Perfezionista
  • Salusmaster User
  • 140 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2003 - 10:26

vorrei sottoporre ai Dottori del sito una sfida molto semplice che pu˛ essere importante per loro stessi. credo che al dilÓ del discorso estero, i chirurghi italiani abbiano cmq un discreto numero di clienti tantŔ che se chiedi di essere sottoposto ad un intervento occorre anche un bel po di tempo.

questo lascia presupporre un'approccio un po differente come a dire ho la mia clientela quindi non mi evolvo come altri.

mi sembra di leggere nelle parole del Prof. Teasauro ma anche di altri, che oltrepassare la soglia delle 25-30 u.f. per cm2 sia quasi come spingersi dalla luna a marte.

per fare un esempio potremmo paragonare la chirurgia tricologica italiana a quella navicella dei cinesi andata nello spazio solo ora quando gli americani ci vanno da tempo eppure i cinesi primeggiano in altre cose piu degli americani!

viene da chiedersi come mai i chirurghi italiani siano cosi critici nei confronti di interventi come quelli che danno una densitÓ notevole ad una sola 'passata' quando se ci fossero dei problemi ci sarebbero avvisaglie da tempo visto che parliamo di interventi eseguiti gia da diversi anni e voi sapete come il parere della gente sia tutto ed in grado di favorire o distruggere la reputazione di una persona.

ci sono chirurghi italiani che hanno ricevuto critiche paurose, gli si Ŕ dato del macellaio (basta leggere le pagine anche di questi forums per rendersene conto) e credo che quei chirurghi avranno sicuramente risentito dell'eco della rete che h occhi e orecchie dappertutto.

voglio dire se vi va di discuterne, che non sarebbe male l'idea di smuovere quesa situazione. io se svolgo un lavoro e vengo superato mi viene voglia di competere e di fare di piu.

ho invece l'impressione che qui si ponga l'altra guancia.

sarebbe positivo mettere su equipe aggressive che facciano un fenomeno di massa del trapianto dei capelli anche in italia con un bel sito internet di nuova concezione e come mi ha anticipato qualcuno, anche giocando sulle promozioni.

magari la prima 'passata' si paga e la seconda no.

per chi fa questo mestiere dev'essere deludente vedere tanta gente che va all'estero. io lo vivrei come una grande sfida, come un messaggio che stimola a cercare di fare altrettanto.

e poi si parla di streap ma in Italia chi pratica la fue?

spero che almeno il messaggio sia percepito positivamente dalle 'nuove leve' se, ed Ŕ leggittimo non voler arrivare a certi livelli perchŔ ritenuti dannosi allora che almeno le nuove leve della microchirurgia follicolare sappiano creare le basi per una grande competizione con i colleghi stranieri.

saluti

#2 Karime

Karime
  • Salusmaster User
  • 565 Messaggi:
  • LocalitÓ:europe

Inviato 17 ottobre 2003 - 12:56

"...per fare un esempio potremmo paragonare la chirurgia tricologica italiana a quella navicella dei cinesi andata nello spazio solo ora quando gli americani ci vanno da tempo eppure i cinesi primeggiano in altre cose piu degli americani!"


Hai detto tutto.

#3 RonalOld

RonalOld
  • Banned
  • 54 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2003 - 09:00

a me non da fastidio che morselli o tesauro siano inferiori a molti stranieri. mi da fastidio che si ostinino a non ammetterlo, e quindi non cerchino di imaparare da loro.
shapiro pare sia andato a vancouver per vedere come si mettono 70 uf a cm2. ne sa niente il dott tesauro, suo grande amico?




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi