Vai al contenuto


Foto

Bruciore Cuoio Capelluto Dopo Shampoo Professionale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Jessy789

Jessy789
  • Salusmaster Newbie
  • 1 Messaggi:

Inviato 15 marzo 2016 - 06:44

Buongiorno. Ho acquistato uno shampoo professionale italiano che non avevo mai provato prima e che ho usato il 2 marzo e mi ha creato dei problemi ovvero appena applicato ho sentito un forte bruciore, ho sciacquato e lavato con il mio shampoo da supermercato che un po' mi ha dato sollievo, speravo fosse finita lì ma 2 giorni dopo ho rilavato i capelli e al solo contatto con l'acqua il cuoio capelluto lo sentivo molto reattivo tanto che percepiva l'acqua fredda e non lo era. Sulla fronte per una larghezza di 2 cm dall'attaccatura dei capelli si vede ancora ad oggi la pelle lucida e tesa, una reazione che mi faceva la tinta, ma con la tinta scompariva in poche ore, invece dal 2 marzo ad oggi ho ancora la pelle della fronte lucidave tesa. Non ho più usato lo shampoo che mi ha provocato questo problema ma il mio solito da supermercato. Ho sentito anche ore dopo al lavaggio di 2 giorni dopo, un prurito diffuso e se mi toccavo per grattarmi mi bruciava molto. A casa mia lo hanno provato altri lo shampoo incriminato ed oltre ad avere seccato molto i capelli anche a loro come a me, non hanno sentito nessun sintomo.. Non ho più potuto usare nemmeno il mio solito shampoo da supermercato, ogni volta che mi lavo la testa inizia un prurito con bruciore, naturalmente non ho mai più usato quello shampoo che mi ha provocato il tutto, ma il problema è che si irrita il viso dove appaiono chiazze rosse alcune sul violaceo che mi prudono e bruciano, così come nelle orecchie che diventano rosse e caldissimeve sento pizzicorio anche li , nel viso lavandomi di nuovo con sapone idratante e scrub il tutto passa, rimane però in testa e fronte un prurito strano come se stessero camminando degli insetti, ho provato dei prodotti di farmacia, addirittura un doccia shampoo specifico per pelli allergiche e atopiche, il Ceramol 311, ma il bruciore è ricomparso al contatto con lo shampoo e le chiazze nel viso sono aumentate in numero e colore. Pero usando lo stesso prodotto, ceramol 311, per lavare il corpo o addirittura il viso non mi succede niente, se lo metto in testa accade il finimondo irritandomi anche il viso senza che mi sia lavata il viso.
In farmacia mi era stato dato anche uno shampoo di Ducray per provare e lho usato dopo il Ceramol per togliere prurito e bruciore che il Ceramol mi ha provocato e mi ha aiutato, però non lho più usato perché mi seccava i capelli tanto da renderli una massa dura ingestibile. Inoltre la pelle del viso oltre alle chiazze che stavolta sono aumentate di numero e colore più viola, mi si secca la pelle della fronte quella parte alta subito sotto al cuoio capelluto e la vedo lucida tipo quando faccio la tinta... Il 10 marzo ho rilavato i capelli e il viso si è ulteriormente arrossato con chiazze rosse soprattutto a destra. Il 12 marzo invece, lavando il viso, questa manifestazione l'ho avuta senza essere mai successo prima, non ho cambiato detergente quindi non so più cosa pensare.
Il 14 marzo, io lavo i capelli ogni 3 giorni, stesso problema di bruciore con un altro shampoo da farmacia, il restivoil e capelli secchi, ai miei capelli ci vuole davvero un niente per seccarsi, bruciore in cute che ho cercato di risolvere di nuovo con il mio shampoo da supermercato, prurito e per tutto il giorno una sensazione di avere parassiti in testa e sulla fronte.
Adesso dovrei anche rifare la tinta perché per il mio lavoro devo essere sempre in ordine e ora non so cosa fare, la dovevo fare il 17 marzo ma di certo non potrò... Vorrei anche un consiglio sulla tinta. Ho sempre utilizzato una tinta professionale Matrix a 20vol con ammoniaca che mi dava fastidio e bruciore ma avevo risolto con un protettivo della cute che la parrucchiera mi applicava durante la tinta mescolandolo alla tinta stessa che tra l'altro, il protettivo, è della stessa marca dello shampoo che mi ha fatto questa reazione. Purtroppo il dermatologo non può visitarmi prima del 5 aprile ma nel frattempo sto mettendomi in lista se si dovesse liberare un posto presso di lui o di un altro dermatologo.
Grazie




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi