Vai al contenuto


Foto

punti di riferimento chiari!


  • Per cortesia connettiti per rispondere
7 risposte a questa discussione

#1 shon67

shon67
  • Banned
  • 598 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2003 - 02:39

Mi rendo conto che fra le tante difficoltà che purtroppo accompagnano la vita di chi combatte contro l'a.a.,esiste la mancanza di chiari riferimenti che possano far capire piu' o meno facilmente se la situazione in termini di spessore e densità sia migliorata o peggiorata rispetto ad esempio a un anno prima,che possano far capire con esattezza se la cura di propecia + minoxidil sta funzionando realmente e,se si,in che percentuale o....che possano far prevedere con una certa precisione cosa ci si puo' aspettare da un trapianto di capelli.
Mi spiego meglio:
avevo sentito parlare del densitometro e se ho ben capito dovrebbe trattarsi di uno strumento in grado di conteggiare i capelli,definendo così con esattezza la densità capillare area per area...è esatto cio'?
credo che sia FONDAMENTALE ogni volta che si parla di problemi di capelli,ragionare in termini numerici anzichè generici.
Personalmente non saprei dire(anche perchè son rasato a 1 mm ) se rispetto allo scorso anno o rispetto a 4 anni fa,la mia situazione sia cambiata,non saprei dire se oltre 4 anni di fina + minox abbiano migliorato,per niente mutato o aggravato la situazione iniziale.Anche quando avevo i capelli lunghi fino a 5/6 cm,non riuscivo a rendermi conto man mano che il tempo passava,se le ondate di caduta compromettevano di molto o no,il mio patrimonio capillare.
Ed in effetti si sente sempre parlare in termini di "caduta copiosa",o " lieve caduta" ma mai nessuno che ovviamente possa dire "rispetto all'anno scorso risulta che ho perso 500 capelli perchè alla conta ne mancano proprio 500" oppure "usando minox.+fina quest'anno ho conteggiato 400 capelli in piu'".
Allo stesso modo sarebbe importantissimo avere a disposizione un esame che valutasse con precisione estrema gli spessori e le loro eventuali variazioni in conseguenza dell'effetto di una cura o semplicemente degli anni che passano.
Infine forse la parte piu' interessante per chi intende "trapiantarsi":
1)si potrebbe chiaramente verificare l'eventuale effettivo aumento del numero dei capelli dopo l'intervento.
2)addirittura secondo me,si potrebbe commissionare a una casa produttrice di protesi(gli amici della sezione apposita potrebbero aiutarci)la costruzione di una protesi(eventualmente inviando il calco di una finta testa che a volte trova uso dagli ottici per "indossare gli occhiali" o quella di un manichino)a densità 40 u.f. x cm2 , poi di una a densità 50 u.f. e poi via via fino ad arrivare a 70 u.f.(il massimo che alcuni ardimentosi promettono).
Si potrebbe così scavalcare il problema delle "aspettative del paziente",sapendo e constatando già prima cosa ci si.... puo' e deve aspettare da un trapianto che promette una SPECIFICA DENSITA'.
Ovviamente se dopo aver verificato la densità della nostra capigliatura post-operazione e quella della protesi di riferimento(area per area:es.tempie,vertex,etc.),non dovesse esserci corrispondenza,sara' chiaro che il medico ha barato!
Questione di numeri!
che ne dite?non potremmo organizzarci per disporre di quest'arma?
saluti
-Shon-

#2 RAFFAELE

RAFFAELE
  • Banned
  • 69 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2003 - 03:15

che barba che noia che barba che noia

#3 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2003 - 05:30

Ciao Shon,
sai è un argomento interessante però di dubbia utilità.
Il densitometro è uno strumento piuttosto obsoleto che Rassman introdusse più di dieci anni fà e il cui utilizzo non ha mai avuto un grande successo.
Tra l'altro misurare sia la zona donatrice che ricevente con assoluta precisione non è possibile a meno di delimitare la stessa ad esempio con un tatuaggio.
Sono pratiche oziose e per lo più inutili per chi si vuole sottoporre ad un trapianto.
Ritengo doveroso chiarire ulteriormente che nessun trapianto potrà darti l'aspetto estetico di una protesi ben fatta, almeno in un singolo intervento.
Come vedi la maggior parte dei nostri amici si è sottoposta mediamente a più di un intervento per ottenere i risultati auspicati.
Questo non toglie che questi ultimi sebbene non immediati, sono assolutamente non paragonabili con quelli di un pur bellissimo pezzo di finta pelle da incollare con una più o meno sofisticata colla in modo periodico.
I capelli saranno i tuoi, non dovrai trattarli in modo diverso dagli altri e non avranno bisogno di alcuna manutenzione (che brutto termine).
Considera poi che i risultati di un trapianto come qualità del capello non è definitiva nemmeno dopo qualche mese, ma bisogna attendere generalmente qualche ciclo per riavere un capello in buone condizioni.
Ultimo ma non meno importante è che la qualità di un intervento non è data solo dalla densità totale, ma dalla disposizione delle u.f. impiantate.
Altrimenti chi ha subito un intervento con la rotazione del lembo avrebbe con questa metrica i risultati migliori, peccato che nella maggior parte dei casi questi poveri pazienti somiglino a dei moderni Frankenstein.
L'importante è affidarsi ad un dottore affermato con il quale instaurare un rapporto di fiducia, chi lo ha fatto in questo sito (vedi Shapiro e H&W) non ha certo subito truffe o delusioni.

Ciao

#4 shon67

shon67
  • Banned
  • 598 Messaggi:

Inviato 18 settembre 2003 - 12:25

Grazie Aragorn.
Io purtroppo ho ancora qualche piccolo dubbio riguardo alla scelta del chirurgo perchè intendo sottopormi alla fue.
Ma H&W non la fanno?
Che ne pensi di Jones?sembra che sia piu' abbordabile di Woods economicamente parlando ma bravo ugualmente.
ciao
-Shon-

#5 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 18 settembre 2003 - 09:35

Se verranno riconfermati risultati di ricrescita apprezzabili, andrò probabilmente da Jones o da Cole.
Sto attendendo feedback dai pazienti americani in tal senso, che non dovrebbero tardare più di qualche mese ormai.
Ora abbiamo la fortuna di averne uno in casa (MysterPrada) che ci potrà dare risposte più certe e credibili.

Vorrei anche verificare cosa emergerà dal meeting annuale dell'ISHSR e dall'incontro di Cole con Gho, entrambi ad Ottobre.

Credo potrebbero esserci novità interessanti tra qualche mese, considerando che la FUE è una specialità in continua evoluzione.
Come mi rispose Cole qualche mese fa, se puoi aspetta ancora potrai beneficiare di una tecnica più solida e con risultati certi.
Tra l'altro mi aspetto anche una riduzione dei costi con l'aumentare della concorrenza.

Vedremo, sappi che nonostante conosca piuttosto bene il campo dei trapianti, alcune delle tue perplessità sono anche le mie.

Ciao

P.S. Wong sta testando la FUE da alcuni mesi, diversi pazienti americani tra cui il mitico Jotronic stanno attendendo che la renda disponibile per sottoporsi ad un ulteriore correzione.
Non sono a conoscenza di ulteriori avanzamenti, forse Sansone potrà portarci novità al ritorno del suo imminente viaggio in Canada.

#6 shon67

shon67
  • Banned
  • 598 Messaggi:

Inviato 22 settembre 2003 - 01:28

Sempre gentilissimo e disponibilissimo Aragorn,grazie ancora.
Fammi sapere se ti giunge la mail in pvt.
Ciao.
-Shon-

#7 shon67

shon67
  • Banned
  • 598 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2003 - 12:07

Ciao Aragorn,
ti è arrivata la mail in pvt?
Ti chiedevo di scambiarci i recapiti telefonici,ti va?
-Shon-

#8 Aragorn

Aragorn
  • Salusmaster User
  • 844 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2003 - 08:56

Ti ho risposto in pvt.

Ciao




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi