Vai al contenuto


Contenuti con piu' "Mi piace"


#502680 Arn, Firenze 2015... Stay Hungry, Stay Foolish..

Inviato da tracker77 in 16 novembre 2015 - 02:07

Stay Hungry, Stay Foolish.. queste sono le parole che ripeteva Steve Jobs agli studenti dell'Università di Stanford durante un suo famoso discorso...

 

Mentre ero al capezzale di Arn a Bibbiena con Luc@, Quintoj e Medusa, queste parole risuonavano nella mia mente insistentemente. Ascoltavamo assorti la descrizione sulla vivacità intellettuale di Arn, sulla sua totale intolleranza alla pigrizia, su quella curiosità smisurata verso tutto e tutti, cose e persone, insomma gli elementi essenziali della vita: di questa grande danza chiamata vita in cui Arn si era trovato come tutti noi, e in cui lui aveva deciso di ballarci con vivacità fino all'ultimo passo. Tanto poi la danza sarebbe finita come tutte le cose. Tanto vale la pena ballarla questa vita.

 

Così Arn si interessava praticamente a tutto: a tanti forum, alle automobili, alla legge, l'investigazione, la sua medicina ovviamente ed una moltitudine di altre cose, la cui varietà ci lasciava sgomenti. Ma Arn si interessava anche alla psicologia delle persone, aveva una parola per tutti, un aiuto, una parola di conforto. Proverbiale quando guidò Florence che era in Tailandia tramite google maps da casa sua, o me stesso quando ero in Inghilterra e cercavo disperatamente un parrucchiere. Me ne trovò 5 nell'arco di 3 km da dove ero, tutto a distanza. Generoso, pensai.

Tutto ciò non lo attuava, come per la maggior parte delle persone, con superficialità e senso del dovere, no lui andava affondo alle cose e lo faceva con puro interesse. Come disse ad un utente una volta: "mi gusterò il tuo post più tardi": lui non leggeva, lui gustava..capite? E' indubbio che per fare quello che faceva Arn era necessaria una persona fuori dal comune. Dotato di una straordinaria sensibilità. Ma non si nasce necessariamente così, ci si può diventare con il duro lavoro, e lui lavorava sodo per questo.

 

Nietzche diceva: "La fragilità del cristallo, non è una debolezza ma una raffinatezza". La sensibilità è un'evoluzione: l'uomo da 120 mila anni a questa parte  (da quando è comparso su questo globo) non ha fatto altro che aumentare la sua sensibilità, la sensibilità verso i morti, tumulandoli, la sensibilità verso gli altri festeggiandone i compleanni, curandoli, fornendosi consigli su problemi come quelli dei capelli, perchè no, ecc. Tutte cose che gli animali raramente fanno o comunque fanno in maniera rudimentale rispetto a noi. Se immagino gli uomini fra 1000 anni sicuramente saranno più sensibili, mi piace pensare che forse non esisteranno più le guerre e gli attacchi terroristici. SENSIBILITA' = EVOLUZIONE dunque, ed Arn in questo senso era leggermente più evoluto di noi. Un primo sprazzo di balzo in avanti in questo grande algoritmo genetico che lentamente ma inesorabilmente ci migliora.

"La fragilità del cristallo, non è una debolezza ma una raffinatezza" vuol dire che è più facile premere un grilletto che scrivere una poesia o interessarsi alla ricerca, alle persone come faceva Arn. Se il mondo lo capisse una volta per tutte, vivremmo migliaia di volte meglio.

 

Nell'ascoltare la testimonianza dell' operosità, la creatività di Arn e la totale assenza di pigrizia ho subito pensato che è questo il vero senso della vita: non sono i soldi, il successo, la casa bella, il divano in pelle o l'aspetto esteriore. Sono tutte cose che mettono ansia, ansia di perderle e quindi paura di morire. Arn non aveva paura di morire, ne sono sicuro anzi era ironico sui medici, sullo strano mondo che lo attorniava negli ultimi istanti di vita. E' rimasto un bimbo curioso fino alla fine: i bambini non hanno paura di morire, non ne comprendono il significato.

 

Steve Jobs non creò la Apple per i soldi ma perchè voleva innovare e creare, che poi i soldi siano venuti dopo è una conseguenza. Anche nel nostro mondo: Luca non iniziò semplicemente a vendere prodotti, amava crearne di nuovi. Medusa si era stancato del sistema che c'era con le protesi, cercava qualcosa di nuovo, di diverso e che andasse incontro ai nostri bisogni. Non sono mai stati dei semplici venditori. Ed Arn scriveva sul forum perchè amava farlo.

 

Come Steve Jobs, Arn è morto giovane, forse è il prezzo da pagare per aver vissuto una vita piena. Io metterei firma per farlo, non so voi. Dunque, Il senso della vita è creare, fare qualcosa, incuriosirsi, in altri termini ballare dato che siamo in ballo, poi quando finirà ci si potrà riposare quanto si vuole. Ed Arn ha ballato, eccome se ha ballato e lo ha fatto fino alla fine. E' stato Hungry, ed è stato anche un pò Foolish, perchè no. Ha vissuto solo 53 anni ma ogni singolo di quegli anni vale decine di anni di altri che ho conosciuto nella mia vita, che vegetano e vivono tanto per...e non fanno mai nulla. Invece, la cosa che rende felice è creare..

 

Una volta un prete alla mia domanda "perchè Dio avrebbe dovuto crearci? non poteva stasersene a riposo?" lui mi rispose "perchè Dio ama", li per li ho pensato fosse la classica risposta di un prete... ma poi pensandoci bene ho capito che non era una risposta stupida e che chi AMA prima o poi CREA. Arn era questo una persona in grado di amare tantissimo, un'amore sconfinato per la sua fidanzata di cui non perdeva occasione per parlarne, la sua mamma, i suoi amici, la sua terra da cui non si era voluto distaccare pur consapevole che altrove sarebbe potuto diventare benissimo qualcuno di importante, sicuramente. AMAVA e quindi CREAVA, invenzioni, scritti, non stava mai fermo.    

 

Ritornando alla convention il giorno dopo, da Bibbiena, ho rivisto nella pratica molto dello spirito di Arn: tanta bella gente, operosa, interessata al proprio lavoro ma anche alle protesi con autentico interesse non solo per una mera questione estetica.

Dalle illuminanti descrizioni di Marcuzio sulla struttura interna dei nodi e sui vantaggi dei vari orientamenti (ancora ci deve spiegare come ha fatto a capirle, se ha usato un microscopio a scansione), alle formidabili tinture antirosso e rivitalizzanti di Iceyes, fino agli illuminanti interventi di Gennaro2, di Alice, ecc. Tanta gente operosa e in grado di creare.. creare risultati estetici per il solo gusto di superare i propri limiti: i nuovi hanno raggiunto un livello che noi veterani non ci sognavamo neanche lontanamente un tempo. Sono più insgamabili di chi ha veri capelli. E poi ricordo la simpatia di Dago, Sandro, Michele e tanti altri che adesso non riesco ad elencare tutti. Ma tutta bella gente.

 

E poi Medusa e la sua proverbiale operosità: in grado di rispondere dopo solo 1 minuto ad ogni email, come neanche i migliori call-center delle migliori multi-nazionali. Tutte cose che noi diamo per scontato, ma sono frutto di tanto lavoro, dobbiamo molto a quest'uomo: non fosse per lui saremmo stati costretti a comprare impianti scarsi a 7000 euro o nella migliore delle ipotesi ad 800 (come ancora avviene, basti guardare qualsiasi centro) o nel mio caso (che quegli impianti non potevo permettermeli) a camminare senza autostima per strada e a vedere in molti casi una ragazza davanti a me, girarsi dall'altro lato al primo soffio di vento. 

E poi luca e la sua operosità nel trovare sempre nuovi prodotti sani ed efficaci: non vedo l'ora di provare questo remover naturale agli agrumi, caro luca spero di non profumare di agrumi però :) Grazie a Luca possiamo avere i migliori prodotti sul mercato, senza mai avere avuto un'irritazione in 7 anni. L'ho fissato ben saldo nella mia mente circa 3 settimane fa quando arrivò un ragazzo da un noto centro con colla ovunque, una dermatite praticamente conclamata e sanguinante, che si trasformò, dopo 7 giorni di utilizzo dei prodotti di luca, in una pelle rosa e sana.

E che dire di Quinto, compagno di tante chiacchierate: senza la sua generosità ed operosità non avremmo avuto questo sistema informativo (illustrato dettagliatamente durante la mattinata della convention) e che permette di personalizzare tutti i propri parametri.

 

Mentre vedevo questa gente ieri, pensavo agli attentati che erano avvenuti il giorno prima a Parigi, e pensavo: molto più facile premere un grilletto che fare tutto questo. Molto più facile distruggere che creare. Creare è evoluzione, sensibilità. Uccidere, distruggere è morte, è il fallimento della razza umana. Dobbiamo decidere da che parte stare.

Durante le mie giornate a lavoro, vedo tanta gente in giro, che si lamenta, che odia, vedo tanta gente ovunque che non fa un cavolo dalla mattina alla sera. Vorrei dire loro: fate qualcosa, CREATE! Se solo quelle persone iniziassero a FARE, CREARE, OPERARE, sarebbero felici, amerebbero di più e la società ne gioverebbe. Non ci sarebbero guerre, la razza umana si evolverebbe, si troverebbero nuove soluzioni ingegnose alla crisi energetica, alimentare... Come fare ad estrarre energia infinita dalla materia? Si può fare, ma nessuno ancora lo ha fatto. Energia infinita significherebbe avere motori h24 in grado di bonificare nuovi territori, renderli fertili e creare nuova vita, nuove risorse. La guerra non serve a nulla! Ed Arn ce lo ha insegnato.

 

Se tutte le menti di questo pianeta iniziassero davvero a ricercare, studiare, creare, la specie umana sarebbe felice. Le risorse su questo pianeta ci sono ed in abbondanza. Basta solo studiare come sfruttarle.

 

In altre parole come faceva Stefano (Arn), dobbiamo fare anche noi, 

 

dobbiamo sempre stare Hungry e Foolish :) 

 

Io ci proverò ancora più di prima, fino all'ultimo respiro come il mio amico Arn :)

 

Grazie per il bellissimo week end.

 

A presto.

 

Tracker

Allega File(s)




#401759 Lace Da Standard A Light Pink!

Inviato da iceyes in 15 gennaio 2011 - 03:05

Ragazzi, dopo diverse prove sono riuscito ad ottenere il colore LIGHT PINK!
Ora, con la combinazione di pochi prodotti, possiamo cambiare colore anche al lace in eccesso per adattarlo meglio alla carnagione più rosea-olivastra!
In pratica dal colore standard (light yellow), sarà possibile riprodurre esattamernte il light pink della Factory B.
Con questa tecnica quindi, potremmo rimediare autonomamente all' "errore" non rilevante della factory, qualora essa non rispettasse la colorazione pink richiesta nell'ordine.

In questa sede, vi anticipo che la colorazione è permanente, dunque è resistente a numerosi lavaggi/schampoo. Qui non posso dirvi di più, per via di "coloro" che spiano e rubano idee spacciandole pure per proprie...
Comunque tutti gli abbonati, nell'area privata della New Hair System, troveranno gia da subito nella sez. "Come colorare il lace", l'indicazione dei nomi dei prodotti necessari, la procedura/guida e altre foto esplicative.

A titolo dimostrativo ve ne inserisco alcune

Spero di aver fatto cosa gradita!

Nella foto la differenza dei 2 colori


#508736 Guida Master Per I Nuovi

Inviato da Alby32 in 19 marzo 2016 - 05:21

ATTENZIONE. La guida è stata aggiornata. Scarica qui la nuova versione con foto in PDF 

Allega file  Guida Master per i Nuovi.pdf   1,46MB   171 Numero di downloads

 

 

Cari Amici!!!

 

dopo aver preso e ancora preso e ancora preso TANTO ma proprio TANTO da Tutti!! E' arrivato il momento che dia il mio contribuito a questo splendido forum.

 

Ho sempre amato i capelli corti soprattutto dopo aver visto i risultati di  WILLIAM!!! Spettacolare!!! All lace, capello corto ai lati. Dato che sono al primo mese devo necessariamente coprire il front  :boy-01: 

 

Sei nuovo e non sai come ti devi comportare con la protesi????

 

Bene, ci siamo passati tutti.... per prima, nel 90% dei casi prenderai una protesi in LACE SOTTILE con il bordo in ferro in pellicola altrimenti se vuoi già fare l'esperto prenderai una ALL LACE.

 

Capitolo prodotti da prendere:

 

sul sito i prodotti di luca troverai tutto l'occorrente, nello specifico:

 

- tape (io consiglio strongtape sul front e duotac sulla pellicola) devi prendere tutte le curvature.... mi ringrazierai quando collocherai i tape sull'impianto.

 

- Remover plus

 

- Miracolo

 

- Shampo new sogno

 

- Scalp protector e anteprima

 

-togliluccichio se vuoi il front scoperto

 

- essenza come balsamo (NON FARLO PENETRARE SOTTO I TAPE ALTRIMENTI SI STACCANO!!) :arrabbiato-04: 

 

- narciso per lo styling

 

- colla supermatt nel caso qualche tape ceda (io consiglio all'inizio di installare solo con tape a filo)

 

- Fenomeno

 

Poi vai all'ESSELUNGA o altrove e compra:

 

dischetti in cotone

 

alcol rosa

 

pinzette o cerchietto per fissare i capelli durante l'installazione

 

pinzetta per sopraciglia

 

argilla se hai eccesso di sebo

 

guanti in lattice

 

pennellino

 

pettine a denti larghi

 

forbici ben affilate

 

cerotto liquido amuchina

 

talco

 

spruzzino per bagnare i capelli

 

Secondo SPECCHIO.

 

Su internet prendi le forbici SCALLOP che userai dopo qualche installazione….

Se vuoi prendi il protouch no sweat sul sito xxxxx che evita di farti sudare durante l’installazione

 

 

QUANDO DEVI ORDINARE LA PROTESI OVVIAMENTE NON DEVI PRENDERNE SOLO UNA..... IO TI CONSIGLIO ALMENO DUE IMPIANTI AFFINCHE' TU POSSA ALTERNARLI...

 

ALTRA COSA FONDAMENTALE.... SCORDATI DI FARE I CAPELLI ALLA PAZZOLIVO con il front tutto scoperto o UTILIZZARE IL METODO MERCUZIO almeno per le prime volte……

 

 DATO CHE HO VOLUTO I CAPELLI CORTI 3CM STILE COLIN FARREL ANDANDO CONTRO A TUTTI I PARERI DEGLI ESPERTI DEVO FARE LE MANUTENZIONI OGNI 7 GIORNI PERCHE’ SE MI SI ALZA UN LEMBO E’ BEN VISIBILE A DIFFERENZA SE AVESSI I CAPELLI STILE BRAD PITT QUANDO LI AVEVA LUNGHI…. Comunque ci si riesce a destreggiare lo stesso  :militare-01:

 

ora citerò i cari senior del forum con consigli preziosi......

 

ZAZZA

 

Installazione e manutenzione.

 

"Guarda, per la prima installazione stai esagerando con cose inutili e non ti concentri sulle cose difficili.

 

Correggo SECONDO ME:

 

Come tape userò per la pellicola Petalorosso (o Strongtape se per risparmiare non l'ho comprato) e per il lace lo strongtape.

Rifilo i tape a linea dritta seguendo il calco. Preparo un doppio specchio (o mi faccio aiutare da seconda persona). Premo ben bene. Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene.Premo ben bene. Scaldo magari col phon.

Mi faccio un segno chiaro su dove deve arrivare la protesi sulla fronte usando la copia del calco.

Metto le forcine ai capelli davanti se sono troppo corti per usare il metodo del cerchietto, in modo da tirarli indietro. Faccio le orecchie ai tape dietro.

Scartuccio delicatamente i tape davanti facendo attenzione che non si tolgano dalla base, lasciando togliluccichio nel cassetto che non è certo un problema alle prima 10 installazioni. Lascio perdere anche Anteprima o, se proprio lo voglio mettere, lo ho già messo PRIMA di scartucciare facendolo asciugare. Idem per scalp protector, se vuoi lo metti ma prima di iniziare.

Spruzzo Miracolo. Da questo momento parte il countdown. Ho un minuto per centrare il front miracolo sui tape scartucciati, .

Centro e quando son sicuro premo bene bene sulla fronte.

Poi scartuccio il dietro e vado indietro usando il doppio specchio se non ho l'aiutante.

Controllo tutto con la massima cura che sia a posto, dato che nella prima mezzora è ancora possibile togliere e rimettere facendo, se sto attento, pochi danni. Ricontrollo. Ricontrollo.Ricontrollo.Ricontrollo.Ricontrollo.

 

Ora posso dedicarmi a tutte le finezze, tra le quali  con un pennellino imbevuto di cerotto liquido lo passo sul front line anche se terrò il front semi scoperto oppure il togliluccichio.

 

 

> Capitolo MANUTENZIONE

> spruzzo remover plus solo sul lace, aspetto qualche minuto ed alzo il front mentre con l'unghia cerco di far aderire alla cute i tape sulla pellicola.....

 

perché mai? DOve finiscono i tape sulla pellicola chissenefrega. Anzi, puoi non usare remover lì. Son quelli sul lace che devono essere ben innaffiati di remove tra i capelli e devono restare sulla cute MA NON perché tu forzi con l'unghia, bensì perché si son staccati dalla base.

 

> pulisco la testa con un dischetto di talco mentre per togliere i residui dalla protesi uso remover plus....

 

si può fa', anche se io non capisco perché tutto questo elogio ultimamente del talco. Ma che testa avete? Dalla mia viene via tutto con un dischetto struccante col remover."

 

 

CONSIGLI DI PAZZOLIVO

Staccare ogni capello dal tape non appena lo applichi al lace.

Spazzola subito i capelli! E ripeti l’operazione spazzolamento (più con un pettine a denti fini da destra a sinistra) non appena lo installi alla cute.

Devi usare tape anaelastici (lfs, 3mil, strongtape), pezzi non più grandi di 3 cm rifilati a serpente.

Fai affondare bene il tape nel lace, ma abbi cura di staccare subito ogni capello.

Appoggia il tape sulla cute senza trazioni e non premere. Con un pettine a dentini stretti una volta che hai steso il lace, premi sui bordi.

Io installo partendo dal peak, ma è soggettiva la cosa e continua come ti trovi meglio.

Questa è la tecnica base e con un po’ di pratica si arriva a scoprire il front senza nessun problema.

Anzi un bel po di pratica…..

 

Preparazione cute!!

Io uso shampoo al ketokenazolo (o come si scrive…) in manutenzione sulla cute, prendo la BIOTINA e dopo anteprima do una passata con il pro touch no sweat che mi tiene la pelle asciuttissima mentre installo. Poi passo scalp protector… se necessario anche doppia passata

 

DAGO

Quando lavi il lace dacci una passata anche con il sapone di marsiglia quello per il bucato (solo nella parte/i) dove verranno messi i tape e poi risciacqua il tutto.

 

 

MERCUZIO

Pulizia: una volta staccato, spruzzate abbondantemente remover plus sopra al collante e su entrambi i lati del lace.

Adagiate il front su 4-5 strati di carta igienica ripiegata ed effettuate una leggerissima pressione su tutta la linea frontale. Dopo 3 ore togliete la carta igienica con il collante attaccato, spruzzate nuovamente remover e passate un minuto di guanti in lattice. Il lace tornerà come nuovo senza nessuna fatica. Per tutti quelli che non alternano gli impianti, la pulizia del 3mil sarà un vero incubo.

Installazione: contrariamente a quanto scritto sul sito (problema gia segnalato a Luca), il lato che va sul lace è quello con le cartine bianche e toglierle è semplicissimo.

Viceversa, è impossibile iniziare con la cartina con le scritte perché in questo caso il tape inizia ad accartocciarsi diventando inutilizzabile.

Una volta installato sul lace, togliere la cartina con le scritte risulterà invece molto più agevole

 

MAURIZIO

Manutenzione totale:

 

stacco l'impianto spruzzando Remover Plus nel front, una volta sollevato, con l'aiuto di un batuffolo di cotone sempre bagnato di Remover, sfrego tra la cute ed i tapes per staccare tutto l'impianto. Con l'impianto in mano: spruzzo Remover nel front dal lato interno (sul lace), spruzzo Remover tra i capelli, spostandoli, in prossimita' dei tapes. Con una pinzetta stacco i tapes che, avendo sempre l'accortezza di installarli con l'inizio di uno sul finale dell'altro, verranno via come una striscia unica. Attendo il tempo sufficiente affinche' il tatto non mi trasmette la linea frontale che riprende adesivita', questo e' il momento di passare il lace sulla pellicola domopack. A volte e' necessaria una ripetizione del trattamento. Se rimanessero anche infinitesimali zone con colla attaccata, e' meglio utilizzare Fenomeno con un cotton fioc imbevuto nello stesso e ripetere l'operazione di strusciamento sul domopack. L'immediata volitivita' del prodotto non richiede tempi di attesa, si puo' procedere immediatamente.

In merito al ferro coperto da tapes: intanto, utilizzo DuoTac che rilascia pochissimi residui, le manutenzioni non superano mai i cinque- sette giorni ma nel caso in cui notassi residui, agisco in questo modo:

se al tatto il residuo e' appiccicoso, utilizzo Remover

se il residuo e' secco e solamente visibile, utilizzo Fenomeno.

 

MAX

Leggete il suo metodo per centrare la protesi sulla vostra testa, è un metodo semplice e efficace!!!

 

 

 

Ringrazio tutti gli utenti del forum che si sono sobbarcati i miei mille dubbi!!! In particolare Zazza – Pazzolivo – Maurizio – Mercuzio – Max – Manulore e….. anche se non ha ancora la protesi ma è un ottimo studioso…. Erelbr!!  :adulazione-01:

 

Ricapitolando.... ALL'INIZIO SARA' UN VERO SBATTITO MA QUANDO TI GUARDI ALLO SPECCHIO RIMANI SEMPRE SENZA PAROLE... :boy-01:  :boy-01:  :boy-01:  :boy-01:

 

Ciao

 

Alby




#507971 Il Mio Nuovo Look

Inviato da [email protected] in 03 marzo 2016 - 11:06

Allega file  image.jpeg   94,28K   10 Numero di downloads


#507486 Due Mesi E Un Giorno

Inviato da captain84 in 24 febbraio 2016 - 02:00

Mi sentivo di farlo e l'ho fatto.
Eccomi qua a scrivere un piccolo pensiero per i miei primi due mesi di protesi.
Ricordo ancora la paura folle di metterla in testa.

Ricordo le lacrime di quando mi hanno rasato prima dell'installazione.
Il non accettarsi pelato.
Ricordo lei pianti di ogni mattina davanti lo specchio ...prima a coprire i buchi coi riportoni.
Poi due anni i due anni col toppik, la serenità e il ritrovarsi (quasi) a proprio agio senza la testa spelacchiata.
Quasi…. microfibre che sporcano tutto il cuscino e il bagno,  microfibre che alle volte non attaccano bene (umidità siciliana), paura che qualcuno ti toccasse la finta chioma.
Poi il forum, l’ordine , la paura, l’installazione, gli errori, i progressi……… oggi.
Nel forum mi capita spesso di leggere i post magari dei newbie che hanno il timore e mille perplessità nell’ordinare una protesi.
A questi vorrei dire di non esitare, mai.
E’ un percorso che porta solo benefici.
Può sembrare all’inizio tutto difficile ..ma in fondo c’è solo da applicarsi un po’ ( come per ogni cosa nuova) e fare tanta pratica, il resto saranno solo soddisfazioni.
Non riesco più ad immaginare la mia vita senza la protesi.
Proprio perché è come se avessi in testa di nuovo capelli miei.
Nonostante i vari errori iniziali e soprattutto quello più grande di ordinarne una sola, sto andando avanti a testa alta.
Tra meno di un mese mi arriveranno le due nuove protesi , questo significherà oltre ad una maggiore tranquillità di avere più protesi di scorta, anche manutenzioni più rapide.

Due mesi volati in fretta.
Due mesi di sicurezza riacquisita.
Due mesi di pettino a destra, pettino a sinistra, front scoperto, front coperto.
Due mesi in cui nessuno ti rompe più le scatole sul fatto che stai perdendo i capelli.
Due mesi in cui quando alla gente dici che hai una protesi in testa,  ti ridono in faccia toccandoti i capelli e con occhi spalancati dicono “ Siii vabè? Ma sei serio?? Ma non si nota nulla! “.
Due mesi in cui tutto sembra essere tornato normale , non odi più la tua immagine riflessa sullo specchio, stai bene con te stesso e con chi hai intorno.
Ragazzi grazie di cuore a tutti .
Grazie a chi mi è stato accanto.
Per quelli che mi hanno aiutato rispondendo sempre alle mie domande, a quelli che ogni giorno stanno dietro questo forum rispondendo a tutti, proponendo cose, regalando agli altri consigli ed esperienze proprie.
Auguro a tutti la mia serenità.

Vi lascio qualche foto. 

                                             

  

 

Ora




#510702 Ordine Fatto... Ma Iniziano Le Prime Paranoie....

Inviato da Erelbr in 14 maggio 2016 - 03:03

Ciao SognandoUnaChioma, ciao Mik,

 

mi rivolgo in particolare a voi due, ma in generale a chi è in procinto di fare questo passo che agli altri sembrerà una bazzecola, ma che è davvero importante per chi ci passa (ZioBoris è anche per te ;)). Sono uno degli ultimi approdati al molo delle protesi e per questo penso che una testimonianza diretta possa essere in qualche modo utile e chissà anche incoraggiante. Mi scuso preventivamente se il messaggio risulterà essere piuttosto lungo.

 

Le paranoie fanno parte del percorso di tutti ed è alquanto inutile nasconderle. Le notti insonni, il pensiero fisso sui metodi che si potranno applicare per le installazioni sono il massimo comun denominatore di chi fa una scelta come la nostra e lo strumento del Forum è un mezzo estremamente utile per aiutarci a superarle. C'è un proverbio, in Sicilia, che dice "Nuddu nasciu nzignatu" che racchiude un concetto fondamentale: l'esperienza è quella che insegna.

 

Date un'occhiata alle foto, e poi continuate a leggere.

 

http://imgur.com/e304FTS

http://imgur.com/Js4A2fn

http://imgur.com/YPWMEZd

 

Questo è il risultato della SECONDA manutenzione assolutamente autonoma. In realtà è un dettaglio quindi potete immaginare quanto il complesso sia assolutamente ad di fuori di ogni aspettativa. Non è certo ai livelli dei massimi esponenti del Forum, ma per essere alle primissime armi posso ritenermi più che soddisfatto. ***Giusto un dettaglio tecnico anche per il Paz che voleva sapere, ho installato con Strongtape sul perimetro e LFS a filo (questa volta niente colla quindi niente metodo Quintoj) sul front. Impianto Flat Back, 70/80-80, capelli sottili, se poi pensate sia utile sapere altro basta chiedere***.

Potrete pensare "dai se ha avuto lui un risultato del genere alla sola seconda installazione lo posso avere anch'io", e non potreste avere più ragione.

MA, perché c'è un MA, vorrei raccontarvi cosa c'è dietro questa installazione.

Innanzitutto c'è una meticolosità malata; anche a causa della forma strana del mio calco ho sagomato i tape in maniera folle, ricoprendo il perimetro in più di venti pezzi ti tape per seguire perfettamente tutte le minime curvature (pazzia pura).

C'è anche uno studio intenso dei post. Tutti i metodi di installazione, tutte le esperienze, tutti i problemi che hanno esposto i vari utenti, hanno fatto si che non appena sorgesse un problema, non fosse per me una sorpresa. Sapevo che poteva insorgere, ma sapevo anche come risolverlo!

E infine c'è tanto avvilimento. Ieri ho piazzato due serie di tape e una volta ho provato ad installare con la colla. Non riusciva e quindi toglievo, lavavo, sagomavo e ripiazzavo. Ad un certo punto ci è mancato poco che mi lasciassi prendere dallo sconforto e rimandassi tutto alla mattina. Per fortuna sono uno che non demorde. La lettura dei post mi ha dato la consapevolezza che non si può pretendere un risultato ottimo o anche sufficientemente buono per gli standard di un pignolo, fin da subito e perciò mi sono lasciato sopraffare dall'impazienza per i cinque sencondi utili, per poi riprendere con calma e dedizione.

 

Calma e dedizione, cari amici, sono i due ingredienti fondamentali per poter ottenere un buon risultato. Non lasciatevi intimorire dal tempo che ci metterete, passerete al più una serata alternativa, dedicata a voi stessi e niente più. Continuate a leggere e studiare, che non vuol dire che dovete diventare padroni di tutti i metodi immaginabili, conoscere alla perfezione i prodotti e come si comportano, queste cose le imparerete in un secondo non appena avrete a che fare di prima mano con essi, ma vuol dire leggerci, leggere i nuovi post, i vecchi, le presentazioni, e le soluzioni che tutti noi abbiamo trovato e troveremo a problemi che sono comuni. Perciò trasformate le vostre paranoie in ricerca e vedrete che i problemi saranno uno stimolo a migliorarvi.

 

Infine una piccola appendice, che se fossi in voi mi segnerei a penna da qualche parte: non appena vedrete gli impianti vi sembreranno diradati e assolutamente non indossabili (a me lo sembra tutt'ora quando lo tolgo, pensate un po!), ma giudicateli una volta installati. Ascoltate i consigli di chi ha un po' di esperienza in più e soprattutto fidatevi degli esperti, non ve ne pentirete. E in ultimo luogo, ma in primo per importanza, prendete piena consapevolezza che di pasticci ne farete molti, ma non lasciatevi scoraggiare da questi.

 

In bocca al lupo!




#510393 Missione Compiuta!

Inviato da Maxd7 in 05 maggio 2016 - 11:03

Vi scrivo da un bel pub di Londra sono da pochissimo un portatore di protesi(ho aspettato questo viaggio per installare), non mi dilungo in chiacchiere voglio solo ringraziare tutti quelli che scrivono su questo forum per il supporto e l'impegno!

Ora qualche mia prima impressione:

-90% é una densità mostruosa
-la prima installazione consiglio sia fatta con un portatore
-le prime manutenzioni sono molto impegnative
-per un front decente ci vorrà tempo

E.....
-sono fottutamemte FELICE!!

Grazie!!


#509020 Lima Imbevuta Di Alchol Isopropilico (Video)

Inviato da pazzolivo in 28 marzo 2016 - 06:59

Ciao ragazzi, ho notato che c'è ancora un po' di incertezza nel forum sull'utilizzo di tale espediente per nascondere il lace in eccesso. Ho deciso allora di pubblicare un breve video esplicativo su come si utilizza. È molto semplice...

Apritelo in alta definione e guardate la differenza tra il lace in eccessivo nei primi secondi e lo stesso negli ultimi.

Nelle ore successice sparirà ancora meglio, rendendo tutto invisibile per almeno 10 giorni.

È un trucchetto fondamentale:

https://youtu.be/_sx0sL93L38

L'impianto non è il mio preferito.... Il front non ha la stessa naturalezza del Flat back... è una dalla corona a sinistra 70/90%, chiuso ovviamente con 3mil su lace in eccesso.




#502687 Resoconto Convention Firenze 2015

Inviato da MAXMAGNUM in 16 novembre 2015 - 04:36

voilà ecco il mio report, sintetico per non annoiarvi, diciamo gli highlights della giornata

 

 

salgo sul treno in partenza da milano alle 8.10, e subito mi sento chiamare... è delpo, con cui avevo già organizzato una cena a milano. controllo il mio posto, 4D, e, nonostante non ci fossimo messi d'accordo e avessimo prenotato separatamente, è proprio di fronte a lui!! la giornata inizia bene e, dopo i convenevoli di rito (come va? tutto bene?) subito attacchiamo a parlare di colle, tape, remover... dapprima con linguaggio cifrato e voce bassa, poi sempre più chiaramente e tono squillante, tanto che il nostro vicino di posto, dopo aver tentato inutilmente di ostentare disinteresse fingendosi assorto nella lettura di Repubblica, ormai in modo abbastanza esplicito origlia la nostra conversazione. tutto sommato, meglio che leggere Repubblica, no? :sorriso-07:

arriviamo a firenze e dopo una rapida colazione, raggiungiamo la sala della convention. davvero una location comodissima a un passo dalla stazione, così si fa! 

ci accoglie la notevole maggy che poi sarà oggetto di molti commenti e strizzate d'cchio tra utenti di sesso maschile (tranquilla maggie tutti commenti positivi :clap: )... ottimo incipit, direi

la prima parte ha natura "istituzionale", con l'illustrazione del modulo e delle sue mille opzioni (che peraltro, ormai, conosco benissimo ) ma la mia attenzione è completamente rapita dallo scrutare teste altrui alla ricerca di lembi di lace, differenze di colore, salti di densità... e non solo questo, ovviamente, anche dal riconoscere dal vivo quegli utenti con cui piacevolmente condivido gli spazi del forum

vedo brad pitt, che è seduto poco distante da me e che riconosco anche per quel look un po da dandy che mi ricorda quelle foto  che spesso pubblica come riferimenti di stile (e che io ebbi amabilmente a definire combriccola di omosessuali  :pirata-01:  incorrendo nella censura di zazza)

a proposito, zazza non c'è. al tavolo dei coordinatori c'è il sommo medusa, ci sono luca, quintoj, ma niente zazza. peccato, avrei voluto conoscerlo

a un certo punto, ecco uno dei momenti topici, entra in sala Mercuzio, il maestro mercuzio, colui che ha portato il nostro approccio alle protesi dall'empirismo al metodo scientifico. sento che il mio battito aumenta, i muscoli delle spalle si contraggono, il respiro si fa affannoso! [email protected], la sera prima era fuori con una gnocca da paura ed ero quasi annoiato, ora ho mercuzio a 20 metri ed avverto l'emozione che mi pervade: forse dovrò rivedere qualcosa nei miei parametri e frequentare meno questo forum di pelati!!  :lol:

si passa al pranzo, che è il momento più piacevole. si chiacchiera tra utenti, alternando conversazioni di senso comune a disquisizioni tecnicistiche sui reciprochi parrucchini... qualche mano in testa a beccare la pieghetta della pellicola, qualche sguardo di tre quarti per verificare se la retina fa capolino, qualche complimento sincero e qualche altro magari più di incoraggiamento

il gentilissimo pazzolivo mi riconosce e mi esprime la sua stima per mie notevoli - a suo dire - capacità di scrittore. lo ringrazio di cuore, ma farei subito a cambio con la sua abilità nelle installazioni solo tapes, a dire il vero ehehe

anche il pomeriggio trascorre abbastanza velocemente, con le dimostrazioni di iceyes, la presentazioni di un nuovo prodotto di luca, e  il calco a odone, molto coraggioso nel proporsi scabriolato di di fronte allo sguardo di 20 persone; io dubito che lo avrei mai fatto

l'evento volge al termine e, fatti i saluti di rito, mi fermo fuori dall'hotel a chiacchierare con qualche utente, tra cui ancora il simpatico odone. la piacevolezza della conversazione tocca il picco massimo quando lo stesso mi attribuisce circa 15 anni meno della mia età e pretende di vedere un documento per convincersi del contrario. glielo mostro, pur nella consapevolezza che il predetto avesse esagerato per pura lusinga, visti i consigli che gli stavo dispensando. ok, 15 no, ma qualcuno in meno di certo si, e il 50 per cento di questo "qualcuno" è certamente merito di Medusa!

Saluto tutti e risalgo sul treno, stavolta in direzione inversa. non ho più delpo con me, che è partito col treno precedente, ma  come vicino di posto incontro una deliziosa biondina cui riesco anche, nel corso del viaggio, a battere il numero di telefono. colpo di coda niente male ;). alla domanda"come mai a firenze?" rispondo cripticamente "ero a un convegno per coltivare uno dei miei hobbies" 

ma si, in fin dei conti è vero, in qualche misura quello che prima era un gravoso problema, ora è diventato anche un hobby, e questo grazie alla notevole comunità che gravita intorno a questo forum

Grazie  a medusa e grazie a tutti

 

 

p.s. vorrei concludere con un ricordo del grande Arn, già magnificamente omaggiato dal post di Tracker

 

 

 




#486095 Aiuto Lace Bruciato

Inviato da MAXMAGNUM in 13 febbraio 2015 - 03:49

sul tema me ne sono stato sempre zitto, preferendo tenermi le mie opinioni per me e adottando la politica dell'indifferenza  ma... una volta che mi esprimo sarò caustico, anche correndo il rischio di qualche sanzione disciplinare

Ebbene, davvero non capisco come gli utenti classici di questo forum possano ritenere di spendere anche un secondo del proprio tempo ad offrire suggerimenti o risposte a un personaggio del genere; per quanto mi riguarda è stato messo in ignore list dal primo istante, e, infatti, non troverete un solo rigo di mie risposte ai milioni di quesiti idioti posti di volta in volta (provare per credere)

il contributo d soggetti come questo alla comunità del forum (che tanto ha inciso positivamente sulla mia qualità della vita) si articola in:

- messaggi monoriga con errori di italiano da bambino **** di terza elementare, a leggere i quali provo autentico fastidio fisico

- profluvio di quesiti da sottosviluppato mentale, del genere "ma con la protesi posso grattarmi il cxxx o si stacca?" 

- idiozie sparse à la carte (cito a caso il tormentone sulla frangia)

A fronte di ciò, abbiamo constatato - ma dubbi non ne avevo - l'evidente mancanza di rispetto verso le persone che - per me incomprensibilmente - si sono spese per offrire supporto, visto che, ottenuto il risultato, alla precedente grafomania si è sostituito il silenzio assoluto, senza nemmeno una risposta di cortesia

Ora, fosse per me, questi utenti andrebbero esclusi d'imperio per il bene della comunità, atteso che i messaggi ad minchiam finiscono poi per relegare nelle retrovie i contributi notevolissimi di un Mercuzio, o le risposte sempre esaurienti di un Wiliam, o le riflessioni argute e pacate di un MDM, e di tutti gli altri che ora per brevità non cito esplicitamente

Tuttavia, ben comprendendo le ragioni che guidano la moderazione di questo forum,  ciò che mi sento di suggerire agli utenti abituali è di opporre a questi parassiti una immediata e totale indifferenza; ci vuole poco a riconoscerli, suvvia. Sono quelli che scrivono in maniera incomprensibile perchè "non hanno tempo", per cui sarà onere di chi deve rispondere perdere il proprio per capirli districandosi in messaggi sgrammaticati e senza punteggiatura. Sono quelli che ripropongono questioni dibattute mille volte perchè "non possono usare la funzione cerca" e così via

A questi, secondo me, non va data nessuna risposta e nessun aiuto. Rimarranno maggiori risorse per aiutare ragazzi più meritevoli. E manterremo il forum su un livello più elevato, con guadagno per tutti, esperti e newbie. O no? 

My 2 cents




#367269 Decalogo

Inviato da maurizio60 in 31 agosto 2009 - 01:35

1) OBIETTIVO

avere nella mente, gia', cio' che si vuole tornare ad essere o cio' che si vuole diventare, idee chiare, immagini gia' stampate dentro di se'.

2) CALCO

una delle due operazioni di assoluta importanza. Il calco deve essere fatto con la massima precisione sia di persona che, con l'aiuto di terzi ma sempre con estrema cura, una alta percentuale di riuscita finale, dipende da questa prima operazione, e' la fondamenta di tutto l'impianto e del suo risultato.

3) PARAMETRI

la seconda delle due piu'importanti operazioni. La scelta di queste caratteristiche, devono essere assolutamente personali, in virtu' di cio' che si vuole essere, senza alcun condizionamento. Qui, rientrano importanti scelte: densita', stile, ondulazione, lunghezza, colore. Se il calco e' la fondamenta dell'impianto, i parametri sono i mattoni con i quali andremo a costruire ed abbellire cio' che desideriamo, puo' essere utile ed incoraggiante farsi aiutare da qualcuno ma, farsi consigliare e non permettere di decidere i propri parametri su suoi personali metri di giudizio.
Sopratutto i piu' giovani, hanno la possibilita' di scegliere e giostrare come meglio credere, l'importante e' essere se stessi.

4) LACE

la scelta di questa base, totale o parziale, la prendo in considerazione in quanto riesce a creare un risultato estremamente naturale.
E' importante indirizzarsi su un tipo di lace sottile ed invisibile al fine di poter ottenere ottimi risultati.
Consiglio di non farsi prendere dal panico al pensiero, di gestire un lace con queste caratteristiche, lo fanno in tanti e lo potete fare anche voi tranquillamente.
L'impianto appena arrivato, si presentera' con del lace in eccesso, sulla parte frontale, lace che dovrete provvedere a tagliare voi personalmente tenete presente che, la maggior parte delle persone, taglia il lace a filo (fino dove cominciano i capelli), altri (forse uno solo), lascia circa mezzo centrimetro di lace in eccesso, questa, sara' la base che poggera' sulla colla, senza sporcare i capelli.
Entrambi i metodi, sono validi, e' solo una questione di scelta.


5) LAVAGGIO

tutti ormai lo sapranno, e' indispensabile procedere al lavaggio dell'impianto nuovo, appena arrivato, prima di procedere alla sua installazione.
E' un'operazione che libera ed esalta il capello.

6) APPLICAZIONE

vari metodi, vari accessori e varie scuole di pensiero, esistono per tale applicazione. Sorvolando su queste tecniche, dove ognuno a suo tempo trovera' la propria strada, e' importante tenere presente che, un impianto e' ben installato se lo stesso, tirandolo verso sinistra e verso destra rimane immobile, se lo stesso dovesse fare gioco, non e' stato applicato o meglio tirato bene, cio', comporta la non aderenza del lace alla cute formando dei rigonfiamenti che renderanno il lace visibile.
Personalmente, applico l'impianto fissando le due parti laterali a dx e sx, dopo aver posizionato senza farlo aderire, prendendo le giuste misure e centrando il centro del front con il centro della mia fronte, dove andra' a cadere. Incollate le due estremita', procedo con il tirarlo verso dx e fissarlo, verso sx e fissarlo, continuando come facendolo rotolare, verso la nuca. Ci si ritrova con l'impianto ben saldato dalle orecchie fino a dietro la testa, solo il front sara' scollato. Appositamente tengo il front per ultimo, e' lui che fara' la differenza. Segnare la linea esatta dove esso andra' a cadere e su questa linea, applicare colla.
Ricordatevi sempre, e' importantissimo, di asciugare la colla con il phon prima di procedere all'incollatura.
A richiamo del punto 4, sottolineo che, un minimo di lace lasciato in eccesso e che andra' a posizionarsi sulla colla stesa sulla nuca, salvaguardera' i vostri capelli dall'essere appiccicati, avrete sempre un front pulito.

7) TAGLIO

Il taglio dei capelli. La differenza, la fara' di sicuro un ottimo parruchiere, non e' indispensabile che sia un parrucchiere pratico di impianti ma, un parrucchiere che sappia fare bene il suo lavoro e sappia costruire cio' che voi volete.

8) SICUREZZA E SFRONTATEZZA

Quando vivrete questi due sentimenti, avrete raggiunto il vostro scopo, avete lavorato bene.
Sicurezza nel sentirsi a posto, meglio di tanti altri, sicurezza nello stare in mezzo alla gente, sicurezza nel sentire i nuovi capelli un tuttuno con voi stessi. Sfrontatezza nel mostrare con disinvoltura, quasi come sfida, un front scoperto con capelli che escono uno ad uno dalla cute, sfrontatezza nel portare i capelli come meglio credete, cambiando anche ogni giorno stile e pettinatura.
Se qualche volta portate il caschetto ci puo' stare ma, se la vostra immagine tende sempre a coprire il front, avete lavorato male, non ne siete sicuri o sbagliate qualche passaggio nell'applicazione e cio' non vi permettera' di godere in pieno i capelli ritrovati.

9) CURA

per cura, intendo la cura quotidiana. E' importante e indispensabile prendersi la massima cura dei capelli, non tanto come resa in termini di mesi ma, come bellezza quotidiana degli stessi. Spazzolare i capelli sempre nel verso del loro impianto, tenerli puliti il piu' possibile, personalmente li lavo tutti i giorni, shampoo e balsamo, mai dimenticare il balsamo, non strofinare ma accarezzarli con la mano mentre si lavano e non strofinarli con l'asciugamano ma carezzarli, eviterete l'incresparsi ed i nodi degli stessi. Il lavaggio quotidiano, e' una mia scelta che porto come testimonianza, testimonianza non da seguire alla lettera, (sono stato anche ripreso in quanto secondo altri membri, il quotidiano rovinerebbe i capelli) ma da valutare tenendo presente che uno di voi agisce così.

10)MANUTENZIONE

Parziale e totale.
La prima, e' una manutenzione che necessita quando il front tende a staccarsi. Manutenzione che puo' avere cadenza anche quotidiana in relazione al tipo di collanti usati. Un front attaccato con biadesivi e colla, avra' una necessita' molto minore ripetto ad un front applicato solo con colla. Solitamente, questa manutenzione veloce, viene eseguita staccando il front aiutandosi con Remover, togliendo i residui di colla, passando uno specchio sul lace del front fino a che esso non ritornera' pulito, lavando i capelli e provvedendo alla nuova incollatura. Una volta presa la mano, tale operazione fatta in abbinata ad uno dei lavaggi periodici, necessita di dieci minuti massimo un quarto d'ora.
La manutenzione totale e' piu' complicata e laboriosa, si tratta di provvedere allo stacco di tutto l'impianto, sempre aiutandosi con Remover, allo stacco del biadesivo, alla pulitura dai residui di colla e quindi alla nuova applicazione. E' un operazione che inizialmente richiede anche un paio d'ore ma con il tempo si riesce ad acquisire manualita' ed occhio, tanto da piu' che dimezzare i tempi.


Ho sentito la necessita', di riassumere in dieci pinti, quasi tutto l'ABC degli impianti, volutamente ci ho messo del mio, anche se poco, gradirei che questo lavoro possa essere utile a qualcuno come gradirei che fosse spunto per chiarimenti, riflessioni e scelte.

Aggiungo un altro punto che volutamente non ho numerato come undicesimo:

da esperienza personale. Il meglio, l'impianto lo comincia a dare dopo circa una settimana, dieci giorni dalla sua prima applicazione, quando a causa delle manutenzioni veloci, il lace comincia a sfilacciarsi, a perdere quella linea netta e continua, a creare un front quasi a zig-zag ma molto piu' irregolare, e' a questo punto che l'attaccatura diventa naturalissima.


#235287 Le Nostre Foto

Inviato da medusa in 24 settembre 2006 - 04:57

Apro io con le mie.
Foto fatte con il flash e con il sole in fronte.
Forza gente, inserite le vostre ora :)

Allega File(s)




#520092 Perché Sconsigliamo I Professionisti

Inviato da zazza in 02 febbraio 2017 - 02:16

Scrivo qui una volta per tutte così quando arriva il classico newbie che vuole andare a farsi mettere la protesi dal professionista, al centro o dal parrucchiere evito di ripetere sempre le stesse cose.

Se volete integrare, scrivete sotto che poi io modifico il primo post.

 

NEWBIE, tu invece basta che leggi il primo post. So che hai tanto da studiare e quindi non ti faccio perdere tempo...

 

 

Fino a qualche anno fa affidarsi ad un centro per consigli, acquisto e manutenzione della protesi era, per tutte le esperienze che ci sono state raccontate, un autentico bagno di sangue.

In primis al portafoglio, con la protesi che costava dalle 5 alle 50 volte quello di una protesi comprata online. I due numeri non sono a caso, ma sono numeri che ho effettivamente sentito da clienti, evidentemente ben profilati in base al reddito: 800 euro per una protesi standard con capelli molto lunghi chiesti ad una giovane disoccupata e circa 10000 euro per una protesi standard con capelli normali chiesti al libero professionista. E veniva chiesta la firma su contratti che, a fronte di uno sconto, impegnavano il cliente per altre protesi future. Per la manutenzione ho sentito prezzi dai 40 agli 80 euro, che per il lavoro che c'è dietro secondo me sono in linea con il tempo impiegato.

Il problema principale comunque era la qualità dei consigli e del prodotto. Spesso il calco era corto e mal sagomato sul front e l'installazione veniva fatta con colla su tutta la protesi e indicazione di tenerla almeno un mese. La protesi aveva basi esageratamente spesse (ne ho viste con i miei occhi rigide di 2 mm ancora nel 2014) e il capello non sempre era del colore corretto.

Infine, visti gli alti costi, i clienti tenevano le protesi parecchi mesi, anche anni, andando in giro con capelli estremamente deteriorati e scoloriti.

 

Ora devo ammettere che ho sentito di utenti che si sono recati in alcuni centri dove è stata proposta loro una protesi in lace e con un front sagomato decentemente. E a prezzi che sono abbastanza competitivi considerando i costi molto maggiori del centro e l'attività di consulenza. 

 

Tuttavia, quando un utente si reca ad un centro non può sapere se sia ancora vecchio stampo, uno di quelli moderni e economici, o una via di mezzo. Potrebbe sempre andare senza firmare nulla solo per ascoltarli, ma anche qui è molto difficile che riesca a capire bene sia perché il centro magari starà un po' abbottonato sia perché l'utente, essendo newbie, non ne sa molto di protesi.

Ecco, questo è il primo motivo per cui sconsigliamo.

 

Passiamo al secondo. Avete a disposizione un forum di gente molto esperta, si tratta di gente che ha la protesi in testa 24 ore al giorno, che ne ha a casa almeno una ventina (io ne ho 28 ad oggi, per la precisione), che fa attività di consulenza da anni, che ha fatto calchi su calchi e che si confronta di continuo sulle opinioni. Non vi vedranno dal vivo, ma vi sanno dire gratuitamente e molto professionalmente, pur essendo dilettanti, cosa vi serve e cosa vi conviene prendere. Perché recarsi in un centro dove di persona ce n'è una sola e che la sera non deve controllare se il proprio front si è staccato, che la mattina non deve pettinare la propria protesi e soprattutto che non passa le giornate su un forum di protesi?

 

E infine il terzo. Cosa fate se alla protesi succede qualcosa di irreparabile quando il centro è chiuso? Non è un'auto che al massimo state a casa o chiamate un taxi...

 

 

In ogni caso, se volete andare qui ci sono i consigli del saggio Arn: 

http://forum.salusma...re-via-i-soldi/

 

 

 

Per quanto riguarda farsi fare calco e prima installazione dal parrucchiere, è un po' come farsi riparare la carrozzeria dal gommista. Non metto in dubbio che lo abbia fatto una decina di volte, ma non è il suo lavoro. Non esistono parrucchieri che fanno solo protesi, il "professionista" in questo caso è un dilettante per quanto riguarda la protesi. Ho conosciuto e sono stato cliente di uno dei parrucchieri che forse ne tratta di più in Italia e sta in una grande metropoli e lui all'epoca faceva a occhio 3 manutenzioni alla settimana. Anche qui se avete fortuna e beccate quello che si tiene aggiornato leggendo il forum e che ha idee moderne sulle protesi, buon per voi. Ma se beccate quello convinto ancora che la protesi sia meglio in pellicola e con la frangetta e corta perché così non dà fastidio a dormire... peggio per voi.

Insomma, il parrucchiere utilizzato come scusa per non aver voglia di faticare a leggere il forum è un rischio tanto quanto il centro, con l'unico vantaggio che lui difficilmente vi farà firmare contratti che vi impegnano a lungo tempo.

 

Ovviamente sono il primo a dire di recarsi di corsa dal parrucchiere per tagliare e acconciare i capelli.

 

 

Last but not least, ricordo che su questo forum è VIETATO fare nomi e recapiti di rivenditori di protesi e parrucchieri




#512422 Cronaca Della Vacanza Di Un Newbie

Inviato da Erelbr in 28 giugno 2016 - 10:57

Ciao a tutti, sono reduce da una vacanza al mare dalla quale ancora mi devo riprendere e ho pensato che magari sarebbe stato utile a chi ancora è nuovo o diffidente sapere cosa sono stato in grado di fare con la protesi e cosa invece ho evitato, quali sono stati i problemi e quali sono state le gioie.

Cercherò di essere quanto più scientifico è possibile lasciando i commenti alla fine.

Sono partito con la manutenzione fatta circa 18 ore prima, ho portato con me: tocco magico (travasato in delle mini boccettine comprate dal cinese di turno con tanto di diffusore spray), colla supermatt e stuzzicadenti (ideali per i ritocchini millimetrici), miracolo (nella boccettina uguale a quelle per tocco magico), pinzetta, lozione per proteggere i capelli dai raggi UV, cerotto liquido Amuchina e pennellino, crema per lo styling che uso abitualmente.
Con l'umidità della prima tappa, mi si è sollevato un il front in alcuni punti, poco male, ho messo la colla e via. Raggiungo i miei amici di una vita (ex coinquilini) al mare, uno di loro sapeva, ma gli ho dovuto fare vedere e toccare l'ancoraggio per fargli rendere conto di qualcosa. Il suo commento: che spettacolo è fantastico e non si vede nulla. L'altro non si è accorto di niente.
Potete immaginare il caldo e l'umidità dei luoghi di mare, il che ha comportato che mi sono giocato l'invisibilità del front già al secondo giorno. Poco male anche qui, un ciuffo a onda che fa ombra e non si vedeva nemmeno a due millimetri. La seconda sera siamo stati ad un boat party, open bar. Forse per i fiumi di alcol, forse per l'incoscienza della vacanza, arrivati a mezzanotte al punto in cui si poteva fare il bagno mi sono lasciato convincere a tuffarmi... Dalla barca. Di testa. Non si è mosso niente. Entusiasta mi lancio sempre di testa dal secondo piano dell'imbarcazione, tutto cementato. La ragazza che ho conosciuto li continuava a passarmi la mano nei capelli, nessuna reazione, forse anche lei era ubriaca (p.s. Lo sapete che sono "impegnato" quindi non ci ho fatto niente, sono un ragazzo onesto....).
Terzo giorno faccio la doccia dopo l'ennesimo bagno, c'è da ammettere che non ho bagnato la testa più di tanto sia per la visibilità del front che per il fatto che non c'erano docce e restare con i capelli salati non mi entusiasmava, quando asciugo... Tac, saltano tre cm di back. Anche sta volta poco male, mi chiudo in bagno per cinque minuti, pegaso supermatt e via che è una meraviglia. Pettinature strepitose ogni sera, ciuffi, parietali indietro, tutto perfetto. Sono improvvisamente diventato pure più fotogenico! Insomma un sogno.

MORALE: portate con voi tutto l'occorrente che vi permetta di mantenere i capelli morbidi e che possa correggere eventuali e probabilissimi cedimenti seppur minimi. Un minimo di prudenza se non si vuole o si può scoprire il front ci vuole, ma ciò non condiziona minimamente le pettinature con i giusti accorgimenti è tutto estremamente naturale, per il resto si può fare di TUTTO e non potrei essere più contento.

P.s. Entrambi i ritocchini che ho fatto mi hanno preso cinque minuti e dietro la porta che celava il mio segreto c'erano 5 persone la prima volta e 3 la seconda. Basta non perdere mai la calma!


#503061 Resoconto Convention Firenze 2015

Inviato da [email protected] in 22 novembre 2015 - 03:48

Bene, bene, bene....Ho cercato di postere quasi per ultimo poiché il tanto e' fatto gia da Voi!   ;-)
 
436HZU2.jpg
 
Era il finale del mio post della Convention Milano 2012....E non mi sbagliavo!
Son passati tre anni da allora. Inizialmente le Convention erano a cedenza annuale, ma in seguito biennali. Questa Convention sarebbe dovuta  capitare lo scorso anno, ma non ci sentivamo  ancora pronti per via della mancanza di Arn.
Dalla Convention di Milano ho praticato poco o pochissimo il  forum (se non qualche volta che  venivo avvisato  da Medusa o Zazza per rispondere a quesiti che mi competevano). Primo motivo: la malattia e l'assenza dal forum di Stefano; secondo: mi son dedicato a   360 gradi per la ricerca in prodotti. Purtroppo non è facile formulare un prodotto "ad hoc": le prove, i cambi d'ingredienti, le reazioni....
Rivedere tanti utenti "storici": Gennaro2, Alice, Tracker, Escape3600, Compare, Voglioicapelli e nuovi (per me): Susy, Biancaluna, Pazzolivo, Mercuzio, Seasparrow, ed altri, è stato un piacere davvero immenso. Mi sono accorto che tantissime cose da 3 anni fa son cambiate; ma me ne sono accorto solo domenica scorsa. A partire dall' "altissima insgababilità" di tantissimi di voi; Tagli modernissimi, flat back bellissimi. (Michelexx, Iceys, Pazzolivo, Bradpitt). Grazie ancora a Mercuzio per averci relazionato i vari tipi di nodi usati dalla fabbrica inerenti  ai vari styling. Rammarico enormemente il fatto di aver frequentato pochissimo il forum. Devo ammettere,  con enorme orgoglio, che siete davvero diventati bravissimi. Son passati una decina d'anni dalle prime Convention; noi eravamo quelli con il lace che venivamo accerchiati dagli utenti per spulciarci tra i capelli, eravamo all'inizio della "densità graduali", dei vari styling, dell'educare le fabbriche a non volere capelli "a soldatino", lavorare in diverse zone. Allora non esisteva la possibilità di poter scegliere lo spessore dei capelli;  si usava molto  la pellicola.
Ora nel guardare tali tagli mi inchino genuflesso. Tutto questo è grazie all'attività nel forum. Le nostre protesi assieme ai nostri prodotti son le migliori al mondo, perché siamo in tanti, siamo in tanti a decidere, c'e' chi ha l'esigenza  un nuovo styling, chi di un nuovo prodotto. 
In tantissimi dopo aver scoperto nel  forum: NHS e Iprodottidiluca, si sentono "arrivati" e inevitabilmente nonostante continuassero ad acquistare prodotti e protesi da noi, mollano, spariscono del forum. Vorrei dire a loro che stanno sbagliando alla grande; io per primo; Se non si frequenta il forum si remane indietro; fermi a quando ci avete scoperto.
Bravi davvero bravi e complimenti ancora a tutti i partecipanti. Un grazie particolare a Medusa, Quinto e Zazza (purtroppo non presente) e alla biondissima Cuca. Mi spiace per chi non è potuto esserci; ci rifaremo alla prossima!
Chiudo con una battutina: "Raga'.....Ho paura che a forza di andare troppo avanti per la bellezza e naturalezza antinsgamo  un giorno verremo sgamati"!!!!! :ciao:




#500733 Piccolo Trucco Per Niubbi Al Fine Di Centrare L'installazione Della Protesi

Inviato da MAXMAGNUM in 01 ottobre 2015 - 02:55

Vorrei presentarvi il nuovo metodo Maxmagnum

Assai invidioso dei miei illustri colleghi che hanno brevettato "metodi" di successo (il medo medusa, il metodo quintoj, il metodo mercuzio) sono a proporvi la mia nuovissima procedura utile a installare la protesi in modo corretto, senza troppi patemi d'animo.

Scherzi a parte, si tratta di un accorgimento semplicissimo, magari già utilizzato da molti di voi, ma per i nuovi utenti  può essere utile un breve sunto.

Si tratta unicamente di sovrapporre piccoli lembi di tapes nelle zone strategiche (peak del front, tempie e lunetta del back) ai normali tapes che già posizioniamo sulla protesi.

Questi tapes verranno scartucciati per primi e consentiranno di centrare la protesi al punto giusto, consentendoci di staccare e riattaccare se non avessimo beccato subito la misura giusta.

Una volta centrata la protesi con questi tape... voilà, non resta che iniziare l'installazione vera.

Volete iniziare dal back? bene, sollevate il back stesso togliendo scollando il tape provvisorio con cui era attaccato, togliete la cartina dal primo tape definitivo (con essa se ne verrà anche il tape provvisorio che ad essa era sovrapposto), ed iniziate l'installazione normale, con la certezza che arrivati sul front sarete giusti al mm.

Se volete iniziare dal front, fate l'inverso, sollevate il peak scollando il tape provvisorio, e iniziate ad installare piano piano, supportati dalla consapevolezza  di arrivare, tape dopo tape, precisi precisi su tempie e back.

Per i tape provvisori consiglio nastri non troppo tenaci, tipo petalo rosso. E mi raccomando, pezzettini piccoli che si scollino senza problemi e senza sollevare la cartina del tape sottostante.

Una foto illustrerà il tutto. Ovviamente i tape provvisori sono quelli azzurri, i tape definitivi stanno sotto.

 

xwPRnnA.jpg?1




#495439 Protesi Standard Brush Back

Inviato da Wiliam in 02 luglio 2015 - 09:07

o impianto, come alcuni preferiscono.

Ho ricevuto ieri la prima protesi con il famoso stile brush back promosso da Mercuzio, ovvero il vecchio Pompadour (informazione Medusa).

Per i meno attenti ricordo che il Brush Back null'altro è che un Flat Back invertito, cioè con ventilazione invertita, invece che verso il back, verso il fuori.

 

La sensazione a protesi in mano è subito buona, si percepisce subito la maggior "libertà" dei capelli, evidentemente anche se paradossalmente meno vincolati dalla forbice formata dai capelli.

il free style infatti, come dice la parola, dovrebbe essere il più easy mentre dalla mia esperienza con 12 protesi (non 1) l'uscita dei capelli è innaturale e rigida.

 

I nodi erano poco decolorati e quelli dietro la linea del front non lo erano per nulla, quindi ho prima di tutto fatto una decolorazione dei nodi.

 

Installata la protesi e fatto il taglio (il mio è molto corto:  2 cm sui fianchi e dietro - 6-8 cm sopra e davanti) mi ritrovo una buona integrazione con i parietali, di gran lunga migliore della free style.

I capelli infatti scendono piuttosto bene verso i lati invece che (in alcuni punti) sparare all'impazzata verso l'alto.

 

La rosetta è buona, c'è ma si percepisce appena, con i capelli ben diretti verso l'alto.

Non avevo chiesto una densità minore della zona 6 e quindi è un po' troppo folta ma con 2 colpi di forbice sfoltente ho risolto senza alcun problema.

 

il front è il vero punto cruciale di questo stile.

Confermo l'assoluta naturalezza in confronto alla free style, i capelli proprio come diceva Mercuzio hanno una uscita singola e molto molto naturale. davvero bella!!

L'assenza della "forbice" si nota su tutta la protesi ed è un gran miglioramento, ma nel front fa davvero la differenza. Un enorme passo avanti.

Non manca comunque l'accenno di ventilazione non totalmente verso l'esterno, bensì da sinistra verso destra (anche se molto meno)

L'unico vero problema di questo stile è quello descritto e lamentato da MAXMAGNUM, l'area diradata dietro la linea del front.

A me piace che si veda la cute ma così è un po' troppo.

La naturalezza è assoluta ma è quella di qualcuno che si sta diradando davanti e non è piacevole.

io avevo preso le seguenti densità zona 1: 90 e zona 3: 100 zona 2: 70

Devo dire che va tutto bene tranne che tra la zona 1 e la zona 3 avrò una densità 60.

Con la pettinatura copro abbastanza agevolmente ma la protesi non potrà durarmi molto.

Confermo quindi il consiglio di MAXMAGNUM di chiedere la densità delle zone 1 e 3 uguali e se necessario poi graduare il front con una bella pinzetta.

 

In definitiva il risultato è buono, per me assolutamente migliore del free style.

Lo consiglio a chi usa il free style o "dalla corona al centro" e non si trova con la ventilazione del capello e le conseguenti difficoltà di pettinatura, a chi vede e non ama la forbice del capello né i capelli troppo schiacciati davanti.

Non è male neppure per chi volesse pettinarli tutti indietro.

I capelli non sono diretti indietro ma ci vanno senza problemi, rivelando un front pulito.

 

Insomma ragazzi secondo me potrebbe essere lo stile base per tutti, newbie in primis.

Grazie Mercuzio!!

 

Le foto non dicono molto, purtroppo il front non è ben esponibile perché ci sono delle pieghine e devo rifarlo.

Come più volte detto, l'elemento chiave per evitare le pieghine è che il lace abbia la giusta bombatura, in questa protesi è un po' piatto e quindi devo ritagliarlo e rifarlo




#474062 Evoluzione Del Sorriso

Inviato da Dago in 29 maggio 2014 - 06:56

c'è il sorriso della new gen-eration

Allega file  024-2-1.jpg   127,33K   6 Numero di downloads

 

Sorridere ci rende più attraenti

 

 

Solitamente siamo attratti dalle persone che sorridono. Vi è un fattore di attrazione nel sorriso.Aggrottare la fronte, mostrare preoccupazione allontana da noi  le persone,  ma un sorriso le attira come una calamita.

 

Sorridere è contagioso

 

Quando qualcuno sta sorridendo  illumina tutto l’ambiente e le persone che gli stanno attorno, cambia gli stati d’animo degli altri e rende le situazioni più facili. Una persona sorridente porta la felicità a tutti.

 

Sorridere solleva il viso, stira i muscoli facciali  e ti fa sembrare più giovane

 

Sorridere ti fa sembrare una persona di successo

 

La gente sorridente sembra più sicura di se, ha maggiori probabilità di riuscire in quello che fà, ed un approccio migliore nelle relazioni sociali, specialmente con gli sconosciuti. Perciò indossa  un bel sorriso e le persone reagiranno in modo più piacevole.

 

La prossima volta che ti senti giù, prova ad accennare un sorriso. C’è una buona probabilità che il tuo umore cambierà in meglio,noi possiamo aiutarti a riconquistare la tua immagine,la reintegrazione non chirurgica dei capelli è uno dei rimedi migliori che abbiamo.

 

Dago

 

 

 




#459314 Iceyes: Un Servizio In Più Per Gli Abbonati Agli Ordini Congiunti

Inviato da medusa in 01 agosto 2013 - 09:41

Iceyes è un noto ed apprezzato utente del forum, già vincitore di diversi premi “Berenice” per aver trovato originali procedimenti per migliorare la qualità delle protesi e rimediare ad eventuali errori  commessi dalla factory, come quello per cambiare il colore del lace dal leggermente giallo a leggermente rosa, il decapaggio, ecc.

 

Questo esperto utente, che non è un parrucchiere o un operatore del settore, ha dato la sua disponibilità ad eseguire alcuni servizi per chi tra gli abbonati agli ordini congiunti ne avesse bisogno.

 

Prima di indicare quali, occorre però fare una precisazione.

Questo non è un servizio offerto dalla New Hair System per rimediare ad eventuali errori commessi dalla factory.

Chi riceve una protesi errata, con ad esempio il  colore capelli sbagliato, toni rossi, nodi scoloriti male, ecc. ha le garanzie indicate e da esercitare nel modi e termini specificati dall’ art. 12 e seguenti del regolamento:

http://www.newhairsystem.it/regolamento.html

 

Il servizio reso da Iceyes si rivolge invece agli abbonati che necessitano di alcuni interventi quando non possono più usufruire della sostituzione o riparazione gratuita da parte della factory e/o non vogliono o non possono aspettare i tempi per l’invio in Cina (tra i 2 e i 3 mesi) della protesi da far sistemare.

Quindi tali servizi dovranno essere pagati. SEMPRE.

 

E vediamo quali sono:

1) "Pulizia colore cosmetico" ossia rimozione del colore artificiale della factory (ripristino del fondo originario);

 

2) Colorazione tono su tono o semipermanente;

 

3) Scurimento tono; 

 

4) Schiarimento tono;

 

5) Decapaggio/ripigmentazione;

 

6) Decolorazione nodi;

 

8) Cambio riflessi e/o neutralizzazione di quelli indesiderati;

 

7) Trattamento di ricostruzione del capello alla cheratina ed altri elementi essenziali (maggiore vigore, forza, morbidezza, districabilità e lucentezza al capello trattato/danneggiato);

 

8) Valutazione colometrica del capello naturale (identificazione tramite ciocca del proprio tono e riflesso);

 

9) Stiratura chimica (rendere lisci i capelli  ondulati/ricci);

 

10) Cambio colore del lace in eccesso (da standard a light pink).

 

Chi ne avesse bisogno può contattarlo direttamente mediante messaggi privati dal forum (astenersi non abbonati o abbonati non in regola con l’iscrizione).




#457607 Come Sopravvivere Ai Primi 7 Giorni Di Protesi - Decalogo

Inviato da simonv in 21 giugno 2013 - 04:00

Due le doverose premesse di questo post:

1) questo è un post di un novellino, non di un utente esperto protesizzato da anni, quindi va preso per quello che è, ossia una semplice condivisione di esperienze, non come una guida.

2) sono fondamentalmente pigro, di norma preferisco delegare il lavoro ad altri. Se mi metto a scrivere in questo forum è  perchè toccato dalla gentilezza e disponibilità degli utenti esperti che - migliori di qualsiasi assistenza online e non - hanno risposto alle mie richieste in tempo ZERO. Un sentito grazie Zazza, Medusa, Maurizio60 e maxmagnum!

 

Brevissima la mia storia tricologica: ho 35 anni, comincio a perdere i capelli a 20 anni, non me ne curo fino ai 24/25 quando comincio con il toppik. L'alopecia peggiora, i capelli diventano sempre più corti. Comincio con finasteride, poi con Minoxidil 5% (sempre con toppik), recupero quasi tutto ma dopo qualche mese ri-cadono. Il corpo si adatta. 

Conoscevo già il forum (ho trovato il toppik su salustore) e mi decido finalmente alla protesi.

 

DIFFERENTEMENTE da come va fatto NON posto le mie foto e scelgo invece di 

- leggere praticamente tutti i post di questo forum e del forum trapianti (questo va fatto)

- studiare a memoria le FAQ (questo va assolutamente fatto)

- decidere senza alcun consulto di che protesi ho bisogno (questo è un salto nel vuoto).

 

Quindi:

- mi iscrivo agli ordini congiunti e pago 75 euri

- contatto medusa, pago una protesi parziale di indiani

- vado a fare il calco dall'incaricato che provvidenzialmente è un parrucchiere, ed esperto anche

- SOLO grazie a questo riesco a stabilire i parametri giusti per colore capelli (tramite campionario di ciocche), colore lace, e densità, che è il parametro più pernicioso. Non avevo mai pensato di farmi il calco da solo, ma ritengo che per un newbie sia SEMPRE il caso di farselo fare da un esperto

 

- ordino la protesi e

- mi iscrivo ai prodotti di luca ordinando ciò che penso utile

- mi iscrivo al sito NHS dove guardo praticamente tutti i video guida.

 

Per favore notate che sono stato INUSUALMENTE diligente. Tenete anche conto che durante tutto il periodo di attesa protesi (5 settimane con un  doppio super rush) ho studiato TUTTI i giorni i post del forum.

Tutto questo non è bastato per avere una buona installazione fin dal principio.

 

La mia situazione, ed i miei problemi si trovano nel mio precedente post "front sgamabile" ma per farla breve non ero in grado di fare un front decedente, né di ottenere una pettinatura naturale, questo per vari motivi che vado ad elencare (e che sono il motivo del mio post, per evitare problemi ai prossimi NEWBIE.

 

---

 

Andiamo a postare gli errori commessi, in ordine cronologico,

in modo da evitare a voi lettori gli errori che ho commesso io

 

La mia è una parziale All lace 9cm x 7 cm capelli indiani. taglio lace in eccesso di fabbrica. Capelli lunghi 5 cm.

 

PRIMA INSTALLAZIONE:

 

1) CALCO DI RISERVA

- tenersi sempre un calco di riserva a casa perchè con la protesi NON si riesce a fare la rasatura

- se non l'avete fatto io ho appoggiato la protesi su un foglio di carta, con una matita tracciato il perimetro PRECISO della protesi e ritagliato in modo da avere una specie di calco. Ho comprato una matita per occhi al supermercato.

Ho appoggiato il calco di carta sulla pelle dove avrei messo la protesi e con la matita tracciato il perimetro. Poi mi sono rasato. La rasatura va fatta precisa perchè poi sui capelli il tape o la colla non attaccano e la protesi si stacca dopo poche ore

 

2) PRIMA INSTALLAZIONE

- tenetevi almeno 3-4 ore libere per la prima installazione, poi abbiate un appuntamento dal vostro barbiere compiacente che sarà stato informato che deve tagliarvi i capelli nuovi. I miei erano 2.5 cm, sono arrivato da lui con i capelli di 5 cm che andavano accorciati a 3.5 / 4 per minimizzare l'impatto (sempre che vogliate farlo).

- non dimenticate di lavare la protesi come da video, prima di installarla e di asciugarla BENE con il phon

- non fate la cag.ta di voler fare la prima installazione solo di colla senza ordinare i tape come ho fatto io. Tape nel perimetro e colla nel front. Punto.

- TASSATIVO l'acquisto di Fenomeno e Miracolo, oltre che di tape e colla (a meno di non voler installare solo con tape, cosa che però secondo me va fatta se il front non è completamente esposto come invece è il mio)

 

3) STYLING

Sto re-imparando a pettinarmi di capelli ora, dopo un mese di protesi. Ho passato due settimane a tentare di fare i capelli unti/bagnati ma si seccavano sempre. Uno schifo. sono riuscito ad ottenere l'effetto bagnato (capello castano che sembra nero per intenderci) UN solo giorno su 30 di protesi. Tutti i giorni andavo comprare un nuovo gel/nuovo olio.

Un paio di cose da ricordare da chi come me avevi i capelli cortissimi: i capelli più lunghi vanno inumiditi un filo prima di pettinarli, il capello (purtroppo) va un po' assecondato per come è stato messo nella protesi. Se siete così idioti come me da inviare come foto campione quella dell'attore Chris Pine (Capitano Kirk del nuovo star trek) che ha i capelli che vanno da destra verso sinistra, i cinesi vi mandano una protesi con i capelli che vanno da destra verso sinistra.

E fino a che non ho trovato pettinature (peraltro molto belle) con i capelli da dx verso sx, i capelli erano quasi indomabili.

Quindi attenzione alla foto campione che mandate. Per avere un'altra pettinatura aspetto la nuova protesi.

 

4) LACE

il lace va tirato. E' elastico quindi non abbiate paura di tirarlo una volta appoggiato il davanti sul front in modo che sia BEN BEN tirato sulla pelle. Più è tirato e meno si vede.

 

5) FRONT

Mille consigli che trovate nel mio post "Front sgamabile".

Uno solo riportato qui che rimedia ad un mio errore. Se fate l'installazione alla Quintoj (E DOVETE fare le prime volte l'installazione alla Quintoj) vi rimane il front completamente scoperto. Mettete la colla su tutto il front e poi abbasserete il lace con un qualcosa che non siano le dita (lama di coltello / pinzette / ecc). L'errore che commettevo io era di fare 3 cm di front ed attaccare, poi altri 3 cm ecc. Ovviamente venivano le odiose "pieghette". Il front si fa tutto insieme.

 

6) UNA o DUE PROTESI?

Due. NON fate come me che ne ho solo una, sta andando benissimo ma ho il patema che succeda qualcosa e debba chiudermi in casa per le prossime 3 settimane che arriva la prossima protesi (che ha un 5% di possibilità statistica di non andare bene)

 

7) TEMPI

La prima installazione durerà 4-5 ore, la seconda 4, la terza 3 ecc... io alla 10° sono arrivato a 50 minuti.

Attenzione: con un'istallazione finalmente decente. Le prime 5-6 installazioni sono state orribili.

E' normale passare la prima giornata di installazione in casa, tranquilli.

Se avete Fenomeno la protesi la pulite in metà tempo.

 

8) SOLO PER CHI VIENE DAI CAPELLI NATURALI

L'essere umano si adatta a tutto. Quindi anche ad sentire naturale una protesi. E' passato un mese e ormai non ricordo più la facilità con la quale si pettinavano i capelli veri. Il balsamo non sapevo cosa fosse (giuro, credevo si usasse nella vasca da bagno). Il punto è che, pettinabile come i capelli naturali non c'è nulla, anche per questo ci è voluto tanto per re-imparare a pettinarmi. Forse lo shock più grande è stato questo, imparare a pettinare capelli protesici di 4 cm quando tutta la vita ho pettinato capelli di 1/2 cm naturali. Abbiate pazienza, specialmente se siete così idioti come me da ordinare una protesi con i capelli che vanno da destra a sinistra. I primi giorni mi svegliavo un'ora prima e quasi piangendo stavo un'ora davanti allo specchio. Adesso in 5 max 10 minuti li bagno, pettino, metto gel ecc.

Ah, dopo  esservi lavati i capelli applicazione di balsamo. Senza i capelli rimangono crespi e poco pettinabili.

 

9) CENTRATURA

Non abbiate paura di perdere tempo a mettere la protesi DRITTA. Segnatevi dei punti di riferimento a matita. Un paio di volte mi sono trovato con l'attaccatura storta (e quindi con tutto completamente da rifare). Una scusa per qualsiasi ca.zata abbiate fatto la trovate, ma per un attaccatura storta NO. 

Due volte ho sbagliato. Non succederà una terza.

 

10) SCUSE

Se guardandovi allo specchio proprio non riuscite a vedere alcun segno di protesi allora saltate questo punto.

Ma se siete un po' titubanti / vedete l'attaccatura / non vi sentite a vs agio ecc, aiuta essersi preparati una scusa. Io ce l'avevo: nessuno ha visto il lace (come mi aspettavo succedesse invece), nessuno ha visto la linea dell'attaccatura ma... mi è stato detto che la base del capello è bionda mentre il sopra è nero e fa l'effetto finto (grazie cinesini che avete esagerato nello scolorire i nodi!). Fortuna che avevo un campionario di giustificazioni per la nuova chioma.

 

Allora: in commercio esistono il gel "nero" per coprire i capelli bianchi, e può dare questo effetto.

In commercio esistono gel volumizzanti, toppik per dare più volume (se proprio si vedono i nodi e la gente vi chiede perchè potete dire di esservi messo il toppik), esistono insomma una marea di prodotti cosmetici e non, per pettinare, volumizzare, tingere e "truccare" i capelli.

 

E' il MIO metodo per mettere a tacere chi faceva domande (inopportune), ma voi abbiate il vostro: se siete tipi come zazza un triste e fermo "no comment"... se siete dei cafoni mandate il vostro interlocutore "affanc.." Insomma trovate il vostro modo per rispondere a chi vi chiede qualcosa.

 

Uscire di casa con una protesi è uno shock e la paura di essere sgamati c'è anche quando la possibilità di essere sgamati è una su 1000 (all'inizio, dopo è ZERO), perchè si tratta comunque di un impianto artificiale attaccato con colla al vostro scalpo. 

 

Di contro ricordate che la gente non sa neanche che esistano le protesi newgen, e se avete il gel, o una densità tale da vedere la cute (parlo di lace), non capirà mai cosa avete in testa perchè si vede la pelle, anche se fate installazioni schifose come la mia. Quello  che credevano per me è che mi fossi fatto le meches bionde (grazie cinesino che hai calcato la mano a scolorire i nodi), ma mai immagineranno la protesi.

Comunque, ed è solo un consiglio per vivere i primi 7 giorni con i nervi saldi, trovatevi una scusa di emergenza, o una risposta.

 

Passati i 7 primi canonici giorni: Buona protesi ed un sincero augurio di ri-godervi al massimo la pettinatura ritrovata!